Udinese: è volata per l’Europa. Domenica arriva la Lazio

volata europaSarà una volata mozzafiato. Dopo 35 giornate Lazio, Roma, Udinese e Juventus si trovano a giocarsi l’ultimo posto disponibile per la Champions compresse nell’arco di 4 punti. La vittoria della Juventus a Roma contro la Lazio ha rimesso in gioco anche i bianconeri di Delneri che sembravano tagliati fuori dai giochi. La volata riparte domenica dallo stadio Friuli. Udinese – Lazio sarà il perno della lotta per la Champions anche se più volte squadre che sembravano tagliate fuori hano avuto la capacità di rimettersi in corsa. Prima la Roma, data per spacciata dopo la sconfitta interna col Palermo e poi la Juventus che dopo un campionato tribolatissimo improvvisamente si trova a 4 punti dall’obiettivo Champions.

Per quanto riguarda l’Udinese, reduce da 4 sconfitte nelle ultime 5 partite, va detto che assenze e squalifiche hanno davvero reso difficoltoso il cammino finale degli uomini di Guidolin tanto da incassare addirittura 5 gol a Firenze. Domenica si ripartirà dallo scontro diretto con la Lazio. Vittoria vorrebbe dire restare in corsa fino all’ultimo per la Champions , un pareggio potrebbe lasciare le cose immutate visto il calendario (la Roma ospita il Milan) anche se potrebbe permettere alla Juve, impegnata in casa con il Chievo,  di avvicinarsi ulteriormente. Il calendario delle ultime due domeniche per i bianconeri è tuttaltro che ostico con il Chievo che si è salvato virtualmente domenica scorsa, e il Milna che arriverà a Udine già campione d’Italia. Insomma 6 punti possibilissimi. Quello che è certo che dalle decisioni del giudice sportivo di oggi passano gran parte delle ambizioni friulane: in piedi ci sono il ricorso alla squalifica a Inler e la possibile prova televisiva per Pinzi. Due uomini dello stesso reparto. In difesa Guidolin fa la conta ma con Domizzi fuori ancora una domenica per squalifica e con Coda fuori dai giochi per infortunio il Mister potrebbe affidarsi a una difesa a 4 con Isla e Pasquale sulle fasce. Questo permetterebbe di ovviare alal carenza di centrali difensivi e anche a quella di centrali di centrocampo, fermo restano le squalifiche sub iudice di Pinzi e Inler. Potrebbe essere quindi un 442 con un centrocampo con Cuadrado a destra, Abdi e Asamoah centrali e Armero a sinistra. Davanti accanto a Totò ci sarà da valutareil recupero di Sanchez, che si presenterebbe comunque con due settimane senza allenamento. L’alternativa ovviamente è Denis. Anchei biancocelsti si presenteranno a Udine piuttosto rimaneggiati. Alla squalifica di Amauri si è infatti aggiunta anche quella di Ledesma espulso con la juve.

Quarto posto vale per la Champions League, il 5° e il 6° valgono per l’Europa League. Il 7° posto entra in gioco solo se in finale di Coppa Italia non ci vanno squadre già qualificate per l’Europa. Le semifinale sono Inter-Roma (andata 1-0 a Roma per i nerazzurri) e Palermo-Milan (andata 2-2 a san Siro. Le partite di ritorno verranno giocate il 10 e l’11 maggio.)

In caso di arrivo a pari punti valgono gli scontri diretti. L’Udinese è in svantaggio sia con la Roma che con la Juventus. Da valutare dopo domenica la situazione con la Lazio

Lascia un commento

326