Udine

Vicino/Lontano: il programma del 4 maggio

La seconda giornata di vicino/lontano 2012, venerdì 4 maggio, comincia alle 8.30 alla Chiesa di San Francesco, con “Il piacere della legalità? Mondi a confronto”, un importante momento di riflessione dedicato al mondo della scuola. Insegnanti e studenti presentano i risultati di un progetto formativo interistituzionale che, in stretta relazione con i temi affrontati nell’ottava edizione del festival, si è concentrato sul rapporto fra etica individuale ed etica pubblica. Sono stati invitati a portare la loro esperienza di impegno sociale Claudio Burgio, fondatore e presidente dell’Associazione Kayròs che dal 2000 gestisce comunità di accoglienza per minori e servizi educativi per adolescenti, Pierluigi Di Piazza, fondatore e direttore del Centro di accoglienza Ernesto Balducci di Zugliano e Dario Montana, fratello del Commissario Beppe Montana, ucciso dalla mafia a Palermo nel 1985, e coordinatore di “Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”. Il progetto interistituzionale è a cura della Scuola Secondaria di I grado Via Petrarca, del Centro Territoriale Permanente Via Petrarca, degli ISIS Caterina Percoto e Bonaldo Stringher, della Direzione della Casa Circondariale di Udine, dell’Uf?cio Esecuzione Penale Esterna di Udine-Pordenone-Gorizia, e ha coinvolto anche una rete di scuole siciliane, il gruppo teatrale Spazio Aperto e personalità della cultura, del mondo finanziario e del volontariato. Studenti di età diverse sono stati sollecitati a riflettere su espressioni di uso comune dietro cui si nasconde e spesso trova giustificazione un disimpegno morale sempre più diffuso. L’intento è di recuperare, smantellando i luoghi comuni, il senso e il valore della responsabilità del singolo come base dell’etica pubblica, rivalutando e rafforzando allo stesso tempo l’importanza del ruolo educativo della scuola.
Gli appuntamenti a San Francesco riprendono nel tardo pomeriggio con la serata filosofica “Fabbricare l’uomo” (ore 18) e il confronto “La guerra dei media” (ore 21), a cura di LiMes, la rivista di geopolitica diretta da Lucio Caracciolo, e Historia Gruppo Studi Storici e Sociali Pordenone. “Fabbricare l’uomo” apre la discussione sul “post-umano”, uno dei temi forti di vicino/lontano 2012, ed è contemporaneamente il punto d’arrivo dell’omonimo progetto ideato dalla Sezione Friuli Venezia Giulia della Società Filosofica Italiana e realizzato grazie a un lavoro in rete che ha visto la collaborazione del Liceo scientifico Niccolò Copernico, del Conservatorio musicale Jacopo Tomadini e della stessa associazione vicino/lontano. Il programma prevede il reading-concerto “Correre sul filo”, con letture da Nietzsche, Sloterdijk e Foucault (voce di Stefano Rizzardi con Marco Briatti e Beatrice De Bellis) accompagnate dalle musiche del maestro Renato Miani eseguite da Carlo e Davide Teodoro (violoncello e clarinetto). Segue la tavola rotonda “Tecniche e politiche della vita”. Giovanni Leghissa, filosofo e ricercatore all’Università di Torino, Marina Maestrutti, maître de conferences in sociologia all’Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne, e Roberto Marchesini, etologo ed epistemologo, tra i maggiori esponenti della zooantropologia, moderati dalla curatrice del progetto Beatrice Bonato, cercheranno di approfondire il senso e le implicazioni del delicato passaggio che stiamo vivendo, sospesi tra le promesse biotecnologiche e la coscienza più che mai viva di essere animali tra gli animali.
“La guerra dei media” affronta il tema – di cui si occupa l’ultimo quaderno speciale di LiMes – dell’utilizzo dei media come armi geopolitiche. Ne sono alcuni esempi la guerra immaginaria della Libia del 2011 raccontata dai media secondo le intenzioni degli “sponsor” Cameron, Sarkozy e Obama; i file di WikiLeaks e i suoi media partner della prima ora fra cui NY Times e Guardian; il ruolo dei nuovi media nelle rivoluzioni e controrivoluzioni arabe; la censura di Internet in Cina. La questione necessita evidentemente di approfondimento e di un’indagine sistematica in relazione ai nuovi scenari internazionali. Insieme a Lucio Caracciolo ne parleranno, moderati da Guglielmo Cevolin, il direttore del Center for Oriental Strategic Monitoring Bernard Selwan El Khoury, i giornalisti Alessandro Aresu e Fabrizio Maronta, tutti collaboratori di LiMes.

CONCERTO E NARRAZIONE-SPETTACOLO (ORATORIO DEL CRISTO)
Lo spazio dell’Oratorio del Cristo, destinato ad ospitare gli incontri di approfondimento legati alle tematiche principali di vicino/lontano, sarà inaugurato alle 18 di venerdì dal Coro delle Voci Bianche e dei Veterani del III Circolo didattico di Udine. Diretto da Maria Nice Costantino, il coro proporrà alcuni canti dal suo repertorio, che si ispira alla tradizione classica e moderna, tra cui l’Inno d’Italia, Scarborough Fair (Anonimo sec. XIII), Fra’ Martino, C’era un re (canone tradizionale) e la Tarantella di Rossini.
“ACCENTO sul Verde – 100 minuti di idee & musica”, in programma alle 20, è una narrazione-spettacolo sul tema della green economy organizzata da p.èn. lab in collaborazione con vicino/lontano e Etrarte e collegata alla Notte Verde del Nordest. Dieci oratori avranno a disposizione sette minuti ciascuno (cui seguiranno 3 minuti di musica live con lo Strike Back Trio) per parlare, presentare, mostrare, mettere in scena, raccontare il proprio lavoro o la propria visione. Interverranno Stefano Maria Bettega, esperto di editoria digitale e scenari di rete; Devis Bonanni, il giovane carnico che ha scelto di vivere con quanto la sua terra produce e ha dato vita all’ormai famoso progetto Pecora Nera; Manuela Croatto, responsabile delle relazioni esterne dell’Università di Udine e ideatrice di Start Cup Young; Caterina Falleni, designer che utilizza nella sua progettazione nuove tecnologie in funzione di nuovi stili di vita e di un futuro eticamente corretto; Antonio Frattari, professore di architettura tecnica e di architettura del legno all’Università di Trento, che svolge ricerche sull’edilizia sostenibile; Giacomo Giuggioli, dell’ufficio comunicazione marketing del Teatro Stabile di Bologna, che talvolta si occupa di storie e improvvisazione; Stefania Quaini, co-organizzatrice della serie TEDxTrieste, tra i fondatori dell’associazione ManifeTSo2020 e CEO di The HUB Trieste, nodo di una rete internazionale di giovani innovatori; Luca Rossi esperto di hype, e-learning, interattività, storytelling, videogiochi e social network analysis; Riccardo Sabatini, imprenditore e fisico teorico impegnato nel campo delle nanotecnologie; Barbara Urbano, che in collaborazione con l’ong Liveinslums ha seguito come documentarista un progetto di agricoltura urbana nella Città dei Morti, il cimitero monumentale de Il Cairo dove vivono 800 mila persone.
STORIE (CORTILE DI PALAZZO MORPURGO)
Nel cortile di Palazzo Morpurgo (Sala Ajace in caso di maltempo), alle 17 il giornalista Toni Capuozzo e Paolo B.R. Pascolo ripercorreranno l’incredibile avventura umana di Ferdinando Pascolo – il partigiano “Silla”, nato a Gemona nel 1919 – così come l’ha raccontata egli stesso, dopo averla custodita dentro di sé per una vita intera, in un libro scritto a novant’anni.
Alle 18.30, Angela Terzani e Àlen Loreti parleranno del progetto editoriale a partecipazione gratuita che ha portato alla pubblicazione del potente volumetto Che fare? E altre prose sulla pace (Via del Vento edizioni, 2012), una breve biografia per immagini inedite e tre scritti sulla pace di Tiziano Terzani, scelti e curati da Loreti.
Alle 20.00, gli organizzatori della RAVE East Village Artist Residency, residenza internazionale per artisti nata nel 2011 a Trivignano Udinese, racconteranno la loro esperienza e le sorprese che ne hanno costellato il percorso. Partecipano Daniele Capra, Giuliana Carbi, Giovanni Marta, Isabella Pers e Tiziana Pers. Interverrà Gino Ditadi, filosofo della Deep ecology e teorico del biocentrismo. Dessert multietnico a cura di Cinampa e Vinyl dj set performance di Dj Kireevsky.

INCONTRI E PRESENTAZIONI IN LIBRERIA
Nella giornata di venerdì sei librerie udinesi ospitano altrettanti incontri. Il direttore Pier Aldo Rovatti e la redazione di “aut aut” festeggiano il 60° compleanno della rivista filosofica e la pubblicazione dell’antologia “Il coraggio della filosofia”, che ne raccoglie alcuni testi (Libreria Feltrinelli, ore 16.30). Luca Novelli accompagna i bambini in un viaggio verso un futuro sostenibile (Libreria per ragazzi La Pecora Nera, ore 17). Raccontando storie di persone e animali, Liliana Cori ci istruisce su sostanze nocive e inquinamento (Libreria Moderna, ore 17.30, a cura di WWF Fvg e ISDE). Alberto Garlini, affiancato da Roberto Mete, presenta il suo ultimo libro La legge dell’odio, edito da Einaudi, in cui ritorna – con una prospettiva inedita – sulla storia delle trame nere dell’Italia degli anni di piombo (Libreria Einaudi, ore 18; introduce Roberto Mete). Luigi Di Natale e Roberto Cescon presentano L’orlo del mondo, l’ultima raccolta di poesie di Di Natale (Libreria Friuli, ore 18). Il giornalista e scrittore Maurizio Crema, autore di A Est del Nordest racconta un viaggio nella Romania e nella Moldavia di oggi (Libreira Ubik, ore 18.30).

La partecipazione a tutti gli eventi di vicino/lontano è libera, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per il programma completo e le informazioni sulle modalità di ingresso:
www.vicinolontano.it
info line 0432-287171

facebook
745