Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1 Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.
.

Al cinema e non solo

.

thecounselorTHE COUNSELOR di Ridley Scott

.
Dopo il deludente Prometheus, forse il passo falso più madornale di una carriera che gira intorno al nulla da quasi vent’anni, risulta davvero difficile avvicinarsi al nuovo film di Ridley Scott senza nutrire qualche legittimo dubbio sulla sua validità. Complice forse il nutrito e valido cast (Fassbender, Bardem, Pitt, Cruz e Diaz) ed una sceneggiatura, la prima, firmata da Cormac McCarthy, The Counselor si presenta con un biglietto da visita di tutto rispetto che per un momento ci fa accantonare il ricordo di un involuto e maldestro prequel di Alien. La storia ruota intorno ad un avvocato di fama con qualche grosso problema finanziario, che decide di risolvere entrando in un giro di traffico di stupefacenti provenienti dal cartello Messicano, una scelta dalle prevedibili e drammatiche conseguenze. Si può dire che quasi tutto il film ruoti intorno ai semplici concetti di “scelta” e “conseguenza”, tanto che, tutto il microcosmo di ambigui uomini d’ affari rappresentato, ne finisce coinvolto in maniera più o meno consapevole, pedine nelle mani di un deus ex machina deciso e spietato. Lo script di McCarthy, come una macchina ben collaudata, non perde un colpo e detta i tempi della narrazione in maniera molto precisa e, anche quando sembra che voglia prendere deviazioni superflue, in realtà definisce, con piccoli dettagli, dei personaggi molto complessi (quello della Diaz su tutti) e il mondo apparentemente dorato in cui si muovono, sullo sfondo di quella frontiera che ha sempre amato raccontare nei suoi romanzi. Ridley Scott dal canto suo svolge adeguatamente il compitino, senza picchi ne cadute con tutto ciò che in bene o in male questo può significare. Diciamo che si trova per le mani dell’ oro e non lo butta nel cesso, il che è già un considerevole risultato.
GRADIMENTO WELTALL 70%

.

Brevemente in sala

.

aspassoconidinosauriA SPASSO CON I DINOSAURI 3D di Barry Cook, Neil Nightingale

.
Film d’animazione in 3D coi Dinosauri Grossi che escono dallo Schermo, che probabilmente fara’ la gioia dei piu’ piccoli. A cui ahime’ non appartengo da un pezzo.
ATTESA KUSA 0%

Jurassic Park ha rappresentato l’ ultima volta in cui i dinosauri mi hanno emozionato al cinema.
ATTESA WELTALL 0%

.

ifrankensteinI, FRANKENSTEIN di Stuart Beattie

.
Ennesimo adattamento di una graphic novel, prodotto dai responsabili della saga di Underworld, che per lo meno aveva il pregio (almeno per il pubblico maschile) di mostrare Kate Beckinsale (e Rona Mitra) in tutine di pelle e/o lattice estremamente aderenti. Qui purtroppo c’e’ Aaron Eckhart (che ricordiamo in pellicole di ben altro valore, ad es. Thank you for smoking o The Dark Knight), creatura di Frankenstein di nome Adam (?!?) che sopravvive fino ai nostri giorni per ritrovarsi in mezzo ad una guerra tra Gargoyles e Demoni. Irrilevante.
ATTESA KUSA 0%
.
Ennesimo tentativo di riproporre personaggi della letteratura gotica ai giorni nostri. Imbarazzante già dal trailer.
ATTESA WELTALL 0%

.

lastvegasLAST VEGAS di Jon Turtletaub

.
Ed ecco l’ennesima reunion di attori con piu’ di qualche annetto sulle spalle, solo che qui si tratta di un gruppo di attoroni come Morgan Freeman, Michael Douglas, Robert De Niro e Kevin Kline. Anche se la storia della rimpatriata di vecchi amici non e’ proprio una novita’ (qui la scusa e’ l’addio al celibato di uno dei quattro, impenitente scapolo deciso in extremis  al grande passo), la fiducia in cotanto talento rimane, quindi gli si puo’ dare una possibilita’
ATTESA KUSA 55%

Ma si, ‘sti vecchietti ci fanno una gran simpatia, diversa da quella che ci fanno Stallone o Schwarzy, ma sempre simpatia è.
ATTESA WELTALL 60%

.

thewolfofwallstreetTHE WOLF OF WALL STREET di Martin Scorsese

.
Ennesima collaborazione tra Di Caprio e Scorsese, incensata ancora una volta da una pioggia di candidature all’Oscar (a cui probabilmente non seguira’ alcun premio, tanto Di Caprio c’e’ abituato), The Wolf of Wall Street racconta in tono grottesco e sopra le righe dell’ascesa di Jordan Belfort, basandosi sull’omonimo libro autobiografico. Un’ascesa al successo nel mondo della finanza, con una vita condotta all’insegna di eccessi di qualsiasi tipo, da droga a denaro a donne, che permette a Scorsese di puntare l’obiettivo sul mondo dell’alta finanza americana, lato “rispettabile” del mondo criminale che ha ritratto cosi’ bene in tanti anni di onorata carriera. Per me film della settimana, soprattutto per il tono con cui e’ raccontato, e occhi puntati sulla prova di Jonah Hill, che per l’interpretazione di Donnie Azoff, socio in affari e complice di Jordan, si e’ meritato anche lui un’inaspettata candidatura all’Oscar.
ATTESA KUSA 70%

Film della settimana sicuramente, ma anche del mese e, speriamo, dell’ anno. Inutile dire che si attende con trepidazione il nuovo Scorsese indipendentemente dal clamore delle nomination, ma sopratutto perchè questa sembra materia adatta al cineasta americano. Speriamo però che questa sia la volta buona che Di Caprio si porti a casa l’ ambita statuetta.
ATTESA WELTALL 90%

.

tuttacolpadifreudTUTTA COLPA DI FREUD di Paolo Genovese

.
Commedia e psicanalisi, si sa, vanno a braccetto, come ben insegna Allen. Qui siamo in tutt’altre acque, ovvero nei sacri territori della Commedia Italica e quindi abbiamo Francesco, psicanalista di turno, che si trova come clienti le sue tre figlie. Sai le risate. Pero’ Genovese non e’ poi cosi’ da buttar via come altri colleghi, quindi un piccolo incentivo d’incoraggiamento stavolta lo diamo.
ATTESA KUSA 40%

Un incentivo glielo do ma verso il basso, tanto è il mio interesse per questo film ed il suo regista.
ATTESA WELTALL 0%

.

tuttosuamadreTUTTO SUA MADRE di Guillaume Gallienne

.
Curiosa commedia francese diretta e doppiamente interpretata da Guillaume Gallienne, che interpreta se stesso e sua madre, con implicazioni edipiche vertiginose, in una storia di coming out bizzarramente eterosessuale. Ma resta comunque un film francese, e qua non si fanno ne’ sconti ne’ incentivi.
ATTESA KUSA 0%

Caro collega, ti seguo a ruota!
ATTESA WELTALL 0%

.

Consigli per gli acquisti

.

lafinedelmondoLA FINE DEL MONDO (DVD e BD già disponibili dal 23/01/14)

.
L’ ultimo capitolo della ormai famosa “trilogia del cornetto”, arriva nei negozi dopo un passaggio in sala a dir poco ridicolo. Questa è l’ occasione buona per recuperarlo ma, su quale formato? La Universal crede fermamente nel Bluray ed infatti mette li tutti gli extra, che non sono tanti ma potrebbero fare la differenza.
* DVD * VIDEO: 2.35:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing / Fra / Spa Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ing non udenti / Fra / Ita / Spa / Ara / Dan / Ola / Fin / Isl / Nor / Por / Sve / Hin – EXTRA: n.d. – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO CON RISERVA (niente extra!)
* BLURAY * VIDEO: 2.35:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Fra / Ted / Spa Dolby Digital 5.1, Ing DTS HD 5.1 – SOTT: Ing non udenti / Fra / Ita / Spa / Ara / Dan / Ola / Fin / Isl / Nor / Por / Sve / Hin – EXTRA: Scena eliminata, Completare il Golden Mile – Il Making Of di The World’s End, Commento al film degli Autori Edgar Wright e Simon Pegg – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO

.

SharknadoSHARKNADO (DVD già disponibile dal 22/01/14)

.
Visto il grande clamore suscitato in rete, diffuso con un tam tam assiduo in maniera quasi virale, Sharknado arriva nei negozi italiani. Trattasi, per chi non lo sapesse, di una produzione a basso budget del canale via cavo americano Syfy, dove squali feroci vengono trasportati sulla terraferma da giganteschi tornado. Un trash/cult imprescindibile che però Minerva distribuisce in un’ edizione priva di sottotitoli. Errore imperdonabile.
* DVD * VIDEO: 1.78:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing Dolby Digital 5.1 – SOTT: n.d. – EXTRA: Papere – REGIONE: 2
ACQUISTO: SCONSIGLIATO (non ci sono i sottotitoli)
.
.
.

583