Bearzi

Vigili fuoco: Serracchiani-Bocci, ok a novi rinforzi in Fvg

Latisana (Ud), 27 set – “La pressione compiuta nei confronti
del ministero ha dato buoni frutti. Il sottosegretario Bocci ha
infatti ricordato che tra le 761 nuove leve che usciranno dal
corso nazionale dei Vigili del fuoco ci potranno essere anche le
risorse umane per implementare gli organici del Friuli Venezia
Giulia”.

Lo ha detto la presidente della Regione, Debora Serracchiani,
commentando le parole del rappresentante del Governo presente
quest’oggi a Latisana in occasione della cerimonia di
inaugurazione del nuovo distaccamento dei volontari dei Vigili
del fuoco. Per l’occasione erano presenti all’evento anche il
sottosegretario agli Interni, Gianpiero Bocci, il sindaco Daniele
Galizio, il capo del corpo nazionale dei Vigili del fuoco,
Gioacchino Giomi, il capo dipartimento nazionale del corpo, Bruno
Frattasi, il direttore regionale Loris Munaro, e il comandante
provinciale dei Vigili del fuoco, Alberto Maiolo.

Nel suo intervento, Bocci ha ricordato come, a fonte di impegni
volontari e non dovuti assunti dalla Regione nei confronti dei
Vigili del fuoco, verranno inviati in Friuli Venezia Giulia nuovi
uomini per implementare gli organici. Di recente, Serracchiani
aveva inoltrato una lettera al ministro dell’Interno, Marco
Minniti, per ringraziarlo dell’invio di quattro unità nella
nostra regione ed evidenziare la contestuale necessità di
ulteriori rinforzi.

“Quello di Latisana, ma in generale dell’intera provincia di
Udine, è un territorio molto vasto – ha affermato la presidente
Fvg – che ha bisogno di un costante presidio per essere pronti ad
affrontare i rischi di dissesto idrogeologico ma anche – ha
aggiunto – per il tempestivo intervento di uomini e mezzi dei
Vigili del fuoco in casi di incidenti nel tratto di strada
interessato dai cantieri per la costruzione della terza corsia
della A4”.

Serracchiani, che ha esordito rivolgendo un “enorme grazie ai
Vigili del fuoco per tutto quello che fanno”, ha evidenziato la
forte collaborazione esistente in Friuli Venezia Giulia tra la
Regione e il corpo, “sfociato in una convenzione che accompagna
l’attività dei Vigili del fuoco per i prossimi tre anni con un
sostegno economico regionale pari a 1,3 milioni di euro. Tra
queste risorse ci sono anche quelle utilizzate per completare il
distaccamento di Latisana”.

Rivolgendosi al sottosegretario, Serracchiani ha chiesto di
tenere in considerazione l’impegno profuso dalla Regione “perché
abbiamo bisogno di braccia e mezzi per rendere effettivo questo
sforzo che anche noi stiamo facendo per il presidio e la
sicurezza del territorio”. Un appello che è stato subito raccolto
da Bocci, il quale ha innanzitutto ringraziato la presidente per
l’impegno dimostrato nei confronti dei Vigili del fuoco del
Friuli Venezia Giulia. In particolare, ha evidenziato il fatto
che per la vastità del territorio udinese e per la domanda
storica di sostegno proveniente da questa zona sia effettivamente
necessario avere più risorse per affrontare le necessità.

“In un periodo storico come questo – ha detto l’esponente del
Governo – fare inaugurazioni e prendere impegno nel rafforzare la
presenza dello Stato nel territorio è un atto importante. Ciò non
è possibile in tutte le regioni ma in Friuli Venezia Giulia la
Giunta ha deciso di destinare risorse al sistema del soccorso
perché convinta che sia un investimento che va a migliorare il
sistema della sicurezza del territorio”.

“A fronte di questo sforzo, che non era dovuto ma che è stato
compiuto in modo convinto dalla Regione, l’impegno che ci
assumiamo con il capo del corpo nazionale – ha concluso Bocci – è
quello di trovare le risorse umane che restano da impegnare in
Friuli Venezia Giulia tra i 761 nuovi Vigili del fuoco che
usciranno dal corso che si sta svolgendo a Roma”.
ARC/AL/fc

Powered by WPeMatico

facebook
753