Udinese-Verona: Guidolin “Bagnoli il mio maestro, Verona mi ricorda la giovinezza, ma domani importante vincere”

udinese - inter-21L’Udinese alla ripresa dopo la sosta sfida il Verona nel derby del triveneto. Gialloblu grande sorpresa del campionato veleggiano ai margini della zona europea (29 punti) mentre i bianconeri (20 punti)  con un andamento altalenante cercano lo sprint giusto per agganciare il treno dell’alta classifica. Muriel ancora out, e i tempi del recupero sembrano allungarsi ad altre due settimane; Domizzi recupera e giocherà con una maschera protettiva per proteggere il naso dopo il colpo fortuito subito nell’amichevole infrasettimanale

 

PASSATO: Verona è un ricordo importante per la mia giovinezza, giocavo lì, ero loro anche quando sono andato in prestito in giro per l’Italia. Ho un buon ricordo, tanta gente che faceva parte del club, sono stato lì tanti anni, sono arrivato che ne avevo 18 e sono andato via che ne avevo 30. Restano le cose belle, ricordo il mio primo ritiro con Zigoni e giocatori che vedevo sulle figurine. ero stato un acquisto oneroso, ero aggregato alla prima squadra, ho esordito in serie A con Valcareggi, ho giocato nella nazionale under 21, sono stato promosso dalla B alla A con Bagnoli.

BAGNOLI: ho avuto tanti bravi allenatori ma Bagnoli è stato il mio maestro. Mi ha intrigato più degli altri, mi ha capito e mi ha fatto rendere più degli altri. Ero timido ma bravo, mi ha responsabilizzato, sono stato anche capitano, ho fatto tanti gol e assist l’anno della promozione.

IL GRANDE VERONA: l’exploit dello scudetto del Verona non è un modello più proponibile, è tutto cambiato è impossibile nel calcio di oggi

VERONA SORPRESA: meritano i miei complimenti e li merita Mandorlini. Il mister è sempre stato bravo non solo negli ultimi due anni. Adesso gli stanno arrivando i risultati. Loro sono la rivelazione del campionato, giocano bene, hanno tanti punti. In proiezione vanno per i 60, hanno qualità, organizzazione, entusiasmo. Tanti complimenti

TONI: quest’anno si rivede il giocatore che conoscevo. Oltre a fare gol è utile per tutta la squadra. Quando lo avevo io a Palermo lo ritenevo il centravanti più utile del campionato italiano. Mi sembra tornato lo stesso giocatore. Merito della sua professionalità. Non è facile visto anche che ha 36 anni

UDINESE: c’è apprensione, noi abbiamo lavorato bene anche se gli ultimi due giorni siamo stati condizionati dalla pioggia. Spero di vedere la squadra giocare con aggressività, intensità, spero giocheremo bene.

LAZZARI/DOMIZZI: è una preoccupazione oggi ha lavorato dopo due giorni che non si allenava, vediamo fra oggi e domani. E’ solo un dolore, niente di grave, ma dobbiamo valutare. Domizzi è convocato con la maschera

CICLO: credo che abbiamo capito come dobbiamo giocare dopo una partenza molto blanda. Non eravamo pronti con la testa come lo scorso anno. sarebbe importante vincere domani, ma lo è anche per il Verona. Lo è per tutti”

 

 

PROBABILE FORMAZIONE: Guidolin contro le squadre che schierano tre punte preferisce schierare la difesa a 4. Brkic in porta, Heurtaux, Danilo, Domizzi, Gabriel Silva in difesa. Due mediani davanti alla difesa con Allan sicuro titolare e Pinzi favorito sull’acciaccato Lazzari. I tre trequartisti dovrebbero essere Basta, Pereyra e Nico Lopez a supporto di Di Natale

 

facebook
497