Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

FocusFOCUS – NIENTE E’ COME SEMBRA di Glen Ficarra e John Requa

Nick e’ un professionista della truffa, Jesse l’inesperta desiderosa di imparare dal maestro. Ma quando da allieva diventa amante,  Nick teme che il coinvolgimento sentimentale gli rovini gli affari e la scarica su due piedi. Anni dopo i due si incontrano di nuovo nel bel mezzo di un colpo grosso, e  ovviamente tutto  si complica. Sfruttando lo stardom di Will Smith e la bellezza della newcomer Margot Robbie, fattasi conoscere (in particolare dal pubblico  maschile) per la sua interpretazione al fianco di Di Caprio in The Wolf of Wall Street, nonche’ prossima Harley Quinn nella Suicide Squad della DC,  i registi Ficarra e Requa provano ad imbastire una sorta di rom-con, ovvero un ibrido tra  una commedia,  una storia d’amore e una di truffe. Il problema e’ che il dosaggio degli elementi gli riesce veramente male, e alla noiosita’ e alla ripetitivita’ delle scene e dei dialoghi che riguardano la storia d’amore si alternano truffe che sanno di gia’ visto e telefonato. Si salvano solo gli interludi con la spalla comica di turno, ovvero il socio in affari di Nick, interpretato da Adrian Martinez, la discreta alchimia dei due protagonisti e un’ultima parte che risolleva un po’ l’assai moscio andamento generale della pellicola. Troppo poco.

GRADIMENTO KUSA 30%

.

Brevemente in sala.

.

animalrescueCHI E’ SENZA COLPA di Michael R. Roskam

.
Dai (bei) romanzi di Dennis Lehane sono stati tratti alcuni dei piu’ bei thriller-noir degli ultimi anni, come Mystic River, Gone Baby Gone e Shutter Island, tutti peraltro diretti da gente che sa parecchio il fatto suo. Qua invece si cerca di sfruttare piu’ che altro il nome dell’autore adattando un racconto breve, e pare che nemmeno la buona volonta’ di Tom Hardy e del compianto James Gandolfini riescano a renderlo interessante. Ma vista la settimana fiacca un occhiata comunque gliela si puo’ ANCHE dare.
ATTESA KUSA 50%

Ed effettivamente è il materiale letterario di partenza a rendere questo film, almeno sulla carta, parzialmente appetibile. Senza strapparsi i capelli come per gli illustri predecessori giustamente citati dal buon Kusa, eh.
ATTESA WELTALL 50%

.

finoaquituttobeneFINO A QUI TUTTO BENE di Roan Johnson

.
Cinque colleghi universitari si apprestano a passare l’ultimo weekend insieme prima di avviarsi ognuno per la propria strada. L’originalita’ non e’ certo la caratteristica principale di questa pellicola, che ha invece come punti di forza l’affiatamento del gruppo di attori, del regista e la coscienza dei propri limiti. E l’umilta’ alle volte puo’ essere una dote inaspettata.
ATTESA KUSA 40%

Ed è proprio in virtù di questo che, umilmente, passo oltre.
ATTESA WELTALL 0%

.

laprimavoltadimiafigliaLA PRIMA VOLTA (DI MIA FIGLIA) di Riccardo Rossi

.
Seconda Commedia Italiana della settimana appartenente alla mitica categoria dei “film di e con”, ha come protagonista Riccardo Rossi nei panni di un padre preoccupato di una figlia adolescente sul punto di giocarsi la fatidica V Card. Ma la cena da lui organizzata per dissuaderla, con una ginecologa, il marito di lei ed una psicologa, finisce per diventare il racconto delle rispettive prime volte. Io mi sa che digiuno.
ATTESA KUSA 0%

Tra i film italiani in uscita questa settimana invece, mi pare che quello di Riccardo Rossi sia l’unico a destare un qualche interesse anche perchè, l’idea di organizzare una cena per convincere la propria figlia a non rinunciare alla propria verginità, mi pare una cosa tanto patetica da essere comica.
ATTESA WELTALL 40%

.

latinloverLATIN LOVER di Cristina Comencini

.
Terza ed ultima commedia italiana della settimana (ce n’erano altre, ma quando e’ troppo e’ troppo), racconta della riunione di famiglia delle ex mogli e delle figlie di un famoso attore italiano di cui ricorre il decimo anniversario della morte. Film corale al femminile, di cui posso tranquillamente fare a meno.
ATTESA KUSA 0%

Per non parlare poi di uno dei trailer più fastidiosi di sempre, proposto da ormai un mese buono a TUTTE le proiezioni in sala a cui ho assistito. Perchè volete farmi odiare un film per il quale provo una sentita indifferenza?
ATTESA WELTALL 0%

.

insurgentTHE DIVERGENT SERIES: INSURGENT di Robert Schwentke

.
Un’ottimo trailer, un’attrice protagonista convincente come Shailene Woodley, vista di recente in Colpa delle Stelle, e un antagonista del calibro di Kate Winslet non mi convinceranno ad entrare in sala per il secondo capitolo della saga YA di Divergent, cosi’ come non mi avevano convinto nel caso del primo. E poi dalle prime reazioni pare che Insurgent sia decisamente inferiore al gia’ non eccelso Divergent (che ho recuperato in tv), quindi non ci perdiamo proprio nulla.
ATTESA KUSA 0%

Sottogenere che ci vede ormai fuori target e se ci permettiamo uno strappo ce lo concediamo solo per Hunger Games. Anche perchè, diciamocelo, questi film puntano tutto sul seguito generato dai libri e sui volti chiamati ad interpretare i personaggi cartacei. Non c’è molto altro.
ATTESA WELTALL 0%

.

unanuovaamicaUNA NUOVA AMICA di Francois Ozon

.
Claire e Lea sono amiche fin dall’infanzia, e quando Lea muore poco dopo essersi sposata e aver partorito, Claire si ritrova sola. Ma la promessa fatta all’amica di prendersi cura del marito e del figlio le fara’ trovare una nuova amicizia, inaspettata e inusuale. Francois Ozon e’ uno di quei registi da tenere in alta considerazione, e quindi qui non si applica affatto la mia regola personale per i film francesi, ovvero evitarli come la peste. Anzi, si potrebbe tranquillamente parlare di film della settimana…
ATTESA KUSA 70%

E’ davvero questo il film più interessante della settimana, che arriva da un autore francese da tenere sempre in attenta considerazione. Se poi avete già visto Blackhat o Foxcatcher, non è che vi rimangono molte altre alternative.
ATTESA WELTALL 70%

.

Consigli per gli acquisti.

.
Vi avrei parlato di Drug War, uno dei due titoli di punta di questo mese, ma l’hanno rinviato ad aprile (se va bene) so…
.
.
.

681