Bearzi

vocalia_jon_regen.jpgAnteprima al Teatro Zanon di Udine, lunedì 5 maggio, alle 21, per l’8.edizione del festival internazionale di musica VOCALIA, quest’anno dedicato al tema L’America! , che proseguirà poi nella sua sede originale, il Teatro Verdi di Maniago, il 9, 10, 16 e 17 maggio.Una festa, quella del 5 maggio, che ha il significato di un benvenuto, di un omaggio al pubblico della rassegna (non a caso l’ingresso è gratuito) fortemente voluto dal Comune di Maniago che promuove festival e dall’Ente regionale teatrale che lo organizza, con la direzione artistica di Gabriele Giuga.
Protagonista dell’attesa serata sarà uno dei nomi più nuovi dell’attuale onda musicale newyorkese, Jon Regen (piano e voce), accompagnato da P.J.Phillips al basso e da Paul John Miller alla batteria. Definito dal Danube Cuurier “il miracolo di new York”, Regen, originario di Malewood, nel New Jersey, vanta nella sua formazione musicale i nomi prestigiosi della Eastman School of Music e quello di Kenny Barron. Ma soprattutto l’atmosfera newyorkese, fatta di quel flusso inarrestabile di stimoli e competizioni musicali irriproducibili altrove.
A New York Jon Regen ha legato il suo nome e il suo individuale modo di suonare il piano a Jimmy Scott, icona della vocalità e guru musicale di intere generazioni. Da lì il salto al successo da solista è stato accompagnato dai successi discografici. Prima, nel 2000, con il CD Live at the Blue Note, salutato dalla critica come sorpresa musicale dell’anno. Nel 2001 esce poi Tel Aviv che proietta Jon Regen nel mercato internazionale che gli ha riconosciuto talento straordinario insieme a meravigliosa vena improvvisativa. Con Almost Home, del 2004, consolida la sua presenza nel mondo della musica come cantautore e con Let it Go, completato alla fine dello scorso anno, la qualità personale di una voce infallibile e particolare diventa un riferimento.
Il festival proseguirà poi nel Teatro Verdi di Maniago con altri grandi nomi e due serate in esclusiva assoluta, a partire appunto, dall’apertura del 9 maggio (alle 21) con il virtuosismo vocale di Cheryl Bentyne, da Los Angeles, regina dei Manhattan Transfer, il quartetto vocale più famoso al mondo, che sarà a Vocalia con un concerto in esclusiva europea; sabato 10 maggio ecco un’incursione nella musica dei primi anni del secolo scorso accompagnati da due nomi che in Italia hanno fatto la storia di questo genere: Lino Patruno e la sua big band con ospite d’eccezione Minnie Minoprio, voce del dixieland sin dagli anni ’60, oggi padrona di casa del suo Cotton Club di Roma, la casa del jazz.
Venerdì 16 maggio ancora un’esclusiva del festival, questa volta nazionale, con le londinesi Puppini Sisters, fenomeno del momento, un trio femminile assolutamente unico, protagonista della rinascita di un boogie-woogie ironico e virtuosistico che sta spopolando nei teatri di tutto il mondo. Si chiude sabato 17 maggio con la voce italiana più votata al groove del funk: Gegè Telesforo che viene a Maniago per divertire e stupire, come sempre, accompagnato dalla vocalist di New Orleans Mia Cooper e una band di virtuosi innamorati della black music.
Dunque quest’anno Vocalia guarda all’America, a quella musica che da oltre un secolo ispira, per fortuna, la nostra musica e quella degli altri. Serve forse scomodare i grandi e piccoli nomi del jazz, del rock’n roll, del blues o la miriade di voci che hanno popolato, e qualche volte appiattito, il pop di tutto il mondo? È un dato così evidente, che la sfida del festival è piuttosto quella trovare in un tema così frequentato degli appuntamenti che rispondano al vezzo di suggerire qualcosa di insolito e di incuriosire anche il palato più esigente.
Com’è nello stile di Vocalia, che fin dall’inizio ha scelto di esibire la passione intima e discreta di chi si misura e gioca con la voce. Rossana Casale, Alice, Antonella Ruggiero, Peppe Servillo, Fabio Concato, Eugenio Finardi, Mario Venuti sono alcuni degli ospiti italiani che nelle passate edizioni hanno regalato emozionima sul palco del Verdi si sono alternati anche grandi nomi internazionali, insoliti e straordinari come Joe Zawinul, Sarah Jane Morris, Maria João, Aziza Mustafah Zadeh, Vera Bila, Andreas Vollenweider, Mary Black, Chico Cesar, Rosa Passos, Tuck and Patty, artisti che hanno portato nel piccolo e intimo teatro Verdi di Maniago esperienze indimenticabili.
Da sabato 3 maggio prende per altro il via la vendita dei biglietti, che si possono trovare nel Teatro Verdi di Maniago (tel. 0427 709343), nel Teatro Comunale di Pordenone ( 0434 247624) e all’Ente Regionale Teatrale, a Udine ( tel. 224211-46. In vendita anche on-line su www.greenticket.it
Info: tel. 0432 224211 – 0427 709343
www.vocalia.org, www.ertfvg.it

Fonte: Cristina Savi

vocalia_jon_regen.jpg

facebook

Lascia un commento

654