Aperitivo a Grado

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

A MANO DISARMATA
di Claudio Bonivento

.
Claudia Gerini nei panni di Elisabetta Angeli, giornalista impegnata da anni in inchieste sulla mafia che controlla Ostia e per questo sotto scorta dal 2013. Cinema di impegno civile sempre bene accolto da queste parti perchè, a furia di ridere sempre, poi guardiamo in faccia le scomode realtà. Il cinema è ANCHE questo.
ATTESA KUSA 60%
.
Il cinema che tiene il passo con la cronaca e diventa racconto sempre più attuale. Nulla da dire sui contenuti, fondamentali, ma il trailer lascia pensare ad un prodotto dal taglio molto televisivo. Ciò non significa che sia un male coinvolgere direttamente e principalmente un pubblico prettamente cinematografico.
ATTESA WELTALL 55%

.

AMERICAN ANIMALS
di Bart Layton

.
La storia incredibile ma vera di quattro ragazzi del Kentucky che si improvvisano rapinatori di opere d’arte ispirandosi per lo piu’ a famosi film su rapine come Ocean’s Eleven. Un gruppo di ragazzi istruiti e di buona famiglia, ma ordinari, che per fare qualcosa di straordinario decidono di diventare rapinatori: spunto interessante per una riflessione sulla “promessa di celebrita'” che la societa’ mass-mediatica contemporanea propone continuamente come modello per i giovani. Tra i protagonisti Evan Peters, noto al pubblico seriale per American Horror Story e a quello dei cinecomics per ruolo di QuickSilver nella saga degli X-Men. Il regista e’ quello del sorprendente docu-reality L’impostore, quindi le premesse sono buone. Forse la proposta piu’ interessante della settimana.
ATTESA KUSA 75%
.
Proposta in sala davvero interessante soprattutto nello spaccato che sembra proporre su di una generazione divisa tra la massificazione e la necessità di non conformarsi a ciò che l’attuale società si aspetta.
ATTESA WELTALL 70%

.

JULIET, NAKED – TUTTA UN’ALTRA MUSICA
di Jesse Peretz

.
Tratto da un romanzo di Nick Hornby, la vicenda ruota attorno alla passione di Duncan per la musica e in particolare per la sua fissazione per un oscuro cantautore americano. Anche la sua fidanzata di lunga data, Annie, ormai non ne puo’ piu’ della sua ossessione, ma tutto cambiera’ quando Duncan si trovera’ per le mani un inedito del cantautore. La passione di Hornby per la musica e’ fatto noto e il suo talento di scrittore pure. Non avendo letto il romanzo non sono sicuro pero’ di voler vedere il film, anche se c’e’ Rose Byrne.
ATTESA KUSA 50%
.
Nick Hornby continua a fornire carburante al cinema ed il filo rosso che collega anche questa sua opera alla musica è sempre affascinate, inutile negarlo. Magari questa settimana c’è qualche cosa più interessante,  da recuperare però.
ATTESA WELTALL 50%

.

PETS 2 – VITA DA ANIMALI (The Secret Life of Pets 2 )
di Chris Renaud

.
Secondo capitolo, dopo un primo piuttosto deludente, che perde per di piu’ quasi completamente di senso nel doppiaggio dei molti attori famosi che lo popolano. Passo, senza riserve e senza rimorsi
ATTESA KUSA 0%
.
Non ho visto il primo, non ho intenzione a breve di recuperarlo.
ATTESA WELTALL 0%

.

X-MEN: DARK PHOENIX
di Simon Kinberg

.
E arriviamo al punto dolente della settimana, che potrebbe anche essere il film della settimana, se non fosse che la storia l’abbiamo gia’ vista e che non se  puo’ piu’ di questi reboot e ripartenze degli X-Men. Tanto piu’ che questo dovrebbe esser l’ultimo con protagonisti McAvoy, Fassbender, Hoult, Peters,  Lawrence e Sophie “Queen in The North”  Turner. A parziale consolazione c’e’ da dire che stavolta la versione  della Saga della Fenice Nera, una delle storie piu’ belle dei comics, pare quantomeno piu’ fedele ai fumetti di quella porcata che e’ stato X-Men:Conflitto Finale … non che ci volesse molto, intendiamoci. La’ pero’ di buono c’era Famke Janssen, che quanto a livello di badass la Turner se la mangia a colazione, malgrado Il Trono di Spade abbia dimostrato in parte il contrario…
Vedremo…
ATTESA KUSA 70%
.
Al mio amore incondizionato per gli X-Men cartacei non corrispnde purtroppo lo stesso sentimento per quelli ciematografici. La produzione guidata da Fox è stata quanto mai altalenante, capace di raggiungere vette altissime (X-Men, X-Men 2, Giorni di un Futuro Passato e Logan) e scivoloni imbarazzanti (X-Men Conflitto Finale e X-Men le Origini: Wolverine). Qui siamo al quarto film dedicato a quello che è a conti fatti il reboot della saga e questa volta si tocca una saga amatissima dai fan, quella di Fenice Nera. Non è la prima volta che si porta al cinema questa storia ma almeno qui sembra che le premesse siano per lo meno più in linea con i comics.
ATTESA WELTALL 60%

.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
223