Bearzi


Nessuno ‘spauracchio’ sulla strada dell’Udinese nel sorteggio dell’ultimo turno preliminare della Champions League (21-22 e 28-29 agosto) che si svolgerà domani a mezzogiorno a Nyon, presso la sede dell’Uefa. Alle 13.30, avrà luogo il sorteggio dai playoff di Europa League (23 e 30 agosto), che interesserà la Lazio e verosimilmente l’Inter. Al contrario della passata stagione, quando l’Udinese dovette vedersela con l’Arsenal nei playoff di Champions (e finì eliminata di poco), questa volta gli uomini di Guidolin non affronteranno una grande d’Europa. Le possibilità di ritrovare la fase a gironi della Champions League (per la quale Juventus e Milan sono già qualificate) sono elevate. I possibili avversari dei friulani si chiamano Sporting Braga, Dinamo Kiev, Panathinaikos, FC Copenaghen e Spartak Mosca. Tutte squadre di buon livello ma nessuna inarrivabile. Lo Sporting Braga allenato da Jose Peseiro – con una vecchia conoscenza del calcio italiano, Fernando Couto, in qualità di assistente – giunse in finale dell’Europa League nel 2011 (battuto dal Porto dì Andre Villas Boas) ma non è ancora una grande del football portoghese. La Dynamo Kiev di Yuri Semin è squadra solida senza essere geniale. Conta nei propri ranghi l’ex milanista Taiwo, nonché vari nazionali ucraini. Il Panathinaikos, ora allenato dall’ex-tecnico del Porto Jesualdo Ferreira, si affida alle ‘vecchie glorie’ Katsuranis e Karagunis (campioni d’Europa con la Grecia nel 2004), nonché alla stella emergente del calcio ellenico Ninis. Lo Spartak Mosca si affida al giovane ex allenatore del Valencia Unai Emery per interrompere il dominio in Russia dello Zenit San Pietroburgo di Luciano Spalletti, e per brillare in Europa. L’avversario più agevole per l’Udinese sarebbe comunque il Copenaghen. I danesi, guidati dal belga Ariel Jacobs (ex Anderlecht), hanno eliminato il Bruges al terzo preliminare ma sembrano comunque nettamente inferiori ai friulani. Ad ogni modo, in caso di eliminazione, i bianconeri passerebbero nei gironi di Europa League. Nel torneo europeo minore, Lazio ed Inter (ammesso che si qualifichi, ma dopo il 3-0 dell’andata contro i croati dell’Hajduk, a Spalato, restano pochi dubbi) saranno teste di serie. Il Napoli, vincitore della Coppa Italia, è direttamente ammesso alla fase a gironi. Il quadro delle partecipanti non è ancora definito – le gare di ritorno del terzo preliminare si disputano stasera – ma sembrano poche le formazioni in grado di impensierire le italiane. Da evitare comunque ‘in primis’ i russi dell’Anzhi Makhachkala, allenati dal ‘santone’ olandese Guus Hiddink (già ct della Russia) e che possono contare in attacco sull’ex interista Samuel Etòo.

facebook

Lascia un commento

365