guidolin ok finale
Francesco Guidolin fa autocritica. E come un buon padre di famiglia si assume parte delle responsabilità per il mancato successo sul Brescia. Lo ha fatto oggi alla ripresa degli allenamenti in vista di una gara, quella di Palermo, particolarmente importante per le aspirazioni europee di entrambe le formazioni.
“Premetto che non siamo stati brillantissimi, ma il comportamento tenuto dalla squadra nel secondo tempo sembrava dovesse bastare per vincere. Se sono deluso? Sono deluso di me stesso – ha detto Guidolin – potevo fare qualcosa di meglio, potevo predisporre qualche variazione tecnico e tattica. Assolvo comunque i ragazzi che hanno profuso nella contesa ogni energia anche se non sempre puoi essere al cento per cento”.
Ma quali avrebbero dovuto essere le mosse del Guido per migliorare la qualità del gioco dei bianconeri, per consentir loro di avere più chance per andare in gol e conquistare i tre punti che, probabilmente, avrebbero ipotecato un posto in Europa League? “Non posso svelarvi quello che avevo in mente di fare…. Alla fine non ho fatto nulla perché la squadra dava l’impressione di poter segnare, come detto, del resto siamo andati vicini al gol, ma ora, col senno di poi, dico che ho sbagliato”.
Il tecnico dei friulani difende anche chi ha fatto
rimpiangere oltre il lecito il grande assente, Alexis Sanchez,
ovvero German Denis. “Sono soddisfatto dell’argentino – ha
aggiunto -. German ha evidenziato l’impegno ottimale, ma è
stato sfortunato, mi riferisco all’occasione capitatagli nel
primo tempo e parata dal portiere del Brescia. L’allenatore in
ogni caso deve essere soddisfatto se uno dà il massimo”.
Poi il tecnico di Castelfranco Veneto si tuffa sul match di
domenica con il Palermo e premette di sentirsi emozionato
perché il suo trascorso siciliano è ricco di soddisfazioni.
“Sarà una sfida assai difficile, conosco bene il Palermo, da
ex seguo attentamente il suo cammino. Quindi so che non è in
crisi e domenica recupererà alcuni elementi importanti per cui
sarà al top. Sarà una sfida all’insegna dell’Europa, almeno di
questi tempi”, ha concluso Guidolin.

Fonte: ANSA

facebook
463