Aperitivo a Grado

Autovie Venete: prima riunione del CdA riconfermato

facebook

Insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione di Autovie Venete, oggi (martedì 28 maggio) a Trieste, dopo l’assemblea di inizio maggio che ha confermato Maurizio Castagna alla presidenza della Concessionaria e, nel ruolo di Consiglieri, Tiziano Bembo, Giancarlo Fancel, Ornella Stradaioli e Benedetta Zambon. Una compagine ridotta da sette a cinque componenti rispetto a quella precedente e un Collegio Sindacale in gran parte rinnovato: se alla presidenza è stata riconfermata Tiziana Marcolin (di nomina del Ministero Economia e Finanza), sono tutte new entry gli altri componenti del Collegio: Donato Liguori (designato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti), Vera Ardito, Davide Scaglia e Paolo Marseu di nomina regionale. Prima del CdA, il presidente Castagna, affiancato dal direttore dell’area economia e finanza Giorgio Damico, ha incontrato proprio i sindaci per una prima, generale, panoramica della situazione di Autovie e del percorso che porterà all’avvio operativo della Società Autostrade Alto Adriatico, la NewCo che otterrà, in house,  la concessione. Durante il Consiglio, che ha anche nominato Maurizio Castagna amministratore delegato, è stato approvato il bando di gara per i servizi assicurativi relativi al periodo 2019-2023, per un importo complessivo di 6 milioni e 963 mila euro e verificato lo stato di avanzamento (ovvero la corrispondenza fra quanto è stato preventivato con quanto è stato effettivamente speso ed incassato) del budget della Concessionaria, relativamente al terzo trimestre (da gennaio a marzo). “Tutti i dati, per ora, sono in linea con le previsioni – ha commentato il presidente Castagna – con un miglioramento di circa 3 milioni di euro per quanto riguarda il Margine Operativo Lordo (Mol), generato essenzialmente da risparmi sui costi di funzionamento e sul personale”. Castagna ha precisato che si tratta di una posta destinata agli accantonamenti, effettuati –  nel rispetto delle regole di calcolo dell’indennizzo – in previsione del rinnovo della concessione.

552