Aperitivo a Grado

Gorizia Gusti di frontiera, 47 treni speciali per arrivare. 27/30 settembre 2018

facebook

Saranno 47 i treni speciali che collegheranno Trieste, Udine, Monfalcone e l’area del Pordenonese con Gorizia, in aggiunta ai 72 convogli ordinari, e decine i bus navetta che faranno la spola tra il centro città e quattro parcheggi scambiatori in occasione di Gusti di Frontiera. La 15esima edizione della kermesse enogastronomica, in programma a Gorizia da giovedì 27 a domenica 30 settembre, impone un’accurata macchina organizzativa anche sul fronte dei trasporti e della logistica. Grazie all’intervento della Regione e alla collaborazione con Trenitalia sarà quindi riproposto il servizio ferroviario per chi deciderà di raggiungere via rotaia la festa. Una soluzione ideale per evitare ingorghi e per viaggiare in tranquillità, godendosi pienamente le specialità offerte dagli oltre 350 stand che animeranno il centro. Sono state confermate anche le corse dei bus navetta, garantiti dall’Azienda Provinciale Trasporti di Gorizia. Torna anche il trenino transfrontaliero, che farà la spola con il centro di Nova Gorica. Gusti di Frontiera è promosso dal Comune di Gorizia con il contributo della Regione, della Camera di commercio della Venezia Giulia e della Fondazione Carigo, oltre che con il sostegno della Cassa Rurale Fvg. Il sistema trasporti è stato presentato in municipio a Gorizia alla presenza dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti, dal sindaco, Rodolfo Ziberna, dall’assessore comunale ai Grandi eventi, Arianna Bellan, dalla presidente dell’Apt, Sara Cumar, dalla direttrice Trenitalia Fvg, Elisa Nannetti, e dal vicepresidente della Camera di commercio della Venezia Giulia, Gianluca Madriz.

14.758