Udinese: possibile ingresso di un colosso cinese nella società bianconera

pere-guardiola-jiang-lizhang-gino-pozzo-presentaron-acuerdo-shanghai-1457367014433La squadra sta andando male come mai negli ultimi anni, sul nome dello stadio pende una mozione del consiglio comunale che lo vuol riportare al tradizionale “Friuli”, Totò Di Natale sembra arrivato all’ultimo tango della sua gloriosa carriera ma l’Udinese guarda avanti. Secondo quanto riportato dal quotidiano Milano Finanza Gino Pozzo in un recente viaggio d’affari in Cina avrebbe trattato per un apartnership che interesserebbe la società bianconera in una qutoa che si attesterebbe intorno al 20%.

Gino Pozzo si era recato nel paese del Dragone per stringere un accordo con Desports, agenzia cinese di marketing sportivo e con la compagnia internazionale Media Base Sports (MBS) per rafforzare il calcio nel Paese asiatico. L’obiettivo è di “esportare la filosofia manageriale che ha avuto successo nei club europei e colmando così il gap commerciale tra l’Asia e l’Europa.

Al quadro va aggiunta la voce dello scorso gennaio secondo la quale c’era stato un interessamento cinese (PPTV sport) per il Granada e lo stretto legame fra Infront (controllata da Wanda Sports, anch’essa cinese e già partner dell’Atletico Madrid) e la società friulana. Il colosso che controlla il calcio italiano (e non solo) curerebbe già parte degli accordi commerciali dell’Udinese.

805