Aperitivo a Grado
facebook

cine20

Cine20 lo potete leggere tutti i venerdì ed è curata da un ragazzo cagliaritano ed uno genovese. Matteo “Weltall” Soi, dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com, e Mattia “Tob Waylan” Meirana, da tobwaylan.tumblr.com , mettono insieme la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazi da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Perché mettersi in due per gestire la rubrica? Semplicemente perché il “pensiero unico” è noioso e due voci, due opinioni, sia che convergano o che vadano in direzioni opposte, possono essere decisamente più interessanti e stimolanti per chi scrive e per chi legge. Detto questo, andiamo a cominciare.
.
ATTENZIONE: si è conclusa la settimana scorsa la stagione cinematografica italiana e pertanto CINE20 va in vacanza. Di seguito troverete un paio di recensioni degli ultimi film usciti in sala, una selezione dei film più interessanti che arriveranno nei cinema nelle prossime settimane ed un’ altra dei DVD e Blray che occuperanno gli scaffali dei negozi. Ci si rilegge il primo venerdì di settembre!!!

.
Al cinema e non solo.

.
AT THE END OF THE DAY di Cosimo Alemà

Accade fin troppo spesso che quando il cinema di genere italiano sembra alzare finalmente la testa, subito arriva qualcuno che gliela ricaccia giù nel fango. Ed è curiosamente dal fango che riparte, nell’ incipit del film d’esordio di Cosimo Alemà dove due loschi figuri trafficano con alcune mine antiuomo, piccolo antipasto di quel che accadrà. Quasi seguendo il percorso intrapreso da Zampaglione per il suo Shadow, anche Alemà porta il suo At The End of The Day in giro per i festival prima di distribuirlo ufficialmente in Italia, una scelta che ha permesso al regista ed al film di farsi conoscere, ma anche di dare un segnale importante al mercato estero sempre molto attento ad un certo tipo di produzioni cinematografiche italiane. Attenzione a conti fatti ben riposta anche se, a voler essere obiettivi, il film di Alemà è tutt’altro che perfetto ed il punto debole è facilmente identificabile in una sceneggiatura che riduce al minimo tutto ciò che ruota intorno ai personaggi (background o qualsiasi tipo di approfondimento) ed intorno alla storia non lasciando tanto spazio per qualsivoglia lettura di sottotesti sociali (è pur sempre della naturale inclinazione dell’ uomo per la guerra e la violenza di cui si parla). At The End of The Day va subito al sodo trasformando una domenica qualsiasi, in cui un gruppo di amici si inoltra tra i ruderi di una vecchia prigione militare per giocare a soft-air, in una spietata lotta per la sopravvivenza quando un gruppo di fanatici ex militari decide di dargli la caccia. Ne risulta un thriller serrato e implacabile, “confezionato” tra l’altro in maniera davvero convincente sia nel comparto regia / montaggio che in quello della colonna sonora, quest’ ultima in particolar modo davvero degna di nota. In definitiva, valgono le stesse considerazioni per il film di Zampaglione: un segnale di lenta (lentissima) ripresa ben lontano da quella auspicata rinascita che in tanti aspettano ma è già qualcosa potersi lasciare andare ad un po’ di cauto entusiasmo per una volta.
GRADIMENTO WELTALL 65%

.
VANISHING ON 7TH STREET di Brad Anderson

Brad Anderson è tra le altre cose regista de L’ Uomo Senza Sonno, un film dove si affrontavano tematiche quali il rimosso ed il senso di colpa, in un viaggio allucinato tra sogno e realtà il cui protagonista assoluto era uno scheletrico ma bravissimo Christina Bale. Vanishing on 7th Street è tutta un’ altra cosa: primo perchè non c’è un attorone come Bale ma il ben più modesto Hayden Christensen, secondo perchè pecca pesantemente in originalità male che, purtroppo, colpisce gran parte del cinema horror odierno. Il film si apre in un multiplex dove un proiezionista, tra un cambio di pizza e l’altro si dedica a letture culturali. All’ improvviso le luci si spengono ed insieme all’ elettricità scompaiono anche tutte le persone delle quali rimangono in terra solo i vestiti. L’ evento non è circoscritto solo al cinema ma a tutto il mondo, immerso in un’ oscurità minacciosa che sta giorno dopo giorno riducendo anche la presenza della luce solare. L’ atavica paura del buio è certamente un punto di partenza anche convincente per il film di Anderson che punta fin dalla prima sequenza a creare una certa tensione con un’ atmosfera apocalittica che ricorda un po’ Io Sono Leggenda e molto lo Shyamalan di E Venne il Giorno. I problemi nascono quando questo pescare a destra e a manca non riesce più a coprire il fatto che Vanishing on 7th Street non sa dove andare a parare con il suo smarrito manipolo di superstiti che si arrovellano tra teorie religiose, dilemmi esistenziali e tanta retorica. Il buio cos’è, cosa rappresenta? La fine o un nuovo inizio? Le risposte non arriveranno ne si avrà voglia di cercarle a visione ultimata dove ci si chiederà più che altro perchè insistere nell’ animare l’ oscurità con ombre e sagome utilizzando una computer grafica neanche tanto ben “integrata” con il resto. Il buio, caro Anderson, è già abbastanza spaventoso ed inquietante di per se.
GRADIMENTO WELTALL 30%

.
Brevemente in sala.

.
Dal 12 Agosto
.
HANNA di Joe Wright

Un film di cui ho letto piuttosto bene in giro, la storia di una ragazzina addestrata dal padre ad uccidere a sangue freddo. Non ne so molto di più, Joe Wright è uno capace che più volte ha dato prova del suo talento. Staremo a vedere.
ATTESA TOB WAYLAN E WELTALL 70%

.
.
.

Dal 26 Agosto
.
DETECTIVE DEE E IL MISTERO DELLA FIAMMA FANTASMA
di Tsui Hark

Tsui Hark è sicuramente uno dei registi di Hong Kong più talentuosi, importati ed influenti. Questo Detective Dee sembra solo un suo altro gran film che tutti noi abbiamo il dovere morale di andare a vedere, fosselo per ricordare alle distribuzioni che il cinema orientale un pubblico ce l’ha e che non è da trattarsi diversamente da quello anglofono e di casa nostra.
ATTESA TOB WAYLAN E WELTALL 80%

.
.

FRIGHT NIGHT – IL VAMPIRO DELLA PORTA ACCANTO
di Craig Gillespie

E’ il remake del più famoso Fright Night tradotto poco civilmente con Ammazzavampiri ed è diretto da quello che ha fatto di Ryan Goslin un amante delle bambole gonfiabili. Ora, i remake non li sopporto a prescindere ed è molto raro che siano meglio degli originali (forse perchè si scelgono sempre originaligià di per sè molto validi) però questo mi pare meglio del previsto, o almeno così sembra dal trailer. Sicuramente è colpa di Colin Farrel, che amo da morire, e dell’accento scozzese David Tennant, il Doctor Who preferito da tutti ma non da me, ma sta di fatto che lo andrò a vedere. Un remake. Vado a vedere un remake. Il mondo finirà.
ATTESA TOB WAYLAN E WELTALL 70%

.
KUNG FU PANDA 2 di Jennifer Yuh

Ecco, Kung Fu Panda mi sembra sia piaciuto un po’ a tutti, mi spiegate perchè? Sono io che sbaglio a schifarlo? Che sbaglio e non farmi trasportare dalla sua incredibile comicità? Sono io che rido poco o siete voi che ridete troppo? Detto questo, sono venuto a sapere che Jean-Claude Van Damme doppierà un personaggio (nella versione originale, ovviamente). Va a finire che se potrò vederlo in inglese lo farò solo per lui, Jean-Claude Fottuttismo Van Damme.
ATTESA TOB WAYLAN E WELTALL 20%

.
THIS IS ENGLAND di Shane Meadows

Di ormai 5 anni fa, This Is England è forse uno dei grandi capolavori del cinema inglese contemporaneo. Shane Meadows è un regista sopraffino, capace di raccontare storie ai margini della società con un gusto vicino a Ken Loach ma non per questo privo di personalità. Attraverso gli occhi di un bambino, il sorprendete Thomas Turgoose, si racconta l’Inghilterra della cultura skinhead, della crisi economica e del razzismo in un dramma che dal passato si ripercuote con violenza sul presente. La speranza è che esca in abbastanza copie e non venga snobbato dalle grandi sale.
ATTESA TOB WAYLAN E WELTALL 100%

.
Consigli per gli acquisti.

.
Si, andiamo tutti in vacanza, ma il mercato home video sarà comunque attivo prima e dopo ferragosto. Ecco di seguito un elenco delle uscite più interessanti e di cui probabilmente parleremo al nostro ritorno
.
RAPSODIA IN AGOSTO – DVD in uscita il 03/08/2011
.
FROZEN – DVD e BLURAY in uscita il 24/08/2011
.
LA CASA 5 – DVD in uscita il 24/08/2011
.
WORLD INVASION – DVD e BLURAY in uscita il 24/08/2011
.
EXILED – BLURAY in uscita il 25/08/2011
.
DRIVE ANGRY – DVD e BLURAY in uscita il 31/08/2011
.
LO STRAVAGANTE MONDO DI GREENBERG – DVD e BLURAY in uscita il 31/08/2011
.
PIRANHA 3D – DVD e BLURAY in uscita il 31/08/2011
.
SUCKER PUNCH – DVD e BLURAY in uscita il 31/08/2011
.
.

550