Aperitivo a Grado

Gorizia: vaccini, un caso di autocertificazione irregolare

facebook

C’è anche una mamma isontina tra i 15 genitori segnalati in tutta Italia dai carabinieri del Nas all’autorità giudiziaria per irregolarità nella certificazione sui vaccini obbligatori. Lo scrive oggi l’edizione di Gorizia del quotidiano Il Piccolo, secondo cui i controlli a campione eseguiti dal Nucleo Antisofisticazioni e Sanità dell’Arma per verificare se ci siano irregolarità nelle autocertificazioni per le vaccinazioni obbligatorie presentate dai genitori dei bambini che a inizio anno scolastico frequenteranno asili nido e scuole materne delle quattro province del Friuli Venezia Giulia, hanno portato dei risultati. Il caso isontino sottolinea il quotidiano sarebbe il secondo caso irregolare – sui 15 registrati in tutto il Paese – riscontrato dai Nas in Nord Italia.

673