Bearzi

Udinese: Lasagna apre all’inter, Scuffet va alla SPAL. Tutti vogliono Meret, suggestione Brignola

Dopo che la società ha annunciato la scelta di Velazquez come nuovo timone tecnico per la prossima stagione (il contratto sarebbe triennale) i fari si spostano sul mercato della società friulana.

Cosa serve a questa squadra: il mister spagnolo nell’ultima esperienza biennale all’Alcorcon (liga2 equivalente alla nostra serie B) ha schierato la sua squadra sia con la difesa a 3 (con questo modulo ha ottenuto la salvezza il primo anno) sia a 4 (che ha soppiantato il 352 dopo 7 giornate dell’ultima stagione).

Difficile quindi definire a priori quali saranno gli innesti tecnici che saranno più necessari alla squadra.

PORTIERE: Scuffet si è di fatto accasato alla SPAL (in prestito) dove si giocherà il posto con Gomis che lo scorso anno ha sostituito più che dignitosamente Meret quando era infortunato. Meret di ritorno quindi? Non è detto visto che il portiere friulano è richiestissimo in Italia (Fiorentina e Roma se dovesse partire Alisson) ma il prezzo fissato dai Pozzo è molto molto alto: ben 25 milioni. Prima che si sappia qualcosa bisognerà aspettare che il domino dei portieri veda sistemate le caselle di portiere della Roma e del Napoli.

DIFESA: sicuramente il reparto in cui i bianconeri hanno maggior bisogno di innesti. L’interessamento per Letizia del Benevento fa supporre che ci sia in previsione la cessione di Widmer visto che le caselle degli esterni sono abbondanti (Widmer e Zampano a destra, Adnan e Pezzella a sinistra – senza considerare il duttile Stryger)
per quanto riguarda il reparto dei centrali radiomercato non fa registrare indiscrezioni di alcun tipo anche se il pacchetto costituito da Danilo, Samir, Nuytinck, Angella e Stryger (usato spesso come centrale di destra in una difesa a 3) ha sicuramente bisogno di una rispolverata.

CENTROCAMPO: sembra più bloccata la situazione a centrocampo: Behrami, Hallfredsson, Balic, Jankto, Fofana e Barak costituiscono un buon potenziale anche se i primi due hanno palesato dei chiari problemi di tenuta fisica nella stagione scorsa: lo svizzero è di cristallo l’islandese ha alternato prestazioni modeste ad altre molto più corpose. Balic resta il grande mistero e con ogni probabilità la grande scommessa della prossima stagione. I progressi ci sono stati e le doti tecniche non si discutono pur annacquate da una posizione difensiva spesso approssimativa e troppa leggerezza su alcuni palloni semplici. Se Velazquez opterà per il centrocampo a 3 (che sia 352 o 433) ci sarà un solo posto per tre giocatori mentre se il tecnico spagnolo dovesse privilegiare il 4231 Balic potrebbe essere affiancato da uno fra Behrami e Hallfredsson (senza dimenticare l’ipotesi Fofana).

Il capitolo mezzali è quello più sostanzioso per l’Udinese con un trio, nonostante la stagione fra chiaro e scuri, da fare invidia a molte squadre. Jankto potrebbe essere sacrificato visto anche le sue pressioni per lasciare il Friuli e anche Fofana verrà coinvolto nelle voci di calciomercato dopo che i nomi grossi si saranno sistemati. Più probabile ancora un anno di permanenza per Barak che potrebbe essere schierato anche da trequartista centrale in un 4231 che potrebbe essere la sistemazione ideale per i friulani per il prossimo anno. Da non dimenticare Ingelsson che ha dimostrato di poter essere arruolabile

ATTACCO: Lasagna è stato accostato all’Inter e il procuratore del giocatore ha definito l’ipotesi come un sogno anche se non ci sarebbe stato alcun passo ufficiale al momento visto che i nerazzurri al momento sono impegnati su Icardi e sulle cessioni necessarie per il Fair play finanziario. Se ne riparlerà dopo il 30 giugno. L’Udinese ha abbandonato la pista Cerri (15 milioni) ed è sfumata anche la voce che accostava i bianconeri al brasiliano Verissimo. Spunta il nome di Brignola, talentuosissimo 18enne in forza al Benevento che i bianconeri si starebbero contendendo col Sassuolo. Sarebbe un gran colpo, piccolo scattante molto tecnico può giocare da trequartista e da punta anche se il suo futuro potrebbe essere più da esterno.

In uscita Maxi Lopez che non ha raggiunto i gol necessari al rinnovo automatico; anche per De Paul sembra che siamo ai titoli di coda: se le voci su offerte da Spagna e Portogallo sono vere difficilmente (eufemismo) lo vedremo al prossimo raduno dell’Udinese. Nel limbo Perica: reclama più spazio ma difficilmente potrà averlo a Udine.

 

facebook
1.627