Aperitivo a Grado

Guidolin: “una Roma meno Zemaniana, quindi più pericolosa”

facebook

27 ott 2012 – Udinese pronta alla trasferta di Roma dopo la brutta sconfitta per 3-1 a Berna in Europa League contro lo Young Boys-. Ecco le parole del mister alla vigilia dell’incontro

REAGIRE ALLA SCONFITTA DI BERNA – Non sono riuscito a preparare bene la partita. Come sempre l’allenatore deve assumersi le proprie responsabilità. A Roma dovrò e dovremo cercare di essere più bravi e pronti, perché affrontiamo una delle squadre che ha più qualità in serie A. Sarà necessaria una super prestazione per un risultato positivo.

SQUADRA RIMANEGGIATA – Abbiamo una lista di 22 convocati, che lavorano e ci danno dentro dal primo giorno di ritiro. Non mi lamento delle assenze, non l’ho mai fatto e non inizierò certo oggi.

LA SQUADRA A LIVELLO MENTALE – La squadra deve guardare avanti, rimanere tranquilla e concentrata. Non c’è tempo per lei di pensare, perché deve andare in campo subito. Tocca a me rifletterci sopra e pensare a come progredire. Il girone comunque è ancora aperto, anche per noi. Prima di recitare il de profundis aspettiamo.

ROMA IMPREVEDIBILE? – Per fare gol alla Roma bisogna essere bravi e intraprendenti. Non so se è vero, ma qualcosa in questo senso si è visto nelle partite precedenti e anche nella storia di Zeman che considero un grandissimo maestro.

UNA ROMA MENO ZEMANIANA – C’è più spazio per la creatività, questo è un segno dell’intelligenza dell’allenatore.

BASTA –  Sta meglio, ma non sarà disponibile a meno di un miracolo.

Nicola Angeli

230