Bearzi

Udinese: ecco Fernandes, trequartista del 94

Tra i tanti nuovi arrivi, giovani, di quest’anno nella rosa friulana, spicca il talento portoghese Bruno Fernandes. La sua ascesa dalla Primavera del Novara all’Udinese è stata davvero repentina e, ai microfoni di Udinese Channel, il giovanissimo centrocampista offensivo ha raccontato le sue emozioni a riguardo: “Sono molto emozionato, perché questo è un mondo diverso rispetto alla serie B. Mi sta piacendo troppo stare qua e voglio starci tanti anni. Io predestinato? Magari è così, perché neanche io mi aspettavo una salita in serie A così veloce, ma so che adesso devo lavorare ancora di più per essere titolare anche qui”.
Un obiettivo preciso, che però si scontra con l’ampia concorrenza, che non spaventa però Bruno Fernandes: “Lavorerò per convincere il mister e spero di riuscirci. Se non giocherò, vorrà dire che ci sarà qualcuno che avrà fatto meglio di me. Io posso giocare da mezzala, da trequartista, ma anche da esterno. In ogni caso mi farò trovare pronto”.
Un’esperienza nuova per il giovane portoghese, che tira le somme delle sensazioni vissute nello spogliatoio in questi primi 4 giorni di pre-ritiro: “Mi trovo bene con tutti, soprattutto con i brasiliani. Uno dei più simpatici è Fabbrini, ma anche Danilo lo è: lui è il primo che ho conosciuto. Jadson? Per me è un grande acquisto: lo si capisce subito da come stoppa e calcia il pallone. Si vede che ha una tecnica molto buona. Non vedo l’ora di incontrare il capitano Di Natale. L’ho sempre visto in tv e ora sono davvero emozionato all’idea di allenarmi insieme a lui”.
Infine una chiusura sull’Europa League, altro obiettivo ambito che sta per diventare realtà: “Giocare in Europa è un sogno che avevo fin da piccolo. Non c’è altro da dire; è semplicemente un sogno. Ora che sono qua, vivrò questo sogno, cercando di andare avanti e dare tutto per la squadra”.

facebook

Lascia un commento

282