PopSockets

Udinese: si riparte

sanchez 2Comincia li 6 luglio la nuova stagione dell’Udinese: ad oggi due le grosse novità: l’arrivo del nuovo direttore generale Sergio Gasparin e la cessione di Fabio Quagliarella al NapoliParte dunque il ritiro per Montepulciano dove Pasquale Marino, confermato nonostante alcuni spifferi nel momento più difficile dell’anno scorso (le famose 11 partite) avrà alle sue dipendenze un gruppo molto folto;

a guardia dei pali ci sono ancora Handanovic, Belardi e Koprivec.

la difesa dopo la definitiva cessone della metà di Motta può contare sulla destra su Ferronetti (che dovrebbe aver recuperato dall’infortunio) e sul nuovo arrivato Cuadrado. A sinistra si giocheranno il posto Lukovic e Pasquale, acquistato alle buste dal Livorno. I due centrali difensivi saranno scelti fra Felipe, Zapata, Coda e Domizzi, anche se quest’ultimo è stato dato molto spesso sul piede di partenza.

a centrocampo, ipotizzando che Marino confermi il 433 dell’anno scorso, rimane il grande dubbio del regista: D’Agostino dopo una lunga trattativa con la Juve sembrerebbe destinato a rimanere in Friuli.«Quelli mi hanno preso per un piazzista, perciò me lo tengo. Pensavano di forzare la situazione sfruttando la volontà del giocatore e mi dispiace soprattutto per questo, perchè hanno usato e illuso il ragazzo. Ma adesso basta: comincia il ritiro e anche lui ricomincerà a pensare all’Udinese. Sarà difficile ma può essere una sfida per fare vedere quanto vale a chi non l’ha veramente voluto» (Pozzo su D’agostino al Messaggero veneto)Inquesto caso dovrebbe essere di nuovo il perno centrale della squadra. Al suo fianco giostreranno Inler (che voci dell’ultim’ora danno sotto osservazione dell’Arsenal) e la grande sorpresa Asamoah. Il primo cambio sarà il duttile Isla, utilizzato anche in difesa sulla destra (anche nella sua nazinale). Resta da scoprire Zimling, arrivato l’anno scorso a gennaio e in attesa di vedere un po’ più campo del finale di stagione scorso. E’ tornato anche Morosini dal Vicenza e l’Udinese potrebbe anche tenerlo in rosa come cambio di D’Agostino. Da valutare lo spagnolo Gomez e sicuramente in ripartenza Pinzi dopo l’avventura a Verona, sponda Chievo, dell’anno scorso, come probabimente Kelvin Matute proveniente dall’Arezzo.

Davanti i soliti fuochi d’artificio stile Udinese: partito Quagliarella per Napoli il suo posto dovrebbe essere preso naturalmente da Floro Flores affiancato a destra da Pepe e a sinistra da Di Natale. Si tratta ovviamente di capire se il capitano resterà. L’offerta del Parma è concreta ma non sufficiente per le richieste di Pozzo. L’idea è che comunque in qualche modo l’affare si farà. L’Udinese ha la necessità di valutare al massimo la stella Sanchez: l’anno scorso era il naturale sostituto di Di Natale, anche se in nazionale gioca a destra. Qualcuno quest’anno dovrà fargli spazio. Oltre al nino maravilla è arrivato anche Orellana, altro esterno d’attacco cileno, che però potrebbe restare parcheggiato in sudamerica nel caso non si liberasse una casella davanti. Tutto da vedere il gioiellino del Santos Alemao. Per il ruolo di vice Floro Flores sono stati acquistati Bernardo Corradi e Leandro Caruso. Probabile la permanenza di solo uno dei due in bianconero

PORTIERI: Samir Handanovic (1985), Emanuele Belardi (1978), Jan Koprivec (1989), George Bucuroiu (1990).

DIFENSORI: Andrea Coda (1985), Juan Cuadrado (1988), Mauro Domizzi (1980); Felipe (1985), Damiano Ferronetti (1985), Alekandar Lukovic (1982), Giovanni Pasquale (1982), Cristian Zapata (1986), Alain Nef (1982), Gefferson Oliveira (1988), Ricardo Ghara Lerma (1990), Jonny Cabrera (1989).

CENTROCAMPISTI: Kwadwo Asamoah (1988), Gaetano D’Agostino (1982), Gokhan Inler (1984), Mauricio Isla (1988), Pir Mario Morosini (1986), Christian Obodo (1984), Fernando Tissone (1986), Niki Zimling (1985), Jaime Gomez Romero (1989), Ergun Berisca (1986), Dusan Basta (1985).

ATTACCANTI: Leandro Caruso (1981), Bernardo Corradi (1976), Antonio Di Natale (1977), Antonio Floro Flores (1986), Odion Ighalo (1989), Fabian Orellana (1986), Simone Pepe (1983), Alexis Sanchez (1988), ferdinanzo Sforzini (1985), Tofolo Junior Alemao (1989).

facebook

Lascia un commento

606