Aperitivo a Grado

Young 2010: buona la risposta dei giovani

facebook

young
Chiude oggi (sabato 13 marzo) alle ore 14.00 il Salone dell’Orientamento YOUNG apertosi a Udine Fiere mercoledì scorso: quattro giornate di lavoro intenso, di sostenuto e partecipato afflusso di giovani e studenti al denso programma di workshop e incontri (oltre 50 erano gli eventi in agenda) e alle attività negli oltre 40 stand dove la protagonista principale e massiccia è stata la richiesta di informazioni. Curiosità, interesse, voglia di capire e di conoscere cosa sono, cosa fanno e cosa offrono le istituzioni, le associazioni di categoria, l’università, le forze armate del territorio.

Superando ampiamente la soglia delle oltre 2.500 prenotazioni iniziali da parte delle scuole e degli istituti della provincia di Udine e di Gorizia, YOUNG ha catalizzato anche l’interesse di giovani e famiglie che spontaneamente hanno visitato il Salone aggiungendo alla giornata finale di oggi un target di pubblico diverso dalle scolaresche, ma comunque attratto dall’offerta di una manifestazione impostata al servizio delle nuove generazioni.

E su YOUNG ha messo gli occhi anche il Ministero dello Sviluppo Economico che – come ha anticipato il Presidente di Udine e Gorizia Fiere Sergio Zanirato – «apprezzando l’iniziativa e la sua formula organizzativa sistemica, ha espresso l’interesse per una presenza attiva e propositiva nella prossima edizione del Salone. Da Roma, intanto, e per la precisione dal Dipartimento Impresa e Internazionalizzazione del Ministero – sono arrivati materiali e informazioni che la Fiera ha messo in questi giorni a disposizione dei giovani con un liet motiv di base che è quello dello “studente consapevole”, ossia come orientarsi e cosa è utile sapere sui diritti di proprietà industriale, sui marchi, sui brevetti e sui disegni per conoscere e approfondire le problematiche legate al fenomeno – sempre più dilagante – della contraffazione, mettendo in rilievo anche gli negativi che investono la sfera economica e sociale, nonché i possibili pericoli per i giovani consumatori».

YOUNG, per sua natura, per i contenuti che lo contraddistinguono e per il pubblico a cui si rivolge, è quindi già proiettato al futuro «facendo tesoro – precisa il Presidente Zanirato – di una piattaforma organizzativa e su un gioco di squadra che ha fatto di questa 4^ edizione un concreto e tangibile esempio di sistema che è quello sempre cercato e portato avanti dalla Fiera su diversi livelli. Il successo di YOUNG significa aver dato ai giovani opportunità di incontro e di confronto, una quantità enorme di informazioni, di conoscenze e di opportunità per meglio sapersi orientare nel mondo della scuola e del lavoro. Un successo che la Fiera ha raggiunto e che condivide con la Camera di Commercio di Udine-Azienda Speciale Ricerca e Formazione, con le Associazioni di Categoria della provincia di Udine, l’Ufficio Scolastico Regionale FVG, l’Università degli Studi di Udine, l’Agenzia Regionale del Lavoro, Provincia e Comune di Udine e con la Camera di Commercio di Gorizia».

E Gorizia – molto presente in YOUNG per la quantità di scuole aderenti e per l’organizzazione di workshop – tornerà ad essere protagonista nei prossimi giorni con la manifestazione fieristica “Pollice Verde” che ieri (venerdì 12 marzo) la Fiera ha presentato alla stampa nel capoluogo isontino e che prenderà il via venerdì 19 marzo nel quartiere fieristico goriziano. Mostra – mercato dedicato al giardino, all’orto, al vivere l’aria aperta, anche Pollice Verde riserva attenzione ai giovani con Verde Pollicino e una serie di iniziative e laboratori eco-didattici per coltivare sin da piccoli la conoscenza e il rispetto per l’ambiente. Non solo: quest’anno e in piena sintonia con la mission di Udine Gorizia Fiere in materia di internazionalizzazione, debutterà l’iniziativa “Verde Senza Confini” che durante le giornate di Pollice Verde proporrà escursioni, visite, percorsi e suggerimenti (anche di carattere gastronomico) per conoscere e apprezzare parchi, giardini e non solo a cavallo tra Slovenia e il territorio Isontino.

206