Udinese: sfida in trasferta con il Crotone

stadio

Sarà uno dei due posticipi della quindicesima giornata di Serie A quello che si giocherà allo stadio “Ezio Scida” di Crotone il 4 dicembre e che metterà di fronte i rosso-blu e l’Udinese.

Sono quasi novecento i chilometri che separano la città della “Magna Grecia” dal capoluogo friulano, ma in classifica le due squadre sono vicinissime visti gli stessi punti, dodici, anche se i bianconeri devono recuperare la complicatissima trasferta dell’ “Olimpico” contro la Lazio. Entrambe giungono alla prossima sfida dopo aver affrontato le due squadre più forti del campionato: Napoli e Juventus.

Nell’ultimo incontro l’Udinese ha visto il debutto in panchina di Massimo Oddo, subentrato a Luigi Delneri dopo la sconfitta casalinga con il Cagliari. Le zebrette hanno affrontato un Napoli poco esaltante, che comunque in maniera concreta è riuscito ad ottenere i tre punti che gli consentono di stare in vetta alla classifica.

L’Udinese non ha molto da rimproverarsi; il nuovo allenatore è riuscito a mettere in campo una squadra molto ordinata, meglio in fase difensiva che offensiva, visto che il solo Perica non ha potuto impensierire più di tanto la retroguardia partenopea.

Il match è stato deciso da un episodio. Intorno alla mezz’ora Angella atterra in area di rigore il veterano Maggio. L’arbitro Di Bello fischia il penalty; dal dischetto non parte Mertens ma Jorginho, e l’italo-brasiliano prima si fa respingere il tiro da Scuffet, ma sulla respinta porta in vantaggio il Napoli al 33’. Nel secondo tempo giocano meglio i friulani ma il risultato non cambia: Napoli batte Udinese 1-0.

Il Crotone dovrà superare mentalmente la trasferta dell’Allianz Stadium. La squadra di Nicola è giunta a Torino con l’idea di difendersi per poi ripartire; nel primo tempo ha avuto ragione l’allenatore piemontese, visto che i primi 45’ si sono chiusi sullo 0-0.

I bianconeri torinesi, schierati con un nuovo 3-4-2-1 da Massimiliano Allegri, si sono scatenati nella ripresa; al minuto 52 Mandzukic (in campo al posto di Higuain) incorna di testa su cross di Barzagli. Otto minuti più tardi arriva il raddoppio di De Sciglio, che con un gran destro dal limite dell’area di rigore batte Cordaz. A venti minuti dalla fine, Benatia chiude la partita sul definitivo 3-0. Non una bella prestazione per il Crotone, che è uscito dal campo con il solo 22% di possesso palla.

L’incontro tra Crotone e Udinese si preannuncia bilanciato e incerto, come si può vedere dalle quote di BetStars. Il Crotone parte con un leggerissimo vantaggio per il bookmaker, che quota la vittoria dei calabresi A 2.70, poco più bassa di quella assegnata alla vittoria dei friulani, pari a 2.75; il pareggio è dato a 3.15. Grande equilibrio per il bookmaker, con le due squadre che arriveranno in campo con forte motivazione.

L’Udinese vuole tornare a fare punti; la squadra di Oddo non vince dall’undicesima giornata (non ha giocato la dodicesima giornata a causa di un rinvio per nubifragio), quando s’impose sull’Atalanta per 2-1. Per la trasferta in Calabria, i friulani dovrebbero schierare un 3-5-2 ma dovranno rinunciare ad Hallfredsson e forse anche a Behrami.

Il Crotone vorrà riscattare il pesante K.O. di Torino sfruttando il fattore campo. Per il match del 4 dicembre Mr. Nicola si affiderà al solito 4-4-2 ma dovrà fare a meno di Budimir, fermo per squalifica, e, ovviamente, a Tumminello, indisponibile per infortunio da settembre per una rottura del legamento crociato.

 

900