Aperitivo a Grado
facebook

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare…
.
…con una puntata speciale che raccoglie le uscite in sala fino al 24 aprile. Ci si rilegge con la consueta regolarità settimanale a partire dal 2 maggio. Il perchè di questa pausa? E’ presto detto! Ci sono buone probabilità infatti che metà della vostra amata redazione di CINE20 sia in quel di Udine per il FAR EAST FILM FESTIVAL, olè!
.

Al cinema e non solo.

.

hitchcockHITCHCOCK di Sacha Gervasi

Presentato nella cornice ironica di uno degli episodi televisivi di “Alfred Hitchcock Presenta”, la pellicola di Gervasi, più che fare un ritratto a tutto tondo del mago del brivido, si limita a raccontare il periodo della non facile gestazione di uno dei suoi capolavori, quel Psycho destinato a lasciare una traccia indelebile nella storia del cinema e nell’immaginario collettivo, realizzato da Hitch dopo una serie di successi commerciali, tra cui ultimo Intrigo Internazionale. Per farlo, il regista decide di concentrare la sua attenzione principalmente sul rapporto matrimoniale tra Alfred e la moglie Alma, figura storicamente messa in ombra dal genio del marito a cui invece la pellicola vuole restituire la giusta importanza, e sul ritratto d’ambiente dell’epoca, ricostruita in maniera puntuale, lasciando però a margine sia il processo creativo che le manie e le ossessioni di Hitch, come il rapporto notoriamente ambiguo con le sue bionde e belle protagoniste, qui sfruttato unicamente per raccontare la crisi matrimoniale tra i due coniugi durante la lavorazione del film. Ne risulta uno spettacolo a tratti piacevole ma poco incisivo e non particolarmente memorabile, malgrado il talento degli attori coinvolti, tra cui spiccano ovviamente Anthony Hopkins, trasformato nel fisico e nel volto per calarsi negli abbondanti panni di Hitch, una sempre brava Helen Mirren nei panni di Alma, e una Scarlett Johansson particolarmente convincente in quelli dell’attrice Janet Leigh.
GRADIMENTO KUSA 65%
.

Brevemente in sala.

.

Dall’ 11/04/13 (a cura di Kusa)

.

OBLIVION di Joseph Kosinskioblivion

Mmmhhh… sulla carta questo Oblivion  potrebbe esser  interessante, con quest’idea del  solitario riparatore di droni ed ultimo guardiano di una Terra ormai disabitata che  scopre che in realtà  non tutto è come sembra o come gli è stato raccontato,  ma la presenza di Tom Cruise in una pellicola di fantascienza mi inquieta un po’. Meno male che ci sono anche Andrea Risenbourogh, Olga Kurylenko, Nicolaj Koster-Waldau e Melissa Leo, nonchè il veterano Morgan Freeman,  a controbilanciare la sua presenza. Iconograficamente e dai trailer sembra fantascienza seria, speriamo poi non si risolva tutto con la solita delusione a cui siamo purtroppo abituati noi appassionati del genere.
ATTESA KUSA 70%

Non vorrei sembrare quello che discrimina i nani in tuta spaziale che si muovono in un futuro post apocalittico ma non mi fido molto di nani in tuta spaziale che si muovono in un futuro post apocalittico. E poi mi sembra che anche le idee originali non siano di casa in questo Oblivion.
ATTESA WELTALL 40%
.

L’IPNOTISTA di Lasse Hallstromlipnotista

L’ondata di gialli scandinavi tanto di moda dopo il successo della trilogia Millennium continua, e qui coinvolge il regista svedese Lasse Hallstrom, non proprio uno specialista del genere, visti i suoi trascorsi hollywoodiani con pellicole come Hachiko, Chocolat, Le regole della Casa del Sidro e il recente Salmon Fishing in the Yemen. Infatti con questa pellicola il regista sembra più che altro voler cavalcare la moda recente. Ne potrebbe uscire qualcosa di interessante come anche una noia mortale, che è il rischio sempre in agguato visti i ritmi molto blandi e i toni depresssivi di ‘sti scandinavi…
ATTESA KUSA E WELTALL55%

.

CI VEDIAMO DOMANI di Andrea Zaccariellocivediamodomani

E che diamine, non possiamo mica poi non citare ALMENO una commedia italiana, perbacco!!!
E poi qua ci sono Enrico Brignano, Ricky Tognazzi e  il seno di  Francesca Inaudi, perbacco!!!
ATTESA KUSA 0%

Mi avevi perso con “italiana” e mi hai ripreso con “seno”. Poi ho letto tutto insieme e…ciao!
ATTESA WELTALL 0%
.

IL VOLTO DI UN’ALTRA di Pappi Corsicatoilvoltodiunaltra

Ecco un film italiano che nasce da un idea interessante, che parla di un ossessione contemporanea come la bellezza e la chirurgia estetica, unita alla mania per il reality e le trasformazioni in diretta. Corsicato è stato assistente volontario di Almodovar e in un intervista dice di essersi ispirato niente meno che a Wilder e ai melò di Sirk: tirare in ballo certi mostri sacri del cinema potrebbe però  essere un boomerang micidiale. Il promo sembra surreale al punto giusto, anche se la presenza di Laura Chiatti e di Alessandro Preziosi mi angoscia e non poco. Comunque considerato che stiamo parlando di un film italiano, ed in particolare una commedia, per me già pensare di prenderlo in considerazione è un enorme complimento…
ATTESA KUSA 40%

Trattandosi di un film italiano è una rarità, ma condivido curiosità e timori del mio socio. Sperando che i secondi non superino di gran lunga il primo.
ATTESA WELTALL 40%
.

Dal 18/04/13 (a cura di Weltall)

.

ATTACCO AL POTERE di Antoine Fuquaolympushasfallen

Antoine Fuqua è quello di Training Day, film di diversi anni fa dove Ethan Hawke faceva il poliziotto fresco fresco di trasferimento all’ anti droga e Danzel Washington faceva, bé, fondamentalmente faceva il grandissimo figlio di buona donna. Ho fatto questa precisazione perche Fuqua vive di rendita dai tempi di Training Day e, dalle prime immagini, questo non sarà certo il film del riscatto. La storia della guardia del corpo del Presidente degli Stati Uniti “sfiduciata” ma anche l’ unica speranza per fermare dei terroristi che tengono in scacco la Casa Bianca, sa di banale. Potrebbe essere un action da guardare senza tanti pensieri sempre che poi non ve ne faccia venire di cattivi.
ATTESA WELTALL 40%

Ancora ho i brividi a ricordare quella schifezza che era il suo omonimo del 1988, quello con Bruce Willis, Denzel Washington e Annette Bening impegnati nella più colossale ciofeca delle loro carriere cinematografiche. Malgrado il nutrito cast, tra cui spiccano Morgan Freeman, Gerard Butler, Aaron Eckhart e Ashley Judd, anche questo Olympus has fallen (che è il titolo originale) non mi ispira più di tanto, anche perchè solo a sentire la trama mi viene da sbadigliare…
ATTESA KUSA 0%

.

SCARY MOVIE 5 di Malcolm D. Leescarymovie5

Balle Spaziale, L’ Aereo più Pazzo del Mondo, Hot Shots sono solo dei lontani ricordi. Hollywood ha smarrito anche la capacità di fare dei divertenti film parodia con questa specie di polpettoni che raccolgono in una sola pellicola i titoli di rilievo dei mesi precedenti (già dalla locandina si intuisce la presenza di Ted e La Madre) in un amalgama terribile che fa tristezza piuttosto che ridere. E non pensate che questo sia l’ ultimo neanche per un momento.
ATTESA WELTALL e KUSA 0%

.

Dal 24/04/13 (a cura di Weltall)

.

HATES – HOUSE AT THE END OF THE STREET di Mark Tonderaihouseattheendofthestreet

Dopo il divorzio dal marito, Sarah e la figlia Elissa vanno a vivere in una nuova casa in una piccola cittadina di campagna. Per la classica botta di culo, immancabile per i protagonisti di film di questo tipo, le due scoprono che la casa di fronte alla loro è stata teatro di un brutale omicidio. Unico sopravvissuto è il fratello dell’ assassina che, guarda caso, inizia una relazione proprio con Elissa. Quello di Tonderai sembra il più classico dei thriller, uno di quelli che non ci saremo stupiti di vedere in sala negli anni ’90. Non si rimane particolarmente colpiti ma la presenza di Jennifer Lawrence potrebbe convincerci a farci un pensierino.
ATTESA WELTALL 50%

Curioso come entrambe le principali candidate all’oscar come miglior attrice protagonista di quest’anno, ovvero la Chastain e la Lawrence, abbiano girato nello stesso anno due pellicole horror o thriller, rispettivamente La Madre e questo House at the End of The Street. Perchè poi non abbiano tradotto il titolo con un facilissimo La Casa in Fondo alla Strada è uno dei soliti insondabili misteri, ma temo che neppure la presenza di Jennifer “Katniss” Lawrence  mi convincerà a spendere tempo e denaro per questa pellicola.
ATTESA KUSA 0%

.

IRON MAN 3 di Shane Blackironman3

Signore e signori, è da qui che comincia la fase 2 della Marvel, il percorso che, attraverso Captain America – The Winter Soldier, Thor – The Dark World e I Guardiani della Galassia, ci condurrà al nuovo film degli Avengers. Ma adesso qui si parla di Iron Man 3 che vede Favreau (comunque presente nel ruolo di Happy) lasciare la sedia da regista a Shane Black. Il film naturalmente porterà le conseguenze del primo Avengers e vedrà il miliardario Tony Stark confrontarsi con una delle sue nemesi storiche, Il Mandarino, e con gli effetti del virus Extremis. Senza contare quella sequenza dove il Nostro controlla in remoto una valanga di armature. Di meglio non si può davvero chiedere.
ATTESA WELTALL 100%

Diciamo che questo terzo capitolo  dell’Uomo di Ferro ha tutte le carte in regola per esser uno spettacolo coi fiocchi, con Ben Kingsley nei panni del Mandarino e quel simpatico istrione di Downey Jr nei panni del protagonista. E chissà se non finiremo per vedere  anche Pepper in un armatura?
ATTESA KUSA 85%

.

KIKI CONSEGNE A DOMICILIO di Hayao Miyazakimajonotakkyubin

Anche se probabilmente non sarà agevolato dalla distribuzione, l’ arrivo di Kiki Consegne a Domicilio nelle nostre sale è comunque molto importante perchè dimostra l’ intenzione di dare continuità al progetto di proposizione al pubblico italiano di capolavori rimasti nell’ oblio per troppo tempo. E giustamente Kiki è uno dei film più amati dagli estimatori di Miyazaki per l’ irresistibile ritratto che fa di un’ adolescente che si prepara ad entrare nell’ età adulta, il tutto condito con quella magia di cui i suoi film sono pregni. Quindi, ringraziando ancora una volta la Lucky Red per il grandissimo lavoro che sta facendo, vi invito ad andare al cinema, da soli, con la vostra compagna, con i vostri figli. Ed ora aspettiamo Nausicaa.
ATTESA WELTALL 80%

Beh, spero che Nausicaa al cinema  lo facciano l’anno prossimo, quando festeggerà i 30 anni tondi tondi!!!  Intanto comunque godiamoci su grande schermo il gustosissimo Kiki Delivery Service, che invece ne ha “solo” 24, infatti è uscito nel 1989!!!
ATTESA KUSA 80%

.

LE STREGHE SI SALEM di Rob Zombielestreghedisalem

Musicista che si scopre talentuoso regista, Rob Zombie si è dimostrato una manna per tutti gli amanti dell’ horror e non solo. Dopo due progetti, diciamo, commerciali (Halloween e relativo seguito), Zombie sembra tornare su di un percorso personale iniziato con La Casa dei 1000 Corpi e La Casa del Diavolo. Ne Le Streghe di Salem una giovane DJ di una radio locale, interpretata dalla moglie del regista Shery Moon Zombie, Riceve una scatola di legno con all’ interno un disco in vinile dei Lords of Salem. L’ incisione, suonando misteriosamente al contrario, risveglia nella protagonista ricordi rimossi. Per quel che mi riguarda, fiducia accordata!
ATTESA WELTALL 80%

House of 1000 Corpses e The Devil’s Rejects sono due film incredibili, di quelli che ad amici e conoscenti non nomini nemmeno perchè poi pensano che tu sia malato se scoprono che ti sono piaciuti da matti, ma che condividi solo con una ristretta cerchia di appassionati del genere!!! Se Le streghe di Salem è anche solo vagamente sulla stessa lunghezza d’onda come dici, ci sarà da divertirsi. E poi c’è Sheri Moon Zombie, indimenticata Baby di Devil’s Remains: ho ancora nelle orecchie e negli occhi Freebird dei Lynyrd Skynyrd nella scena finale… Mamma mia che pelle d’oca!!!
ATTESA KUSA 80%

.

Consigli per gli acquisti.

.

LO HOBBIT (DVD, BD e BD 3D già disponibili)thehobbitpart1

L’ avventura del giovane hobbit Bilbo affronta la sua prima tappa anche nel mercato home video con le edizioni in DVD e Bluray di Un Viaggio Inaspettato. Peter Jackson è uno che ci tiene molto anche alle edizioni casalinghe e se il comparto tecnico sembra senza ombra di dubbio di tutto rispetto (con le dovute differenze tra HD e risoluzione normale, of course) gli extra lasciano un po’ a desiderare visto che ripropongono in pratica i dieci diari di produzione che il regista newzelandese rilasciava come antipasto all’ uscita del film. E’ infatti prevista, prima che arrivi in sala La Desolazione di Smaug, la pubblicazione di una extended edition del che, se si rispetta quanto fatto con la Trilogia dell’ Anello, avrà una sezione di contenuti accessori ricchissima che spulcerà dettaglio su dettaglio la realizzazione del film.
* DVD * VIDEO: 2.40:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita non udenti / Ing non udenti / Rom / Por / Pol / Ung / Ebr / Bul / Ara – EXTRA: Nuova Zelanda: dove si trova la Terra di Mezzo, Trailer cinematografici, 10 Video sulla produzione – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 2.40:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Fra / Man Dolby Digital 5.1, Ing DTS HD 7.1 – SOTT: Ita non udenti / Ing non udenti / Fra / Man / Ola – EXTRA: Nuova Zelanda: dove si trova la Terra di Mezzo, Trailer cinematografici, 10 Video sulla produzione – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY 3D * VIDEO: 2.40:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Fra / Man / Spa / Cat Dolbu Digital 5.1, Ing DTS HD 7.1 – SOTT: Ita non udenti / Ing non udenti / Rom / Spa / Fra / Man / Ola / Ung / Ebr / Bul / Ara – EXTRA: Nuova Zelanda: dove si trova la Terra di Mezzo, Trailer cinematografici, 10 Video sulla produzione – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
.
.

624