Aperitivo a Grado

Il Tavagnacco torna da Bergamo con un punto

facebook

Buon pareggio per le friulane all’esordio in Campionato 

Torna da Bergamo con un punto il Tavagnacco, grazie al pareggio strappato nella ripresa con la rete della greca Sofia Kongouli. Un risultato positivo visti i pareggi delle altre dirette avversarie per la salvezza, la Pink Bari (3 a 3 con il Sassuolo) e dell’Hellas Verona (2 a 2 con l’Inter). Un punto guadagnato, considerando che la difesa schierata da mister Lugnan era in emergenza (per le assenze di Kato e Kunisawa oltre che per la squalifica di Pozzecco) e che la migliore in campo è stata Capelletti, brava a disinnescare i pericoli creati dalle bergamasche.

La squadra di casa prova a fare la partita, ma la prima conclusione nello specchio della porta è del Tavagnacco, al 5’. Al 15’ arriva il vantaggio dell’Orobica con Assoni grazie a una disattenzione della difesa gialloblu. Le friulane accusano il colpo ma provano a reagire. Al 21’ è Polli a sprecare da buona posizione. Le bergamasche premono, e al 29’ Merli chiama in causa Capelletti, brava a farsi trovare pronta. Tra il 39’ e il 41’ padrone di casa ancora pericolose, con il portiere del Tavagnacco chiamato agli straordinari per evitare il raddoppio. Sul finale di tempo c’è un’occasione per parte, con Polli al 44’ e Merli al 45’.

Nell’intervallo Lugnan striglia le sue giocatrici e nel secondo tempo il Tavagnacco torna in campo con un altro spirito. Dopo un tentativo di Merli, al 53’ è Ferin a farsi vedere dalle parti di Lonni. Al 66’ ecco il pareggio del Tavagnacco, con Kongouli che su punizione trova la rete. Le friulane provano a chiudere la partita, lasciando però spazio al contropiede avversario. All’80’ tiro fuori di Merli, a cui segue una conclusione di Vavassori. All’86’ ancora Kongouli sfiora la rete e dopo 6 minuti di recupero la partita termina senza altre emozioni.

«Nel primo tempo non abbiamo giocato bene, subendo troppo l’avversario – ammette mister Luca Lugnan –. Il nostro portiere si è dimostrato decisivo in più di un’occasione, anche perché spesso ci siamo complicate la vita da sole. Poi nella ripresa è andata meglio e siamo riuscite a trovare il pareggio, pur rischiando ancora qualcosina. Ora dobbiamo continuare a lavorare – conclude – per farci trovare pronte, il 21 settembre, contro il Bari».

OROBICA BERGAMO – UPC TAVAGNACCO 1-1
OROBICA BERGAMO: Lonni, Brasi, Segalini, Gaspari, Vavassori, Assoni (Barcella), Foti (Mandelli), Milesi (Pinna), Poeta, Merli. All. Marini
UPC TAVAGNACCO: Capelletti, Cecotti, Blasoni (Brignoli), Donda (Gardel), Chandarana, Veritti, Polli, Ferin, Puglisi (Kongouli), Babnik, Ivanusa. All. Lugnan
MARCATORI: 15’ Assoni, 66’ Kongouli
NOTE: ammonite Merli, Segalini, Veritti.

686