Bearzi

Udinese: la sintesi e le pagelle della vittoria a Pescara –

Guidolin sceglie un atteggimento più offensivo del solito per cercare la vittoria esterna necessaria a restar ein corsa pe ril traguardo europeo. Brkic si riacocmoda in porta, linea difensiva formata da Heurtaux, Danilo e Domizzi. A centrocmapo Pereyra fa l’esterno destro, Gabriel Silva gioca a sinistra. Centrali Allan e Badu. Maicosuel e Muriel sostengon la punta centrale Di Natale Il gol arriva all’8° con Muriel che serve Di natale che insacca il suo 150° gol in serie A con l’udinese dopo ben 5 giornate di stop.Nel restante primo tempo il Pescara fa maggior paossesos pala ma senza mai rendersi veramente pericoloso.

 

L’udinese sonnecchia sornione anche se la sensazione è che se gli uomin idi Guidolin accelleGuidolin sceglie un atteggimento più offensivo del solito per cercare la vittoria esterna necessaria a restar ein corsa pe ril traguardo europeo. Brkic si riacocmoda in porta, linea difensiva formata da Heurtaux, Danilo e Domizzi. A centrocmapo Pereyra fa l’esterno destro, Gabriel Silva gioca a sinistra. Centrali Allan e Badu. Maicosuel e Muriel sostengon la punta centrale Di Natale Il gol arriva all’8° con Muriel che serve Di natale che insacca il suo 150° gol in serie A con l’udinese dopo ben 5 giornate di stop.Nel restante primo tempo il Pescara fa maggior paossesos pala ma senza mai rendersi veramente pericoloso. L’udinese sonnecchia sornione anche se la sensazione è che se gli uomin idi Guidolin accellerassero potrebbe chiudere l’incontro. Nella ripresa il Pescara si fa più pericoloso con Abbruscato e Weiss anche se i bianconeri rispondono con un Muriel sciupone ed egoista che si merita la sostituzione. Il Pescara reclama prima per un rigore di Danilo su Bjarnasson che ci stava poi ancora per un intervento sempre di Danilo su Sculli. L’Udinese vince ma non convince del tutto. Europa League a 7 punti ma se la finale della Coppa Italia dovesse sorridere ai bianconeri sarebbe buono anche il sesto posto che al momento è a solo tre punti. Sabato alle 20:45 scontro diretto con la Roma BRKIC 6: partita fin troppo semplice. Gli abruzzesi non arrivano mai veramnete a farsi pericolosi dalle sue parti. degne di nota le paarate su Weiss e Abbruscato a inizio del secondo tempo HEURTAUX 6,5: Benatia deve avergli insegnato l’anticipo a metacampo che lui applica con una certa regolarità e con durezza se serve. Prova onesta ma non dominante DANILO 5,5: gli avanti del Pescara non pungon più di tanto e il brasiliano di limita a dirigere la difesa e reimpostare il gioco dal basso.rischia tantissimo quando strattona Bjarnasson che reclama il rigore. All’80° rischia un altro rigore su Sculli che l’arbitro non fischia DOMIZZI 6: come i compagni di reparto è chiamato in causa davvero poco. Si limita all’ordinaria amminstrazione. Il rapido vantaggio non lo richiama ad arrembaggi nella metacampo avversaria PEREYRA 6: schierato a sorpresa in fascia dimostra che ha la gamba per fare quel ruolo. Forse dovrebbe essere libero da compiti difensivi. Duetta con Maicosuel ma non si arriva mai alla concretizzazione. ALLAN 6,5: non sbaglia niente ma non incanta e tiene il ritmo basso dopo li vantaggio iniziale. L’udinese parte troppo poco in contropiede però. All’87° si inventa un serpentina fino in area avversaria BADU 6: buon incontrista sembra averci capito qualcosa anche tatticamente e d è sempre in posizione. Perde la ragione quando arriva nei pressi della porta tentando ancora una volta conclusioni fuori dalla logica. Nel finale si inventa invece anche un bellissimo passante per Pereyra GABRIEL SILVA 6,5: non fa melgio degli altri ma si fa notare per una bella volata sulla sinistra con palla servita a Muriel che calcia sul palo. Ottima anche la percussione nella ripresa con 50 metri palla al piede MAICOSUEL 6: Guidolin gli dà una chance importante prima giocando a destra poi a sinistra ma sinceramente ci si aspettava qualcosa di più anche se nella ripresa dà segni di risveglio MURIEL 6: dopo il vantaggio di Di Natale cerca giocate e dribbling. Il palo gli dice di no, in alcune situaizoni cerca il numero a sensazione comunque meglio coì largo che dietro a Di Natale. Cincischia anche quando servito da Silva tarda a offrire la palla a Di Natale dal 69° CAMPOS TORO 6: discreto impatto sulla partita, chiamato anche per riequilibrare la squadra con un tradizionale 3511 nel finale DI NATALE 6,5: il gol 150 arriva nel giorno del 60° compleanno di Zico. A parte la marcatura solo un lancio illuminante per Gabriel Silva dall’85° MERKEL svrassero potrebbe chiudere l’incontro.

Nella ripresa il Pescara si fa più pericoloso con Abbruscato e Weiss anche se i bianconeri rispondono con un Muriel sciupone ed egoista che si merita la sostituzione. Il Pescara reclama prima per un rigore di Danilo su Bjarnasson che ci stava poi ancora per un intervento sempre di Danilo su Sculli. L’Udinese vince ma non convince del tutto. Europa League a 7 punti ma se la finale della Coppa Italia dovesse sorridere ai bianconeri sarebbe buono anche il sesto posto che al momento è a solo tre punti. Sabato alle 20:45 scontro diretto con la Roma BRKIC 6: partita fin troppo semplice. Gli abruzzesi non arrivano mai veramnete a farsi pericolosi dalle sue parti. degne di nota le paarate su Weiss e Abbruscato a inizio del secondo tempo HEURTAUX 6,5: Benatia deve avergli insegnato l’anticipo a metacampo che lui applica con una certa regolarità e con durezza se serve. Prova onesta ma non dominante DANILO 5,5: gli avanti del Pescara non pungon più di tanto e il brasiliano di limita a dirigere la difesa e reimpostare il gioco dal basso.rischia tantissimo quando strattona Bjarnasson che reclama il rigore. All’80° rischia un altro rigore su Sculli che l’arbitro non fischia DOMIZZI 6: come i compagni di reparto è chiamato in causa davvero poco. Si limita all’ordinaria amminstrazione. Il rapido vantaggio non lo richiama ad arrembaggi nella metacampo avversaria PEREYRA 6: schierato a sorpresa in fascia dimostra che ha la gamba per fare quel ruolo. Forse dovrebbe essere libero da compiti difensivi. Duetta con Maicosuel ma non si arriva mai alla concretizzazione. ALLAN 6,5: non sbaglia niente ma non incanta e tiene il ritmo basso dopo li vantaggio iniziale. L’udinese parte troppo poco in contropiede però. All’87° si inventa un serpentina fino in area avversaria BADU 6: buon incontrista sembra averci capito qualcosa anche tatticamente e d è sempre in posizione. Perde la ragione quando arriva nei pressi della porta tentando ancora una volta conclusioni fuori dalla logica. Nel finale si inventa invece anche un bellissimo passante per Pereyra GABRIEL SILVA 6,5: non fa melgio degli altri ma si fa notare per una bella volata sulla sinistra con palla servita a Muriel che calcia sul palo. Ottima anche la percussione nella ripresa con 50 metri palla al piede MAICOSUEL 6: Guidolin gli dà una chance importante prima giocando a destra poi a sinistra ma sinceramente ci si aspettava qualcosa di più anche se nella ripresa dà segni di risveglio MURIEL 6: dopo il vantaggio di Di Natale cerca giocate e dribbling. Il palo gli dice di no, in alcune situaizoni cerca il numero a sensazione comunque meglio coì largo che dietro a Di Natale. Cincischia anche quando servito da Silva tarda a offrire la palla a Di Natale dal 69° CAMPOS TORO 6: discreto impatto sulla partita, chiamato anche per riequilibrare la squadra con un tradizionale 3511 nel finale DI NATALE 6,5: il gol 150 arriva nel giorno del 60° compleanno di Zico. A parte la marcatura solo un lancio illuminante per Gabriel Silva dall’85° MERKEL sv

facebook
417