Bearzi

Udinese-Sporting Braga 1:1 (4:5 d.c.r.), finisce il sogno Champions. Le pagelle

Finisce ai rigori il sogno dell’Udinese in Champions League. Il tiro di Hugo Viana, migliore in campo dei portoghesi, spezza l’illusione friulana e caccia i bianconeri nell’Europa League. Si recriminerà sul rigore tirato in maniera suicida da Maicoseul, ma le ragioni del pareggio, e della conseguente sconfitta, vanno cercate in un atteggiamento troppo rinunciatario dell’undici di Guidolin, che ancora una volta ha sofferto in maniera esagerata il palleggio avversario e una condizione fisica non all’altezza dei propri avversari.

QUI GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

BRKIC, 7: un’uscita a farfalle nel primo tempo sporca una prestazione di livello, con tre parate che dimostrano tutta la sua affidabilità. L’uscita bassa dopo l’errore di Willians cambia l’inerzia della partita

BENATIA, 6,5: dalle sue parti gli avanti dello Sporting si presentano raramente la solidità del francese è una delle ragioni. Nei supplementari suona la caricano un’uscita da kaiser.

DANILO, 6,5: solita garanzia di qualità al centro della difesa bianconera. Di testa detta legge, costringendo gli avversari a cercare altre soluzioni. Il pareggio di Ruben Michael arriva dalla sua parte

DOMIZZI, 6: cala nel finale, ma si rivela sempre di grande affidabilità

BASTA 6,5: tra i più pimpanti dei bianconeri, ma non trova grande solidarietà attorno a sé

PINZI 6. tiene a galla il centrocampo. Meglio da mediano davanti alla difesa che da mezzala

WILLIANS, 5: inizia con un passaggio suicida e l’erroraccio, che fortunatamente non porta conseguenze negative, lo condiziona fino all’uscita. Dal 46′ BADU, 5: molto movimento con qualcosa di buono, ma troppa confusione

PEREYRA, 6: Primi venti minuti in apnea, poi prende coraggio e dimostra di essere il mediano con più qualità nei piedi a disposizione di Guidolin. Dal 68′ PASQUALE 5,5: molto attento a difendere, poco propositivo e pasticcione davanti

ARMERO, 5: è vero che segna la rete del vantaggio, ma ha sulla coscienza almeno tre palle gol nitide che getta alle ortiche, in un caso in modo comico.

FABBRINI, 5: troppi tocchi di palla e troppe situazioni in cui casca a terra ne condizionano in modo decisivo il rendimento. Dal 78′ MAICOSUEL, 4: “O Mago” non replica la buona prestazione di Firenze, lasciando l’amaro in bocca ai tifosi bianconeri con il peggiore degli errori dal dischetto

DI NATALE,5: il capitano non viene di certo aiutato dai compagni di reparto, ma non è stata una delle sue migliori serate in bianconero.

Nicola Angeli

facebook

Lascia un commento

429