Aperitivo a Grado

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite heome-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare, non prima però di aver augurato a tutti i nostri lettori un SERENO NATALE ED UN FELICE ANNO NUOVO!!!

.

Brevemente in sala.

.

DAL 21/12.

.

dickensDICKENS – L’UOMO CHE INVENTO’ IL NATALE (The Man Who Invented Christmas)
di Bharat Nalluri

.
La storia di come Charles Dickens, grande scrittore del periodo vittoriano inglese, in un momento di difficolta’ personale e professionale trovo’ l’ispirazione per scrivere il celeberrimo Canto di Natale da molti considerato la storia di Natale per antonomasia. Con protagonisti Dan Stevens, visto di recente nel ruolo della Bestia al fianco della “Bella” Emma Watson, e Christopher Plummer, la pellicola di Nalluri potrebbe essere un buon film per famiglie in perfetta tradizione british
ATTESA KUSA 60%
.
La storia di Dickens e del suo canto di Natale potrà stemperare la febbre da cinepanettone nei giorni di festa? Ne dubitiamo fortemente ma è comunque bello avere un’alternativa davvero natalizia per una volta.
ATTESA WELTALL 50%

.

ferdinandFERDINAND
di Carlos Saldanha, Cathy Malkasian

.
La storia del Toro timido e romantico Ferdinand arriva sugli schermi natalizi dalla casa di produzione dell’era glaciale e di Rio, e si pone come alternativa al Pixer di turno che esce la settimana dopo. Io passo decorosamente.
ATTESA KUSA 0%
.
In anticipo di una settimana rispetto a quello che sarà uno dei probabili candidati a film dell’anno, Ferdinand approfitta degli imminenti giorni di festa per raccogliere il pubblico a cui è indirizzato, giovanissimo soprattutto. Per tutti gli altri c’è la Pixar a sette giorni di distanza.
ATTESA WELTALL 0%

.

wonderWONDER
di Stephen Chbosky

.
Il regista di Noi Siamo Infinito per la storia di August, un bambino afflitto da una rara anomalia facciale che per la prima volta a 10 anni arriva in un aula scolastica con tutti i problemi di integrazione e accettazione degli altri che ne conseguono. Bambini e malattie non sono sicuramente gli ingredienti ideali del mio tipo di film, e la presenza di Julia Roberts non mi convincera’ certo del contrario.
ATTESA KUSA 0%
.
Ci si aspetta sempre qualcosa da film come Wonder, nella speranza che sappiano arrivare al cuore quanto alla pancia. Ma spesso e volentieri ci ritroviamo con pellicole che raccontano storie difficili con l’unico intento di commuovere, tanto sono intrise di un buonismo spicciolo. Poi magari ci si sbaglia riguardo a Wonder, eh.
ATTESA WELTALL 0%

.

DAL 28/12.

.

cocoCOCO
di Lee Unkrich, Adrian Molina

.
Molto simile al film d’animazione della Fox del 2015 Il Libro della Vita, anche quello ispirato alla festivita’ messicana Los dias de los Muertos, la nuova fatica Pixar racconta la storia di Miguel (nome molto fantasioso) che sogna di diventare musicista malgrado l’opposizione della sua famiglia. Dovra’ intraprendere un viaggio nella terra dei Morti e trovare cosi’ il suo idolo, Ernesto de La Cruz, prima di ottenere la benedizione della famiglia. Pixar e’ sempre Pixar, ma stavolta l’argomento non mi ispira affatto.
ATTESA KUSA 0%
.
In pieno periodo natalizio il nuovo film Pixar si tuffa nella cultura messicana e la loro festa dei morti con una pellicola che così, per una semplice sensazione di pelle, potrebbe tranquillamente essere tra le più belle dell’anno. E abbiamo davvero bisogno di un grande film Pixar dopo Alla Ricerca di Dory e Cars 3.
ATTESA WELTALL 90%

.

comeungattointangenzialeCOME UN GATTO IN TANGENZIALE
di Riccardo Milani

.
Si riforma l’accoppiata Albanese-Cortellesi, sempre diretta da Riccardo Milani, dopo Mamma o Papa’?, uscito ad inizio anno. Qui i protagonisti sono due genitori diversissimi come cultura ed estrazione sociale accomunati dal fatto che i loro figli escono insieme e dal fatto che entrambi sono contrari a questa relazione. Ovviamente gli estremi si attraggono e bla e bla e bla… Alla Cortellesi si vuole bene, ma c’e’ un limite a tutto.
ATTESA KUSA 0%
.
E quel limite è stato abbondantemente superato già da tempo anche da Albanese.
ATTESA WELTALL 0%

.

napolivelataNAPOLI VELATA
di Ferzan Ozpetek

.
Giovanna Mezzogiorno diretta da Ozpetek in una pellicola che comincia come una storia d’amore poi si trasforma in un giallo in cui la protagonista si ritrova sempre piu’ invischiata e in cui deve fare i conti con il lato piu’ oscuro della sua personalita’.
ATTESA KUSA 0%
.
L’accoppiata Ozpetek e Mezzogiorno mi riportano alla mente La Finestra di Fronte, pellicola decisamente sopravvalutata così come il suo regista. Diciamo che sono errori che si fanno una volta sola.
ATTESA WELTALL 0%

.

thegreatestshowmanTHE GREATEST SHOWMAN
di Michael Gracey

.
La storia di Barnum, visionario imprenditore che creo’ un colossale circo destinato a fare il giro del mondo. Hugh Jackman sfrutta le sue dote canore per la seconda volta dopo Les Miserables, in questo musical originale che ci porta dentro alla nascita di uno degli spettacoli piu’ famosi al mondo. Se siete appassionati di musical e di circo, e’ la pellicola che fa per voi. Io il circo lo odio, percio’ lo evito.
ATTESA KUSA 0%
.
Io invece non vado proprio matto neanche per i musical quindi a priori mi tengo a debita distanza.
ATTESA WELTALL 0%

.

DAL 4/1.

.

IL RAGAZZO INVISIBILE: SECONDA GENERAZIONE
di Gabriele Salvatores

.
Domanda così, a bruciapelo: ma il primo film ha avuto così successo da giustificarne un seguito? No perchè io ho provato tante volte a guardarlo il primo “Il Ragazzo Invisibile” ma è ancora li che attende una visione completa. Comunque, per tutti quelli che lo hanno apprezzato, riprendono le avventure del giovane Michele che, oltre alle problematiche dovute alle sue abilità, ora deve anche affrontare l’adolescenza.
ATTESA WELTALL 0%
.
Purtroppo, seguendo il pessimo esempio d’oltreoceano, ecco arrivare un sequel indesiderato. Di piu’ non dico.
ATTESA KUSA 0%

.

JUMANJI: BENVENUTI NELLA GIUNGLA (Jumanji: Welcome to the Jungle)
di Jake Kasdan

.
Torna Jumanji e si aggiorna ai tempi moderni: non più un gioco da tavolo che prende vita ma un videogioco al cui interno vengono trasportati i quattro protagonisti adolescenti. Al posto del compianto Robin Williams troviamo Dwayne Johnson, Karen Gillian, Kevin Hart e Jack Black.
ATTESA WELTALL 0%
.
Ma era proprio necessario un reboot di Jumanjii? Risposta: No. Ma tanto vige la regola vista prima, ovvero quando si tratta di reboot e sequel, non si va tanto per il sottile.
ATTESA KUSA 0%

.

TUTTI I SOLDI DEL MONDO (All the Money in the World)
di Ridley Scott

.
A Roma, nei primi anni settanta, il nipote di un ricco magnate del petrolio viene rapito ma l’uomo non ha intenzione di rinunciare alle ricchezze accumulate neanche se ciò dovesse costare la vita al sangue del suo sangue. Toccherà alla madre e ad un suo addetto alla sicurezza cercare in tutti i modi di racimolare la somma richiesta dai rapitori. Questo film ha due grossi problemi di principio: uno è Ridley Scott e l’altro è la triste copertura mediatica riservata al progetto dopo lo scandalo che ha travolto il suo ex protagonista, Kevin Spacey, sostituito in corsa dal bravo Christopher Plummer.
ATTESA WELTALL 40%
.
Diventato famoso per lo scandalo che ha travolto Kevin Spacey, sostituito in corso d’opera e in tutta fretta da Christopher Plummer, il nuovo film di Ridley Scott racconta un fatto di cronaca che nei primi anni settanta fece scalpore, ovvero il rapimento di Paul Getty jr,  di cui io ho ricordi molto vaghi. La curiosità per la vicenda un po’ c’é ma non è sufficiente a portarmi in sala
ATTESA KUSA 50%

.

VI PRESENTO CHRISTOPHER ROBIN (Goodbye Christopher Robin)
di Simon Curtis

.
Se qualcuno si fosse mai chiesto le origini dell’orsetto di Winnie the Pooh e dei suoi amici del Bosco dei Cento Acri, vi presento Christopher Robin è il film che fa per voi. La pellicola di Simon Curtis infatti è il biopic su A.A. Milne ideatore dell’iconico personaggio. Non per tutti (certamente non per me) ma immagino che anche tra i più grandicelli c’è ancora chi ha un posto speciale nel cuore per l’orsetto ghiotto di miele.
ATTESA WELTALL 0%

Dopo quello sulla nascita di Peter Pan e quello sulle origini dei personaggi di Beatrix Potter, arriva anche una pellicola che racconta la nascita letteraria di uno dei personaggi più amati dai più piccini. Non per me, ma probabilmente interessante
ATTESA KUSA 40%

.
.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
955