Viabilità: via a lavori circonvallazione San Vito Tagliamento

San Vito al Tagliamento, 8 feb – Quasi 31 milioni di costo
complessivo, dei quali oltre 21 finanziati dalla Regione, una
base d’asta delle sole opere viarie di circa 18,5 milioni, 5
chilometri e 400 metri di asse stradale ed infine 830 giorni a
disposizione per completare l’opera.

Sono questi i principali numeri attorno ai quali ruota la
circonvallazione di San Vito al Tagliamento, cantiere consegnato
quest’oggi alla ditta vincitrice dell’appalto alla presenza, tra
gli altri, dell’assessore regionale alle Infrastrutture, del
presidente del Consiglio regionale, del presidente di Fvg Strade
e del sindaco di San Vito.

Come ricordato dalla Regione, questa opera di importanza
strategica per il Pordenonese prende il via a distanza di quasi
vent’anni dalla sua iniziale progettazione. Ciò è stato possibile
grazie a una decisa accelerazione nei tempi per l’approvazione
del progetto definitivo e alle ulteriori risorse messe a
disposizione per la realizzazione, a cui si aggiunge un gioco di
squadra che ha visto lavorare assieme tutti gli enti coinvolti
nell’opera.

È stato inoltre evidenziato come la circonvallazione non vada
solo a beneficio dei cittadini di San Vito, che vedranno sgravare
la viabilità locale dalla presenza dei mezzi pesanti, ma anche a
vantaggio della locale zona industriale. Infine, si è posto
l’accento all’attenzione che la Regione ha dato negli anni alla
viabilità del Pordenonese, sbloccando e avviando importanti
cantieri.

L’intervento, del costo complessivo pari a circa 31 milioni di
euro, è stato finanziato dalla Regione con 21,1 milioni, dalla ex
Provincia (5,1 mln) e dal Comune (4,75 mln). Secondo il
cronoprogramma, dovrebbe essere completato entro l’estate del
2020. Il progetto prevede la realizzazione di un asse viario
lungo quasi 5,4 km, con due corsie da 3,75 metri e due banchine
laterali da 1,5 metri. Tra le opere figurano anche cinque
rotatorie, tre ponti, un viadotto e un sovrappasso per una spesa
complessiva di 15,7 milioni di euro. Il cantiere partirà con il
sondaggio del terreno per verificare l’eventuale presenza di
ordigni bellici; successivamente l’intervento prenderà il via con
la realizzazione della prima rotatoria.

Il percorso per la realizzazione della circonvallazione è
iniziato nel 2000 con l’allora Provincia mentre la progettazione
esecutiva si è conclusa nel 2016. A febbraio del 2017 la giunta
regionale ha approvato il progetto definitivo, aggiungendo
ulteriori risorse pari a 6 milioni di euro per consentire il
completamento dell’opera. Ad aprile del 2017 è stato pubblicato
il bando di gara europeo; alla scadenza della gara (luglio 2017)
hanno presentato le offerte 17 ditte. Le opere sono state
assegnate alla associazione temporanea d’impresa formata da
Adriastrade, impresa Coletto ed Ecovie.
ARC/AL/fc

Powered by WPeMatico

864