Aperitivo a Grado

Gorizia: Itineraria, convegno sul viaggio – 5/7 maggio 2017

facebook

G.Paolo CecereIl viaggio nelle varie accezioni, sia di spostamento fisico di genti e merci, sia di cammino di idee e di culture, è il fulcro del confronto e della riflessione che verranno proposti dal convegno “Itineraria. Uno sguardo alla fisiologia del viaggio, suoni storie, sapori a confronto”, in programma dal 5 al 7 maggio 2017 a Gorizia, alla Fondazione Cassa di Risparmio e a Gradisca d’Isonzo a Palazzo dei Provveditori Veneti. Promotori e organizzatori dei lavori di “Itineraria”, inserito nell’ambito del progetto Musica Cortese Festival Internazionale di Musica Antica nei Centri Storici del Friuli Venezia Giulia, sono il Dramsam – Centro Giuliano di Musica Antica – l’Accademia Jaufrè Rudel di Studi Medievali di Gradisca d’Isonzo, con il sostegno delle Fondazioni Carigo e CRUP, della Regione FVG, del comune di Gradisca d’Isonzo. Partner importante dell’iniziativa è la Croce Rossa di Gorizia .

Docenti, esperti, ricercatori, giornalisti e musicisti internazionali daranno voce, nell’arco delle tre giornate, a un ricco e articolato calendario di incontri e di conferenze-studio, aperti alle scuole e a tutta la cittadinanza con ingresso libero.

Obiettivo del progetto di studio e narrazione del viaggio
L’obiettivo di “Itineraria” è di proporre una riflessione quanto più ampia possibile, comparando passato e presente, linguaggi e tradizioni di culture vicine e apparentemente lontane, mettendo a confronto punti di vista diversi.
Il filo rosso di tutta la manifestazione sarà la fisiologia del viaggio ,“iter”, in stretto rapporto con la storia, la geografia, l’economia, le tradizioni, la musica e i sapori. Dalla storia il focus viaggerà nell’attualità delle moderne migrazioni che sono uno degli aspetti caratterizzanti di questo inizio di secolo. In tale contesto la musica e i sapori sono marcatori formidabili per evidenziare distanze e vicinanze. Oggi come ieri testimonianze apparentemente lontane convivono nella nostra realtà quotidiana.

Programma
Prima giornata di venerdì 5 maggio a Gorizia dedicata alle scuole ma aperta a tutti dalle 9.45

I lavori inizieranno venerdì 5 maggio alla Fondazione Carigo a Gorizia – Palazzo del Monte di Pietà – alle ore 9.45 con un appuntamento dedicato agli studenti degli istituti superiori, ma aperto alla cittadinanza dal titolo “Itineraria. Uno sguardo alla fisiologia del viaggio” che sarà aperto dall’introduzione di Fabio Cavalli dell’Accademia Jaufrè Rudel di studi medievali. Seguiranno gli interventi di Alberto Vidon (Osoppo) dal titolo “Quando viaggiare è un sogno. Viaggi spirituali nel medioevo” e concluderà la mattinata Marialuisa Cecere, esperta dell’Accademia Rudel con “L’avventura del cibo. Viaggio, vivande e cultura tra Medioevo e Rinascimento”.

Seconda giornata di sabato 6 maggio a Gradisca d’Isonzo
I lavori riprenderanno sabato 6 maggio a Gradisca d’Isonzo al Palazzo dei Provveditori Veneti alle ore 17.30 e verteranno sul tema “Iter: Sguardi a Levante.Suoni, Storie e Sapori a confronto”. Dopo il saluto delle autorità interverrà Giovanni De Zorzi (Venezia) parlando di “Viaggio musicale alla corte ottomana: un esempio di condivisione multiculturale”. Seguiranno Alessandro Portelli (Roma) e Valter Colle (Udine) parlando di “Musiche Migranti”. La musica sarà poi la protagonista con gli interventi di Hevi Dilara & Serhat Akbal dedicati a “La Musica del Kurdistan in Italia”, e di Masoud Latifi (Afganistan) & Ismail Swati (Pakistan) con “La musica del Rabab”.

Il programma poi sarò in forma di tavola rotonda con focus “Storie di migrazioni a confronto” alla quale parteciperanno il giornalista Walter Skerk, responsabile del programma televisivo Est Ovest prodotto dalla sede Rai di Trieste e Ariella Testa, presidente del comitato Croce Rossa di Gorizia. Coordinerà gli interventi la giornalista Rai Marinella Chirico.
Ancora la musica sarà protagonista con l’esibizione dell’Insieme vocale e strumentale Dramsam che eseguirà “Cantigas de Santa Maria”. L’esibizione sarà seguita dagli interventi di Marialuisa Cecere e Fabio Cavalli dell’Accademia Jaufrè Rudel di Studi Medievali dedicati a “Sapori a confronto”.
L’appuntamento avrà una conclusione conviviale con l’allestimento di un buffet storico a cura dell’Accademia Jaufrè Rudel di Studi Medievali ,che vedrà la presenza anche di pietanze ispirate alla tradizione alimentare mediorientale – in questo caso, ricette riconducibili alla “cucina”dell’Afganistan – a cura di Massoud Latifi (mediatore culturale CRI di Gorizia).
Il buffet sarà offerto a tutti ma, data la limitata disponibilità di posti, è richiesta la prenotazione sul sito :www.dramsam.org.

Domenica 7 maggio a Gorizia dalle 9.30 giornata in memoria di Giuseppe Paolo Cecere, musicista, docente e ricercatore, fondatore e animatore del Dramsam, direttore artistico del Festival Musica Cortese e storico coofondatore dell’Accademia Jaufrè Rudel.

L’ultimo giorno di “Itineraria” a Gorizia alla Fondazione Carigo sarà dedicato alla memoria di Giuseppe Paolo Cecere, musicista, docente, ricercatore ma anche fondatore e animatore per oltre 30 anni del Dramsam e dell’Accademia J. Rudel nonché direttore artistico del festival Musica Cortese. Gli interventi inizieranno alle 9.30 con Alessandro Aiardi (Pistoia) che interverrà su “Aspetti e momenti del viaggio di Dante, pellegrino sulla terra” seguito da Sergio Scanocchia (Ancona) che tratterà di “Ulisse e i suoi viaggi: Omero, Dante, Joyce”. La parola passerà quindi a Alberto Vidon (Osoppo) con “Perch’i’ no spero di tornar giammai”, il viaggio dell’esule letterato tra Duecento e Trecento. Chiuderà la prima parte di interventi Fabio Cavalli (Sagrado) con “Homo homini rattus.Viaggi, epidemie e crisi di civiltà”.
Dopo una pausa il convegno riprenderà alle ore 15 con le relazioni di Angelo Floramo (San Daniele del Friuli) con “Eros e magia in Paolo Santonino. Un viaggio tra molte
frontiere all’autunno del Medioevo”, di Piero Morpurgo (Roma) dedicato a “Fontane, pesci, bestie, erbe, pietre prodigiose nella Navigatio Sancti Brandani”, di Marialuisa Cecere (Sagrado) con “Basta aver buoni cavagli e buona borsa. I viaggi per il buon cibo da Apicio a Bartolomeo Scappi” e di Marco Pierini (Perugia) con “Misericordia Virgo pia. La Maestà in processione”. Quindi in chiusura si terranno le conclusioni delle tre giornate di lavori

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino al raggiungimento dei posti disponibili.
Per ulteriori dettagli e informazioni è possibile consultare il sito www.dramsam.org e la pagina facebook.com/dramsamcgma.

911