Udinese: Scuffet “Da friulano dedico il mio esordio al Friuli”

bologna udinese-11Esordire in serie A a 17 anni e 7 mesi, aver vinto il premio per miglior portiere al mondiale under 17 e sobbarcarsi li peso di essere un predestinato. Questo è il mondo di Simone Scuffet, portiere dell’udinese nato a Remanzacco

Queste le sue parole ai microfoni di Skysport che lo ha premiato come uomo partita sky:  “C’era grandissima emozione perché non avrei mai pensato di giocare. Il mister ha deciso di far giocare me e sono contento anche perché sono arrivati tre punti fondamentali per noi. È da tanto che manca un friulano in prima squadra e sono contento di essere io il primo a farlo. Spero di riuscire a onorare sempre questa maglia. Per una squadra come la nostra può essere difficile calarsi nella mentalità di una squadra che deve salvarsi, ma lo stiamo facendo e cercheremo di uscire da questa situazione il prima possibile. Dedica? Voglio dedicarla a tutto il Friuli“.

Ai microfoni di Udinese Channel ha parlato il protagonista di giornata, Simone Scuffet, a proposito del suo esordio: “E’ stato tutto veloce e inaspettato. Fino a pochi minuti dall’inizio della partita non avrei mai pensato di giocare. E’ un onore per me rappresentare questa città e questa regione. Mi fa piacere che tutti siano contenti del mio esordio. Io ringrazio tutto lo staff, a cominciare dal mister e ora continuerò a lavorare per migliorare sempre le mie qualità”.

Emozionante anche la fiducia del gruppo: “Tutti i compagni avevano grande fiducia in me. Mi hanno detto di stare tranquillo e sereno e di fare le cose semplici, come le so fare. Dedico questo esordio anche alla mia famiglia e a tutti i miei amici, che mi sono sempre stati vicino”.

Aldilà dell’esordio, tanta felicità anche per il rilancio dell’Udinese: “E’ stata una vittoria importantissima per la classifica e per il morale. Abbiamo giocato benissimo tutti e piano piano stanno uscendo alla grande i nostri valori in campo”.

facebook
644