Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

BEAUTIFUL BOY
di Felix Van Groeningen

.
Steve Carell e Timothée Chalamet (lanciato da Call me By Your Name di Luca Guadagnino) nel dramma familiare di un padre con un figlio tossicodipendente. Prima regia inglese del regista fiammingo Van Groeningen, ispirato a due romanzi tratti a loro volta da una storia vera. Un racconto teso a trasmettere non solo l’angoscia, ma anche i momenti di felicita’ ed amore di un rapporto padre-figlio intenso e struggente. Film della settimana secondo me, visti anche i due protagonisti, basta aver voglia di affrontarlo.
ATTESA KUSA 75%

.

CLIMAX
di Gaspar Noé

.
Se c’è un regista che fa discutere, sempre, quello è proprio Gaspar Noè. Autore non facile le cui opere respingono ma riescono comunque ad affascinare. In attesa di Lux Aeterna, presentato allo scorso festival di Cannes, arriva nelle sale italiane il suo film del 2018, Climax, che ispirandosi ad una storia vera racconta il delirante ed allucinato party di una compagnia di ballerini.
ATTESA WELTALL 70%
.
Di Gaspar Noè l’ultimo film che avevo visto era Irreversible, e sicuramente è un personaggio che ama far discutere sia per le tematiche che per il  modo provocatorio di fare cinema. Questo ho provato a guardarlo ma dopo una mezz’oretta non ce l’ho più fatta, troppo allucinato per i miei gusti. Quindi il mio è più un giudizio a posteriori, ed è sicuramente negativo
ATTESA KUSA 0%

.

IL GRANDE SALTO
di Giorgio Tirabassi

.
Giorgio Tirabassi dirige ed interpreta questa commedia in coppia con Ricky Memphis nella quale i due ricoprono i ruoli di due maldestri rapinatori appena usciti di prigione il cui scopo nella vita diventa mettere a segno un colpo che li sistemi una volta per tutte. Diciamo che la fortuna non sarà dalla loro parte.
ATTESA WELTALL 0%
.
La mitica coppia di Distretto di Polizia si riunisce, ma anzichè le guardie stavolta Tirabassi e Memphis giocano a fare i ladri. Ammetto che un po’ di curiosità ci sarebbe pure, ma non tanta da entrare in sala
ATTESA KUSA 50%

.

I MORTI NON MUOIONO (The Dead don’t Die)
di Jim Jarmusch

.
La tranquilla monotonia della piccola cittadina di Centreville è sconvolta quando i morti iniziano a tornare in vita e ad attaccare i vivi per cibarsene. La polizia locale e alcuni cittadini dovranno fare di tutto per fermare i non morti e salvare la pelle. Nuovo film di Jim Jarmusch che riunisce al solito un cast incredibile capitanato dall’inossidabile Bill Murray. Venduto.
ATTESA WELTALL 80%
.
Dopo i vampiri decadenti di Solo gli amanti Sopravvivono, e mantenendo saggiamente nel cast Tilda Swinton, stavolta Jarmusch affronta un altro genere classico dell’horror, ovvero il film di zombie, virandolo in commedia indipendente con un cast di tutto rispetto. Infatti, oltre ai gia’ citati Swinton e Murray, ci sono anche Adam Driver, Chloe Sevigny, Steve Buscemi, Selena Gomez, Rosie Perez e i redivivi Iggy Pop e Tom Waits. Potrei anche avere un ripensamento sul film della settimana, ma di morti-viventi in versione commedia, come Zombieland o Shawn of the Dead,  ne abbiamo gia’ avuti abbastanza. Lo attendo per una comoda visione casalinga
ATTESA KUSA 65%

.

SOLEDAD
di Agustina Macri

.
Film biografico che racconta la storia di Soledad Rosas, immigrata dall’Argentina nel ’97, ed il compagno Edoardo Massari. I due si conoscono a Torino ed iniziano una intensa relazione fino al marzo del 1998 dove vengono arrestati per terrorismo. L’accusa cadrà per mancanza di prove nel 2002 ma pochi mesi dopo l’arresto entrambi vengono trovati morti, lui in prigione e lei nella casa dove era detenuta ai domiciliari.
ATTESA WELTALL 60%

.
.

391