Veterinari FVG: vaccinare cani e gatti

gatto da adottare 2

Contro la rabbia silvestre l’unica risposta efficace è la vaccinazione. Lo ha ribadito oggi l’Ordine dei medici veterinari della provincia di Udine che ha caldeggiato “la massima adesione da parte dei proprietari di cani e gatti alla campagna vaccinale estiva”. L’antirabica – ha reso noto l’Ordine – si effettua tanto nelle Aziende sanitarie quanto negli ambulatori del veterinario di fiducia. “La nostra raccomandazione – ha spiegato il presidente, Renato Del Savio – è di non abbassare la guardia: i proprietari di animali non possono ignorare il pericolo della rabbia per l’animale e per l’uomo (l’esito è fatale quasi nel 100 per cento dei casi). Il veterinario rappresenta il presidio in prima fila sia per l’informazione sia per la profilassi che è obbligatoria”. “Immunizzando il 70% o più della popolazione canina si può ridurre la trasmissione della malattia in modo efficace – ha detto l’Ordine – anche in zone in cui la rabbia è endemica negli animali selvatici. Controllare la rabbia nei serbatoi selvatici è difficile, tuttavia gli sforzi compiuti per vaccinare le volpi selvatiche hanno mostrato segnali incoraggianti. La campagna, oltre ad essere un obbligo per tutelare la salute dei nostri animali, riduce i rischi per la salute pubblica”.

690