Bearzi

Udinese: manca ancora qualcosa in difesa, attesa per i trequartisti

L’Udinese continua la preparazione nel suo ritiro austriaco mentre cerca di portare a termine il mercato di questa sessione estiva che ha visto non molti interventi sulla rosa ma che hanno cercato di completare il gruppo a disposizione del nuovo tecnico Julio Velazquez.
Nelle prime partite l’impronta del nuovo allenatore si è vista in maniera abbastanza chiara: 4231, gioco avvolgente sulle fasce e palla a terra . Ovviamente la modestia degli avversari non ha permesso di capire quanto saranno forti nell’uno contro uno gli esterni alti né quanto la coppia di centrali sarà in grado di impostare e contrastare.

PORTIERI: Musso sembra destinato a fare il titolare e con l’arrivo di Rafael dal Verona pare ormai imminente la partenza di Scuffet
DIFESA: sicuramente il reparto con il maggior bisogno di rivoluzione: a destra sicuramente troverà nuovamente spazio il danese Stryger-Larsen con Ter Avest come seconda scelta. Anche a sinistra i giochi sembrano piuttosto chiari con il terzetto Pezzella/Adnan/Samir a giocarsi il posto da titolare anche in considerazione che l’iracheno potrebbe giocare anche da esterno alto. I centrali sono sicuramente il punto dolente: in attesa di una sistemazione per Angella la rosa è piuttosto ampia con i soliti Danilo, Samir, Nuytinck e il rientrato Heurtaux. Il volto nuovo è il 20enne ghanese Nicholas Opoku che è sembrato comunque un giocatore presentabile. Dalla Grecia danno praticamente per fatto l’acquisto di un altro giovanissimo centrale dall’Olimpiacos: si tratta del classe 98 Dimitrios Nikolaou. in questo reparto probabilmente serve ancora qualcosa.
CENTROCAMPO: i due davanti alla difesa secondo il nuovo modulo dovrebbero essere un giocatore con più capacità di regia, quindi Mandragora e in alternativa Balic, e uno più destinato alla fase difensiva con un posto in ballo fra Fofana, Hallfredsson e Behrami con uno dei due giocatori maturi quasi sicuramente in uscita. Le maggiori novità dovrebbero venire dal trio alle spalle della punta: a detsra è stato acquistato l’argentino Pussetto, un giocatore da 8 milioni di dollari quindi un investimento piuttosto ingente per l’Udinese. Da quel che si può vedere dai filmati di repertorio Pussetto è dotato di una potenza notevole e una tecnica discreta; viene schierato molto più spesso a destra anche se non è da escludere il suo utilizzo a sinistra qualora il mister opti per giocare con gli esterni a piede incrociato. A sinistra dovrebbe trovare collocazione Machis, folletto con esperienze passate nel Granada che ha ben impressionato nei test fino a qui disputati. Centralmente dovrebbe agire Barak che ha chiaramente dichiarato di preferire quel ruolo a quello di mediano. Con la partenza quasi certa di De Paul probabilmente l’Udinese tratterrà qualcuno fra i vari Ewandro, Micin e Mallè; Evangelista sembrerebbe destinato al campionato francese. Senza dimenticare che ai box c’è Ingelsson
ATTACCANTI: con Lasagna praticamente certo del posto Vizeu sembra costretto a sedersi in panchina ma per completare la rosa è probabile che arrivi un terzo attaccante, probabilmente più abile nel gioco aereo

LE PROSSIME AMICHEVOLI:

Martedì 24 luglio Ore 18:30, Udinese-Wolfsberger

Sabato 28 luglio  Ore 15:00, Udinese-Leicester

Mercoledì 1 agosto  Ore 18:00, Udinese-Al Hilal

Sabato 4 agosto  Ore 19:00, Udinese-Hannover

facebook
1.348