PopSockets

Udinese: Guidolin “Se giochiamo come domenica scorsa vinciamo. Corini? Uno dei miei eroi”

Guidolin prepara la partita con il Chievo con la squadra al completo eccetto Giampiero Pinzi ma ormai probabilmente le mucche sono scappate dal recinto e le ambizioni europee sono relegate alla matematica che tiene ancora viva la speranza.

CHIEVO: affrontiamo una squadra solida, ben costruita e che ha quasi raggiunto il suo obiettivo. Una squadra allenata da Corini che è un mio caro amico, come Di Carlo che la allenava prima. sarà , dura, dovremo essere concentrati, motivati. Sarà una partita molto fisica, speriamo di svilupparla bene

CHIEVO #2: se giochiamo come domenica vinciamo sicuro. Voi mi chiedete dove deve migliorare il nuovo modulo. Io vi dico che domenica scorsa abbiamo fatto bene. In generale cno questa variazione sul tema (3-4-2-1 ndr) l’obiettivo è riuscire a stare un po’ più alti quando recuperiamo palla e avere Totò meno isolato e avere qualche giocatore più vicino alla porta

PINZI: non è ancora pronto ma siamo alla fine di questo periodo senza di lui. Ho preferito non rischiarlo

TREQUARTISTI: Lazzari può fare anche il trequartista, da ragazzo faceva quel ruolo. Ha idee, piedi buoni, ha giocate, indubbiamente può fare anche questo ruolo. E’ un giocatore che ha buona visione di gioco.

ZIELINSKI: può fare qualsiasi ruolo del centrocampo e sulal trequarti. Sta facendo progressi, sta maturando fisicamente. Ha tanto talento, non serve neanche spingerlo troppo in questa fase. Quella della serie A è una realtà che gli apparterrà sicuramente. Mi sono accorto subito che è un giocatore di grande talento. Lo stiamo curando con grande attenzione. Zielinski diventerà un giocatore.

VYDRA: io Vydra l’avrei tenuto. La penso su di lui come su Zielinski. Ci sono molte componenti in gioco e vanno fatte altre valutazioni. Io egoisticamente l’avrei voluto crescere ma è stata la scelta giusta. Adesso dove gioca è decisivo

GIOVANI: tutti sono sotto controllo, e per i ragazzi essere in questo club è una grande opportunità. Chi ha del talento qui emerge

CAMPIONATO RISERVE: siamo favorevoli al campionato riserve. Io sarei più per un campionato con la lega Pro perchè sarebbe più competitivo. L’importante comunque sarebbe partire con queste iniziativa. Il lavoro aumenterebbe e servirebbe anche un altro tecnico.

CORINI: con lui capitano a Palermo abbiamo vissuto della stagioni straordinarie. Penso di lui tutto il bene possibile come amico e come ex allenatore. Son contento che sia arrivato in serie A e ci resterà a lungo perchè è una brava persona. Vale anche per Di Carlo. Sono tutti come eroi per me

CLASSIFICA : corriamo qualche rischio sulla concentrazione perchè siamo in una posizione tranquilla. Abbiamo lottato per traguardi molto più alti e quest’anno invece siamo lì. Dobbiamo trovare gli stimoli per fare buone prestazioni. La tranquillità per chi fa sport ad altro livello è una cattiva compagna di viaggio. Io non mollo. Io mi sento abbastanza preparato sulle motivazioni. Avere un obiettivo è importante.

 

facebook

Lascia un commento

308