Bearzi

juventus udinese-6
Questa sarà la partita che deciderà chi trascorrerà il Natale in vetta alla classifica, evento storico per entrambe: per la Juventus sarebbe la prima del post-Calciopoli, per l’Udinese sarebbe un appuntamento con la storia. Sempre che a ridere del risultato dello scontro diretto non sia appunto il Milan, che si siederà in poltrona alle ore 18 – visto che Udinese-Juventus è l’anticipo pomeridiano – in attesa di notizie dallo stadio “Friuli”. Probabilmente mai nella storia la sfida tra le due squadre bianconere è stata così importante. Guidolin, giunto all’ultima tappa del “tour de force” della sua Udinese, che gioca tre partite in sei giorni, perde Benatia per squalifica: assenza pesante in difesa, al suo posto rientrerà Domizzi. Rispetto alla partita con la Lazio tornano titolari Armero e soprattutto Di Natale, che sarà l’unica punta, con Abdi (favorito per una formazione più coperta) o Floro Flores in appoggio. La probabile formazione dell’Udinese (3-5-1-1) dunque vede Handanovic in porta, Ferronetti, Danilo e Domizzi in difesa, Basta, Isla, Pinzi, Asamoah e Armero a centrocampo, Abdi dietro a Di Natale. Per quanto riguarda la Juventus, Conte ha avuto sicuramente un avvicinamento più morbido alla partita, con la partita interna contro il Novara in cui ha potuto fare anche un po’ di turn-over: Quagliarella e Del Piero torneranno in panchina, anche se il napoletano potrebbe insidiare il posto di Matri. Tornano Bonucci e Vidal dopo la squalifica. Il rispetto per l’Udinese è reso evidente dal cambio di modulo scelto da Conte, che oggi adotterà il 3-5-2: vede Buffon in porta, Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio ed Estigarribia a centrocampo, coppia d’attacco composta da Pepe e Matri.

facebook

Lascia un commento

474