Aperitivo a Grado

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite heome-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

hostilesHOSTILES
di Scott Cooper

.
Un lungo viaggio dal Nuovo Messico al Montana che un capitano dell’esercito deve affrontare per scortare un vecchio capo Cheyenne e una giovane vedova, sotto la minaccia delle feroci tribù Comanche, sono gli ingredienti del western di Scott Cooper. Christian Bale e Rusamund Pike i protagonisti.
ATTESA WELTALL 60%

Il western non e’ proprio il mio genere, ma il cast mi tenta parecchio. I robottoni qui sotto hanno sicuramente la precedenza, poi si vedra’ …
ATTESA KUSA 50%

.

pacificrimlarivoltaPACIFIC RIM: LA RIVOLTA (Pacific Rim Uprising)
Steven S. DeKnight

.
Seguito dell’apprezzato (ma non altrettanto fortunato al botteghino) film di Guillermo Del Toro, omaggio spassionato agli anime giapponesi di stampo robotico, Pacific Rim La Rivolta è ambientato anni dopo gli eventi del primo film con l’umanità nuovamente minacciata da gigantesche creature aliene. Una nuova generazione di Piloti e di Jaeger si opporrà ad una altrimenti inevitabile estinzione. Non particolarmente brillante a livello di trama ma a noi, onestamente, interessano solo robot e mostri che si mettono le mani in faccia.
ATTESA WELTALL 80%

L’assenza di Del Toro in regia temo si fara’ sentire, ma cio’ nonostante do’ fiducia e mi metto in fila per il ritorno degli sganassoni tra Jaeger e Kaiju
ATTESA KUSA 70%

.

peterrabbitPETER RABBIT
di Will Gluck

.
Ibrido tra live action e computer grafica, il film di Will Gluck racconta le avventure di Peter Coniglio e dei suoi amici animali ma soprattutto la rivalità con l’umano McGregor con il quale si deve contendere l’affetto per la loro bella vicina di casa. Se preferite conigli e porcelli in CG ai robottoni che si menano con i mostri, forse questo è il vostro film della settimana.
ATTESA WELTALL 0%

Decisamente meglio i robottoni che si menano, mi dispiace…
ATTESA KUSA 0%

.

thefloridaprojectUN SOGNO CHIAMATO FLORIDA (The Florida Project)
di Sean Baker

.
Moonee è una bambina vivace che trascorre la sua estate in un hotel dove vive con la scapestrata mamma, quasi sempre invischata in qualche attività illecita e costantemente protetta da Bobby, proprietario dell’hotel. Il film di Sean Baker, sembra voler raccontare una realtà difficile, fatta di sopravvivenza ed espedienti, vista attraverso gli occhi di una bambina capace di trasformare in avventura il misterioso mondo degli adulti che la circonda.
ATTESA WELTALL 60%

Orlando, Florida. A pochi passi dal parco di divertimenti di Disneyworld, i motel economici in cui un tempo soggiornavano i turisti di passaggio ora sono popolati dalle famiglie povere che non si possono permettere un affitto in una casa regolare. Una di quelle famiglie e’ quella di Moonee, che trova , un surrogato di figura paterna nel proprietario del motel, interpretato da Willem Dafoe. Forse interessante, ma passiamo volentieri
ATTESA KUSA 0%

.

ilsoleamezzanotteIL SOLE A MEZZANOTTE (The Midnight Sun)
di Scott Speer

.
Katie è una giovane ragazza affetta da una grave malattia alla pelle che le impedisce di esporsi ai raggi del sole che risulterebbero per lei fatali, vivendo di fatto una vita notturna. Dopo aver conosciuto il coetaneo Charlie nasce in lei la speranza di poter vivere una vita come tutti gli altri adolescenti. Basato sulla sceneggiatura di un film giapponese di quasi dodici anni fa (Taiyo no Uta) Il Sole a Mezzanotte pare un dramma romantico adatto a chi ha la lacrima facile. era così quello giapponese e non credo questo ne prenda molto le distanze.
ATTESA WELTALL 0%

Pellicola che si inserisce nel ricco filone degli adolescenti con problemi e malattie, da cui scappiamo a gambe levate senza pensarci su due volte.
ATTESA KUSA 0%

.
.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
959