Aperitivo a Grado

Andrea Coda: “Prima di tutto facciamo 40 punti”

facebook

codaAndrea Coda ha le idee chiare sul campionato dell’Udinese: prima di tutto dobbiamo arrivare a 40 punti poi ci divertiremo, ma per ora il nosto obiettivo è questoIn vista della partita con la Fiorentina, avversari nobile che viene dalla qualficazione champions per due anni di fila Andrea Coda, centrale difensivo dell’udinese, rimpiange i punti persi per strada: si potevano tranquillamente avere3 o 4 punti in più viste le prove contro l’Inter e contro il Palermo. E avere 18 o 19 punti ci avrebbe messo in tutta un altra posizione con tutta una prospettiva diversa. Il difesnore bianconero accusa anche una serie di arbitraggi che hanno danneggiato l’Udinese.

Contro il Chievo abbiamo fatto un buonissimo primo tempo poi nella ripresa sono usciti gli avversari; non è stata solo colpa degli infortuni, i ragazzi che sono entrati hano fatto bene: Lodi ad esempio ha messo subito la palla per Floro Flores. Domenica prossima affronteremo una squadra molto forte con una rosa ampia e di esperienza e verranno qui per portare via i tre punti.

Intanto si aspettano i risultati degli accertamenti fatti su Floro Flores e Sanchez dopo gli infortuni patiti domenica a Verona; quel che è certo è che i due non saranno disponibili per il match interno contro i viola di Prandelli.

Domenica partita difficilissima per i friulani che visti gli infortuni potrebbero optare per un prudente 451 (433 con gli esterni un po’ più bassi, trasformabile in modulo d’assalto se necessario) o un 442. Il modulo con un apunta permetterebbe di schierare tutti e tre i centrali di centrocampo e coprire le fasce, viceversa col 442 Marino si vedrebbe costretto a rinunciare a uno fra Inler, Asamoah e D’Agostino a meno di improbabili spostamenti sulla fascia di uno dei tre.

Tema tattico, posto che la Fiorentina si presenti con tutti i titolari nonostante il match di mercoledì in Champions con il Debrecen, bloccare le fasce viola sulle quali imperversano Marchioni e soprattutto Vargas. Con il 451 infatti i due uomini sulle fasce (Lukovic o Pasquale e Pepe a sinistra, Lodi e Basta a destra) luUdinese potrebbe riuscire a bloccare gli esterni e a pressare con un uom oin più i centrali viola e il faro Zanetti, che nonostente l’età rimane un regsita di assoluto valore. La coppia d’attacco della Fiorentina (2 a scelta fra Mutu, Gilardino e Jovetic)  è comunque devastante  e pericolosissima con l’uomo di fantasia che parte fra le linee a descriver un 4231 che ha fatto la fortuna di Prandelli

La cartterristica che però si evidenza dalla lettura dei numeri della Fiorentina non è l’attacco quanto piuttosto la difesa: i viola infatti hanno subito solo 9 gol (7 intrasferta però), 2a miglior difesa, e ne hanno realizzati 12.

460