Udinese, mercato finito: la rosa è abbastanza ampia per campionaato e Europa?

udinese-milan-21E così con l’arrivo del 1 settembre è l’ora di stilare i bilanci del mercato dell’Udinese dopo il quarto posto dell’anno scorso e la repentina uscita di scena dalla Champions League. In uscita tre degli undici che si erano gloriosamente guadagnato il traguardo eruopeo l’ano scorso: Zapata, Inler e Sanchez. a questi si è agggiunto negli ultimi giorni anche il trasferimento di Denis all’Atalanta. Come sono stati sostituiti i tre gioielli delmercato bianconero che hanno fruttato tantissimo denaro alla famiglia Pozzo. Le cifre che si sono lette sui giornali, 28 milioni più bonus per sanchez, 12 milioni per Inler e 9 per Zapata non sono però da considerare tutte ascrivibili subito a bilancio. I pagamenti son ospesso dialzionati in più anni, tant’è vero che l’Udinese ha incassato negli anni parte della cesisone di Pepe, per fare un esempio. Fra i nuovi arrivati, un gruppo di promettenti ragazzini e poca concretezza tanto che in campo contro l’Arsenal si sono visti solo giocatori già in rosa l’anno scorso (anche se inchiodati alla panchina) tranne la fugace apparizione di Fabbrini.

Punto A: sostituire Sanchez

La cessione di Sanchez al Barcellona era inevitabile e piuttosto se le cifre sono quelle diffuse dai media la cessione del Nino è stata meno fruttuosa di quanto possibile visto altri trasferimenti (Pastore ad esempio) ma il cileno era assolutamente determinato ad andare in Catalogna e quindi probabilmente i blaugrana hanno sfruttato questa leva in fase di trattativa. Nella lunga estate del mercato sono stati fatti tantissimi nomi come possibili sostituti di Sanchez: Martinuccio, Piatti, Jeffren, Thiago Alcantara, Giovani Dos Santos, Maxi Lopez. Alla fine non è arrivato nessuno. Alcuni avevano trovato agevolmente sistemazione in giugno, altri non volevano lasciare le loro squadre di appartenenza, altri non volevano saperne di venire a Udine, altri costavano troppo. La società si è trovata con Floro Flores fra le mani: ha deciso che fosse lui la punta da affiancare a Di Natale nel prossimo campionato. Non dimentichiamo che Floro Flores ha realizzato 10 gol in18 partite al Genoa. Poteva l’Udinese comprare un attaccante più forte di lui? Difficile. A completare la batteria del reparto avanzato è tornato Barreto, una scommessa dopo un anno da fermo al Bari, il trequartista/esterno sinistro Fabbrini, una promessa che l’Udinese sicuramente vuole far crescere, e all’ultimo è arrivato anche il romeno Gabriel Torje. la stellina Muriel, protagonista del mondiale under 20 è stata girata al Lecce, probabilmente non potendo tesserare più di due extracomunitari nuovi Nel complesso la sensazione è che il reparto non sia del tutto competitivo per affrontare la sfida europea e il campionato anche se di discreto valore. Pochi dubbi sui titolari con Floro Flores  che sembra un altro rispetto alle deludenti annate scorse. Molto dipenderà dal recupero di Barreto che potrà dare il cambio ai compagni di ruolo. Fabbrini decve mangiare ancora polenta e perdere il vizio di passare la palla sempre con qualche secodno di ritardo

Punto B: sostituire Inler

Il centrocampo sembra essere il reparto che più ha subito il mercato estivo: Inler di fatto non è stato sostituito. Badu, pur andando oltre le aspettative nel doppio confronto con l’Arsenal, non ha le caratteristiche per sostituire lo svizzero. Inler era un incontrista con discreta predisposizione al gioco orizzontale e alla regia mentre Badu esprime il suo meglio in percussione palla al piede fermo restando le sue buone doti di incontrista. 4 dei 5 posti sono già assegnati con Isla a destra, Armero a sinistra, Pinzi e Asaomah mezzale. Il probabile 5 posto se lo giocheranno Badu appunto e Abdi che ha nettamente più doti di costruzione ma meno di incontrista e che Guidolin potrebbe piazzare dietro le due punte con il centrocampo a 4. Doubai, acquistato dallo Young Boys si è dimostrato del tutto inadeguato per ora, Sissokho jr è un incognita. Nelle ultime ore è arrivato anche l’esterno sinistro Pereira, probabilmente per dare il cambio a Armero. Anche qui come in attacco, il reparto non sembra adgeuato a sostenere le due competizioni.

Punto C: sostituire Zapata, la difesa rimane a 3?

Zapata, che era in scandeza di contratto, era già stato sostituito a gennaio con l’acquisto di Danilo che si è dimostrato un difensore di discreto valore anche se ogni tanto si lascia andare in improbabili lanci dalla difesa che il gioco di Guidolin non contempla. Il resto del reparto difensivo è composto da Benatia, Coda e Domizzi (assenti per infortunio contro l’Arsenal) , Ekstrand, Pasquale, dal nuovo arrivo Neuton, e dai lungodegenti Basta e Ferronetti. Contro gli inglesi la difesa a 4 ha fatto grandissima difficoltà per la totale mancanza di terzini di ruolo e lo stesos Neuton a sinsitra ha palesato dei limiti di velocità che lo fanno pensare più adatto al ruolo di centrale. Se si giocherà a 3 la difesa è un reparto perfino abbondante se si opterà per i 4 ci saranno più difficoltà. In porta confermatissimo Handanovic, baluardo insuperabile come dimostrato nel preliminare di Champions.

Punto D. Guidolin cosa ti inventerai?

Dovendo sostituire Sanchez probabile che il mister opti per schierare un secondo attaccante al fianco di Di Natale. Quindi le punte saranno 2. Fatto salvo che 4 centrocampisti sono inamovibili il 5 posto se lo dovrebbero giocare alternativamente Badu e Abdi, anche a seconda dell’avversario. Fabbrini sarà la prima alternativa in molti ruoli, sicuramente la società punta moltisismo a valorizzarlo. La difesa a questo punto potrebbe rimanere a 3. gfiocando a 4 si darebbe molta più libertà a Isla e Armero ma in fase difensiva non sembra una squadra coperta da terzini di ruolo.

Punto E. Obiettivi

La squadra è competitiva per il campionato per giungere tranquillamente alla quota 40 con ampio margine e poi giocarsi quello che verrà anche se i fasti dell’anno scorso rimangono una chimera e anche l’approdo in Europa sembra molto difficile. I problemi sorgeranno nell’affrontare il girone di Europa League: la rosa è abbastanza ampia e competitiva per sostenere le due manifestazioni? Dipenderà dalla qualità dei nuovi innesti che per ora sono tutti delle scommesse.

360