Enogastronomia: Shaurli a Barolo, Fvg incontra il Piemonte

Udine, 16 lug – L’assessore regionale alle Risorse agricole
Cristiano Shaurli ha partecipato oggi a Barolo, nel cuore delle
Langhe, a “Collisioni”, il festival che trasforma la cittadina
del Piemonte in una capitale internazionale “agri rock” con
proposte di cibo, vino, musica e cultura.

Nell’ambito del festival Shaurli, insieme all’omologo Giorgio
Ferrero, è intervenuto nel dibattito “Il Friuli Venezia Giulia
incontra il Piemonte. Eccellenze a confronto”.

“Quello fra Friuli Venezia Giulia e Piemonte è un rapporto che si
consolida – ha affermato Shaurli – perché entrambe le regioni
puntano sulla qualità dei prodotti e sulla loro forte
identificazione territoriale: discuterne insieme significa
cercare nuove strategie di valorizzazione comune”.

“Oggi – ha reso noto l’assessore – abbiamo proposto una
manifestazione che metta insieme più regioni nella promozione e
valorizzazione dei vitigni autoctoni e, allo stesso tempo,
abbiamo chiesto che la filiera vitivinicola si faccia parte
attiva per valorizzare l’intero comparto agroalimentare delle
nostre regioni, a partire dagli eccezionali prodotti caseari che
produciamo”.

Al dibattito, oltre agli assessori regionali, sono intervenuti
produttori vitivinicoli delle due regioni e il pubblico ha potuto
gustare assaggi di prosciutto San Daniele e di Montasio fresco e
stagionato abbinati ai vini Ribolla e Friulano e, per il
Piemonte, di formaggio Castelmagno assieme al Berbera.

“Per noi – ha aggiunto Shaurli – la presenza a ‘Collisioni’ è
anche un importante momento promozionale, in cui proporre i
nostri grandi vini bianchi in uno spazio dedicato nella piazza di
Barolo, a cui quest’anno si è aggiunto – in un’altra sede
suggestiva – anche ‘Aria di San Daniele’, stand dedicato al
nostro prosciutto e Montasio”.

Infine, ricorda l’assessore, “Collisioni è una grande occasione
per i nostri produttori, che oggi hanno avuto modo di
confrontarsi con i più importanti esperti internazionali del
settore”.

In una densa giornata di appuntamenti, infatti, venti vini
regionali sono stati proposti dagli stessi produttori a una
platea altamente qualificata di giornalisti, buyer e sommelier
nel castello di Barolo, con un focus sui bianchi – Ribolla
Gialla, Friulano, Sauvignon -, ma senza dimenticare anche un
“assaggio” di rossi autoctoni come il Pignolo ed il Refosco.
ARC/EP

Powered by WPeMatico

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
334