Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

kingsman_the_secret_service_ver9_xlgKINGSMAN – SECRET SERVICE di Matthew Vaughn

.
I Kingsman sono un servizio segreto indipendente da qualsiasi governo e dedito a perseguire il bene dell’umanità, la cui integrità viene sottolineata sia dall’eleganza degli abiti che indossano che dai loro nomi in codice,  ispirati a quelli dei cavalieri della Tavola Rotonda. Quando uno di loro muore, il veterano Harry Hart alias Galahad decide di prendere come suo allievo il giovane Eggsy,  sbandato ma intelligente figlio di un compagno anch’esso morto eroicamente in azione. Insieme i due si troveranno a dover fronteggiare la minaccia costituita dall’eccentrico miliardario e genio tecnologico Valentine, deciso a salvare (a suo modo) l’umanità con un diabolico piano.  Coniugando l’energia, la carica eversiva e la violenza splatter di Kick Ass  con l’iniziazione dei nuovi talenti in stile Xmen – L’inizio, il  regista inglese Matthew Vaughn adatta  per il grande schermo una storia a fumetti firmata dallo scozzese Mark Millar (autore anche di Kick Ass) , dando vita ad una pellicola dal gusto spiccatamente british, piena zeppa di riferimenti ad icone del cinema e della televisione,  britanniche e non. A partire dall’agente Harry Hart,  interpretato con impeccabile aplombe e sex-appeal da Colin Firth, ispirato fin dagli immancabili occhiali ad Harry Palmer, antieroe del cinema di spionaggio britannico anni ’70 interpretato da  quel Michael Caine che qui (non a caso) ricopre i panni di Artù,  capo dei Kingsman. E se la trama stessa e tutto il ricco armamentario di gadget fanno pensare sia ai primi Bond che al televisivo Agente Speciale, certe trovate surreali e certi tocchi anarchici ed eversivi sembrano uscite dritte dritte da un episodio del Doctor Who. Con una sequenza già da antologia e un gusto ipercinetico nella costruzione delle scene di combattimento, in particolare quelle che coinvolgono la bella e  letale Gazelle e le sue affilatissime protesi, Kingsman è un esplosivo e riuscitissimo cocktail di humour, irriverenza, azione e violenza, il tutto all’insegna di un sano politicamente scorretto, che ad oggi rappresenta senz’altro la miglior prova del regista inglese.
GRADIMENTO KUSA 80%

.

Brevemente in sala.

.

blackhatBLACKHAT di Michael Mann

.
Di fronte a crimini informatici di portata mondiale non si può che rivolgersi al più grande hacker vivente anche se è rinchiuso in una prigione federale. L’uomo ed il suo team cercheranno di fermare gli attentati informatici finendo però per esporsi e trasformando la sfida in qualcosa di personale. Il ritorno di Micheal Mann non ha certo bisogno di presentazioni e anche se è stato accolto freddamente un po’ ovunque, qui lo si tiene in attenta considerazione.
ATTESA WELTALL 80%

Venerazione per Mann a parte,  sia il protagonista che un’ accoglienza praticamente gelida in madrepatria mi spingono (anche controvoglia)  ad una certa (ed insolita) cautela…
ATTESA KUSA 65%

.

cenerentola_2015CENERENTOLA di Kenneth Branagh

.
Una nuova tendenza sta prendendo piega in casa Disney e, dopo essersi accaparrati i film Marvel e la saga di Star Wars, ora sfruttano al massimo le più celebri fiabe con delle trasposizioni live action. E’ il turno di una delle più celebri, Cenerentola con regia di Kenneth Branagh che dopo Thor si cimenta ancora una volta con un prodotto altamente commerciale.
ATTESA WELTALL 0%

Tutto il mio interesse per la pellicola di Branagh potrebbe risiedere nel ricco cast che arriva in buona parte dalle serie tv, a partire da Cenerentola stessa, interpretata da Lily James ovvero Lady Rose di Downton Abbey, proseguendo con il Principe, interpretato da Richard Madden alias Robb Stark di Game of Thrones, nonche’ le due sorellastre interpretate dalla Lucrezia Borgia di The Borgias e Daisy di Downton Abbey, per finire con la mamma di Cenerentola interpretata da Hayley “Agent Carter” Atwell. Per non parlare del fatto che con la matrigna interpretata da Cate Blanchett non saprei proprio per chi parteggiare. Problema che non si pone, visto che non ho la minima intenzione di vederlo, nemmeno per il corto Frozen Fever proiettato prima.Se proprio devo scegliere un favola Disney in versione live aspetto quella di La Bella e la Bestia con Emma Watson nella parte di Belle…
ATTESA KUSA 0%

.

foxcatcherFOXCATCHER di Bennett Miller

.
Dopo il notevole Moneyball, Bennett Miller continua a rimanere in ambito sportivo questa volta raccontando il mondo della lotta: il ricco erede della famiglia Du Pont decide di formare una sua personale squadra di lotta da far concorrere alle olimpiadi di Seul dell’ 88. Per farlo invita nella sua residenza il campione Mark Schultz che trova nell’uomo una figura quasi paterna. Ma l’instabilità psicologica di Du Pont e le insicurezze di Schultz porteranno il rapporto tra i due verso tragiche conseguenze.
ATTESA WELTALL 80%

Film totalmente ignorato dagli Oscar,  la pellicola di Miller si basa sulle tre interpretazioni di Channing Tatum, Mark Ruffalo e uno Steve Carell irriconoscibile e perfettamente a suo agio in un ruolo drammatico, e pare che i tre gareggino in bravura. L’ambientazione nel mondo della lotta libera non tragga in inganno perchè Foxcatcher è più uno studio psicologico a tinte molto oscure del rapporto tra i protagonisti della storia. Senz’altro film della settimana, a meno che Mann non tiri a sorpresa la zampata d’autore…
ATTESA KUSA 80%

.

machebellasorpresaMA CHE BELLA SORPRESA di Alessandro Genovesi

.
LA commedia italiana della settimana che NON decidiamo di ignorare per il semplice motivo che avete delle ENORMI alternative quindi la responsabilità su quel che andrete a vedere è tutta vostra. Detto questo: la storia è piuttosto semplice e vede lui lasciato da lei che entra in una profonda crisi. Ad aiutarlo, un amico ed una misteriosa vicina di casa che sembra quasi la donna perfetta.
ATTESA WELTALL 0%
ATTESA KUSA 0%

.

metropolis_1927_deMETROPOLIS di Fritz Lang (dal 16/03)

.
Il capolavoro di Fritz Lang, potente, visionario e ancora fortemente attuale, arriva nelle sale nella versione più completa, frutto di anni di ricerca di materiali creduti ormai perduti e vari restauri. Un occasione davvero unica per scoprire questo pezzo fondamentale della storia del cinema e, per chi già lo conoscesse e lo amasse, la possibilità di vederlo nel suo “cut” più integro.
ATTESA WELTALL 80%

Chi ha l’età giusta come me  ricorda ancora la versione rock e “colorata” presentata da Moroder negli anni ’80 (celeberrima la Radio Gaga dei Queen) , ma Metropolis è una classico che ha influenzato tutto il cinema di genere successivo, ispirando tra l’altro prima un manga di Osamo Tezuka e poi una (bellissima) versione anime firmata da Rintaro nel 2001. Un occasione da non perdere quindi per tutti gli appassionati cinefili.
ATTESA KUSA 80%

.

Consigli per gli acquisti.

.
Stiamo messi male a titoli in uscita questa settimana. Ma marzo ha davvero qualcosa da dire. Rimanete sintonizzati e vedrete.
.
.
.

651