Aperitivo a Grado

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite heome-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

HURRICANE – ALLERTA URAGANO (The Hurricane Heist)
di Rob Cohen

Dal titolo italiano sparisce magicamente qualsiasi accenno al colpo grosso del titolo inglese (e non se ne capisce il perche’),  in questa pellicola che mescola appunto il genere catastrofico con quello “di rapina”. Infatti nel film di Rob Cohen, regista del primo Fast and Furious e del primo XXX, una banda di rapinatori progetta di sbancare il Tesoro Statunitense nel bel mezzo di un uragano. Per combatterli un agente del Tesoro dovra’ fare squadra con un esperto di uragani. Questa settimana c’e’ molto di meglio, quindi niente catastrofi per stavolta.
ATTESA KUSA 0%
.
Film fracassone che miscela generi da Hollywood sempre molto amati. E per giunta ci piazza un protagonista stereotipato che studia gli uragani perchè sono stati la causa della morte del padre. Tanta roba.
ATTESA WELTALL 0%

.

TULLY
di Jason Reitman

.
Si riforma la magica coppia che ci ha regalato quella perla irriverente ma in fondo molto tenera e sincera (che qui in Italia non ha avuto il successo che meritava, e non ci meraviglia affatto) che e’ stato Juno, ovvero Jason Reitman in regia e Diablo Cody alla sceneggiatura. Qui la Cody racconta una storia quasi autobiografica, perche’ alla nascita del terzo figlio si e’ trovata costretta, come la protagonista,  ad assumere una cosiddetta “tata di notte” ovvero una ragazza che badasse ai suoi figli dalle 22 alle 8,  mentre la mamma riposa sonni tranquilli. Nel ruolo di Marlo, la mamma, c’e’ una Charlize Theron sbattuta,  depressa e ingrassata di 20 chili per il ruolo, (che torna a far coppia con Reitman e la Cody dopo il bello e sottovalutato Young Adult)  ma soprattutto in quello della Tully del titolo c’e’ Mackenzie Davis, amatissima da queste parti dopo San Junipero, bellissimo episodio di Black Mirror. E Tully stravolgera’ la vita della mamma in crisi, come una moderna ed eccentrica Mary Poppins, e instaurera’ con lei un rapporto unico e singolare. Dopo i due film gia’ citati, nonche’ Tra le Nuvole e Thank You for Smoking, Jason Reitman e’ uno dei miei registi preferiti del momento, e sicuramente questo  non me lo perdero’.
ATTESA 80%
.
Triste parlare di Reitman e della sua interessantissima filmografia solo per rendersi conto di quanto sia pressochè sconosciuto al grande pubblico. Ma con Tully avete l’ennesima occasione per rimediare quindi non fatevelo scappare.
ATTESA WELTALL 80%

.

IL SACRIFICIO DEL CERVO SACRO (The Killing of a Sacred Deer)
di Yorgos Lanthimos

.
Film inglese del regista ateniese Lanthimos, che esce con abbondante ritardo in Italia al punto che probabilmente chi voleva vederlo lo ha gia’ fatto. Colin Farrell e Nicole Kidman guidano il cast, nei panni di un famoso chirurgo e della sua bella moglie, anch’essa medico, con segreti orribili che verranno pian piano a galla. Intrigante ma lo attendo sicuramente per una visione casalinga.
ATTESA KUSA 50%
.
Il greco Lathimos, alla sua prima produzione internazionale, è pronto a darci grandi soddisfazioni dopo il precedente The Lobster ma soprattutto Dogtooth. Al centro delle vicende una famiglia la cui integrità verrà messa a dura prova dall’arrivo di un giovane dal fare educato e amichevole ma le cui intenzioni diventano pian piano sempre più ambigue.
ATTESA WELTALL 80%

.

PAPILLON
di Michael Noer

.
Non richiesto e non preventivato, arriva questo remake di un famosissimo film degli anni ’70 con protagonisti Dustin Hoffman e Steve McQueen, con Rami Malek (Mr Robot e prossimo Freddie Mercury) e Charlie Hunnam (reso famoso dalla serie Sons of Anarchy e dal film Pacific Rim) nei rispettivi ruoli. Per quei pochi che non sapessero la storia, il film e’ tratto dall’omonimo libro autobiografico di Henri “Papillon” Charriere, scassinatore incolpato ingiustamente di omicidio e incarcerato dal governo francese nella famigerata colonia penale dell’Isola del Diavolo, nella Guyana Francese. Li’, tra torture, lavori forzati e trattamenti disumani, conoscera’ un eccentrico falsario, Louis Dega, con cui stringera’ un amicizia che leghera’ per sempre i due.. Quando l’originale e’ un film memorabile come quello del 1973 con due interpreti leggendari come Steve McQueen e Dustin Hoffman, e’ molto difficile pensare che il remake possa anche solo eguagliarlo, ma Rami Malek e’ sicuramente un talento da tenere d’occhio. Magari dal divano di casa pero’.
ATTESA KUSA 40%
.
Tutto il mio pensiero su questo remake si riassume nelle prime cinque parole battute dal mio illustre socio. Ho davvero poco altro da aggiungere.
ATTESA WELTALL 0%

.
.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
442