Aperitivo a Grado
facebook

La rubrica è entrata ufficialmente nella sua pausa estiva ma non potevamo lasciarvi senza quelli che per noi sono stati i 10 titoli di maggior rilievo della stagione. Una selezione difficile, visto che i film notevoli sono stati almeno il doppio, e che non incontrerà il favore di tutti ma, d’altronde, cosa c’è di più soggettivo di una classifica?
Ecco le nostre scelte:
.

Il CLASSIFICONE di Weltall.

.

1. Django Unchained

.
1_Django UnchainedTarantino tiene unicamente il nome del pistolero di Corbucci e, come al solito, manipola la materia cinematografica di genere a suo completo piacimento trasformando Django in un eroe per tutti gli schiavi. Con buona pace di Spike Lee.
.

2. Moonrise Kingdom

.
2_Moonrise KingdomUltimo tassello di un percorso cinematografico che si ama o si odia, che si definisce unico o manierista a seconda dei casi. Ma Moonrise Kingdom è soprattutto la storia d’ amore tra due adolescenti un po’ particolari che fuggono per coronare il loro sogno in un mondo di adulti totalmente inadeguati al loro ruolo.
.

3. Confessions

.
3_ConfessionsUscito con quasi tre anni di ritardo ma non importa, per un film di questa caratura si può anche aspettare. Il capolavoro di Nakashima è uno spietato revenge movie che attacca senza mezzi termini una società le cui parti che la compongono sono scollegate e lasciate allo sbando.
.

4. La Grande Bellezza

.
4_La Grande Bellezza“E’ tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio ed il rumore. Il silenzio e il sentimento. L’emozione e la paura. Gli sparuti, incostanti sprazzi di bellezza. E poi lo squallore disgraziato e l’uomo miserabile.” Serve altro?
.

5. Spring Breakers

.
5_Spring BreakersNon è soltanto il demolire l’ immagine idealizzata delle ex stelle Disney, Vanessa Hudgen e Selena Gomez, ma anche averle scelte per dei ruoli chiave nel raccontare la massima deriva della MTV (de)generation a rendere il film di Harmony Korine una delle cose migliori viste quest’ anno. Ti cattura e ti respinge senza mezze misure.
.

6. The Master

.
6_The MasterDopo aver raccontato il sangue e l’ oro nero sul quale l’ America di oggi ha posto le basi, P.T. Anderson si sofferma su quali spalle si è poggiata la Nazione per tirare avanti dopo la seconda guerra mondiale. E lo fa attraverso un reduce che cerca una guida nella confusione generale e la trova in una sorta di guru di un culto molto simile a Scientology. E Tom Cruise si incazza.
.

7. Reality

.
7_RealityIl grande cinema italiano, quello che lascia il segno, arriva dritto al sodo, tocca le giuste corde, stuzzica i nervi scoperti. Garrone racconta proprio con queste intenzioni, l’ italietta soggiogata dal fascino dei reality e da un successo effimero con data di scadenza.
.

8. Argo

.
8_ArgoGone Baby Gone è stato una sorpresa. The Town è stato sottovalutato. Argo è la conferma definitiva che, dietro la macchina da presa, Ben Affleck ha trovato il suo posto. Una storia vera raccontata con e attraverso il nascente cinema fantascientifico da grande pubblico.
.

9. Cogan

.
9_CoganLa crisi economica ha divorato tutti gli strati sociali arrivando ad intaccare perfino la malavita. L’ America si culla nel sogno del cambiamento ma si ritrova nello stesso identico incubo. Alla luce della sua recente scomparsa, l’ interpretazione di James Gandolfini risulta ancora più importante.
.

10. Pacific Rim

.
10_Pacific RimSenza nulla togliere ai grandi film di genere ed intrattenimento usciti quest’ anno (Skyfall e Into Darkness su tutti) un posto in classifica non può che meritarselo quello nel quale il suo autore ha messo il cuore, trasmettendo agli spettatori la forza delle sue passioni nella maniera più onesta e trainante possibile. Tutto il resto sono pugni in faccia ai mostri.
.

La CLASSIFICONA di Kusa.

.

1. Iron Sky

.
IronSky_1Il piccolo grande film finlandese sui nazisti venuti dalla Luna è uno di quei folli gioiellini con tutte le idee al posto giusto e con pochi soldi ma spesi benissimo.  Una feroce satira sulla stupidità umana di qualunque epoca, partito o nazione, che cita Il Dottor Stranamore,  Charlie Chaplin e Starship Troopers. Un cult istantaneo destinato a restare nella memoria cinefila.

– See you in Valhalla! –

.

2. Star Trek Into Darkness

.
stid_2Al suo secondo appuntamento con l’Enterprise JJ Abrams fa ancora una volta centro, trovando lo spirito e il ritmo giusto per ridare vigore ad una saga che nelle sue mani non sembra sentire il peso degli anni. Con l’insostituibile valore aggiunto di un villain memorabile interpretato da un attore, Cumberbatch,  semplicemente in stato di grazia.

– Is there ANYTHING you wouldn’t do for your family, Captain? –

.

3. Noi Siamo Infinito (The Perks Of Being a Wallflower)

.
The-Perks-of-Being-a-Wallflower_1Impossibile non innamorarsi di questo nostalgico tuffo nell’adolescenza e negli anni ’90, impossibile non restare incantati dalla naturalezza di un  cast semplicemente perfetto, impossibile resistere al fascino disarmante di Emma Watson.

– Welcome to the Island of  Misfit Toys –

.

4. Skyfall

.
Skyfall_4Morte e (ri)nascita di un eroe che non si è mai mostrato così profondamente umano. Rinnovamento e tradizione si scontrano e si fondono in quello che è non solo un nuovo punto d’origine di un franchise ma una dichiarazione d’amore tra un mito moderno e la nazione che gli ha dato i natali.

– What did you expect, an exploding pen?

.

5. Il Lato Positivo (Silver Linings Playbook)

.
SilverLinings_3Non solo Jennifer Lawrence, bravissima e giustamente premiata,  ma anche Bradley Cooper, per una commedia romantica dolceamara che fonde follia, depressione ed amore in un riuscito cocktail che regala sequenze memorabili come quella del primo incontro tra i due protagonisti,  o quella del loro primo appuntamento.

– Were there any women? Yes

.

6. Pacific Rim

.
PacificRim_1Un sogno che diventa realtà:  Guillermo Del Toro è  riuscito a portare finalmente sullo schermo le fantasie mecha di un paio di generazioni cresciute a pane,  megarobot d’acciaio e tartarughe volanti.  Sia sempre lode a lui per questo bellissimo regalo ai fan di tutte le età.

– Where is my GODDAMN  shoe?-

.

7. Looper

.
Looper_1_Spettacolarità ed intelligenza coniugate in maniera originale per una storia che sa cambiare tono più volte  e sorprendere lo spettatore. Nel piatto panorama attuale del cinema mainstream USA non è mica poco. Oltre a Bruce Willis e Joseph Gordon Lewitt, una sempre emozionante Emily Blunt,  intrappolati insieme in un loop temporale dove la fantascienza, come nella sua migliore tradizione,  è solo un mezzo per raccontare una storia d’amore, destino e sacrificio.

– I saw it and the path was a circle. Round and round. So I changed it –

.

8. Voices (Pitch Perfect)

.
pitchperfect_1Il film musicale dell’anno, fresco e spensierato,  con un gruppo di giovani e talentuosi attrici e cantanti, una colonna sonora da ascoltare e riascoltare, dei gustosissimi siparietti comici e un’Anna Kendrick che non ti aspetti.

– Aca-Believe  it!!!

.

9. Ribelle – Brave

.
Brave_3La Pixar più disneyana che si ricordi, non certo ai livelli dei suoi  capolavori,  ma sempre una gioia per gli occhi e per il cuore. Con i magici paesaggi della Scozia a fare da sfondo, i capelli rossi della protagonista ad infiammare le inquadrature  e l’accento scozzese a rendere tutto più divertente.

– Sorry,  I don’t speak Bear

.

10. Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno (The Dark Knight Rises)

.
TDKR_1La resa dei conti per Nolan e Bruce Wayne chiude degnamente la trilogia del Cavaliere Oscuro, non certo ai livelli (insuperabili) del secondo immenso capitolo, dimostrando ancora una volta che il cine-fumetto può avere una dimensione cupa e contemporanea oltre che incredibilmente spettacolare.

– Not Everything. Not Yet. –

.
.

666