Aperitivo a Grado

Lonely Planet Friuli Venezia Giulia

FEFF21

lonely fvg
Da domani in 1500 punti vendita di tutta Italia sarà acquistabile la prima guida Lonely Planet dedicata interamente al Friuli Venezia Giulia, risultato dei numerosi viaggi che Luigi Farrauto, autore della guida, ha fatto in quella che lui stesso definisce come “una delle regioni più misteriose d’Italia, una terra tutta da riscoprire”. Dalle spiagge alle piste da sci, dalle città d’arte ai borghi, passando per esperienze enogastronomiche, sportive o culturali, Lonely Planet ha ritenuto che l’ampia offerta turistica del Friuli Venezia Giulia meriti una guida dedicata e ha accettato la proposta avanzata dall’Agenzia TurismoFVG di includere il nome della destinazione regionale nel catalogo dell’illustre casa editrice.

La guida presenta le bellezze del Friuli Venezia Giulia in circa 330 pagine e in tutte e quattro le stagioni, dal mare estivo ai sentieri di montagna in primavera, passando per i colori dei rilievi collinari in autunno e le cime innevate nei mesi più freddi. L’autore trova diverse chiavi di lettura per restituire il meglio delle quattro province, dall’eleganza di Trieste alla vivacità di Udine, passando per il barocco goriziano e i palazzi affrescati di Pordenone senza mancar di citare la sua immancabile Top 20 regionale.

Un intero capitolo è dedicato alla pianificazione del viaggio, con una panoramica delle cose da vedere, delle esperienze enogastronomiche, delle attività all’aperto e il calendario delle principali manifestazioni ed eventi. Nelle diverse sezioni non scarseggiano, come in ogni guida, consigli su dove pernottare, mangiare e fare shopping, itinerari tematici, consigli per viaggiare con i bambini, moltissimi box di approfondimento e suggerimenti da parte degli abitanti della regione, tra cui alcuni davvero d’eccezione come Bruno Pizzul e Joe Bastianich.

Durante i suoi soggiorni in Friuli Venezia Giulia l’autore Luigi Farrauto è riuscito a creare molta interazione con i corregionali, grazie all’attività social di Lonely Planet che su Twitter ha lanciato l’hashtag ufficiale #FVGLP in modo che chiunque potesse scrivergli suggerimenti sui luoghi della regione da visitare. Il progetto editoriale è stato in ogni caso a cura di Lonely Planet che da sempre garantisce integrità e indipendenza nei contenuti.

La casa editrice ha fatto inoltre parte del primo e innovativo progetto di comunicazione cross mediale messo in atto da TurismoFVG per la promozione turistica del Friuli Venezia Giulia, che nel mese di maggio scorso ha messo in connessione media tradizionali e innovativi complementari tra loro per raggiungere diversi target e moltiplicare il messaggio diretto a utenti e potenziali turisti. In particolare, TurismoFVG ha portato avanti il “progetto crossmedia” in partnership con la casa editrice Lonely Planet Italia, l’emittente nazionale Radio Capital con il programma di viaggi “Capital in the World”, Can’t Forget Italy, società di produzione audiovisivi e ideatrice del web format Digital Diary, e Instagramers Friuli Venezia Giulia e per la prima volta la regione è stata raccontata contemporaneamente on air e on line su diverse piattaforme.

A partire da domani, 11 dicembre, la guida sarà venduta nelle librerie indipendenti, nelle principali catene (Mondadori, Librerie Feltrinelli, Feltrinelli Village, Librerie Giunti al Punto, Trony/FNAC, Librerie Lovat, Librerie Ubik), nelle principali stazioni e aeroporti (Milano Malpensa, Milano Linate, Catania, Roma Fiumicino, Venezia, Treviso). Prossimamente sarà possibile acquistarla anche negli infopoint di TurismoFVG e saranno predisposte le versioni nei diversi formati e-book. Il prezzo di vendita è di 22,00€ oppure 18,70€ se acquistata online sul sito lonelyplanetitalia.it.

La pubblicazione rappresenta un risultato importante per l’Agenzia TurismoFVG che ha incluso la realizzazione della guida tra le azioni primarie di un piano strategico promozionale relativo al posizionamento del Friuli Venezia Giulia sulle guide turistiche internazionali con l’aggiornamento o l’aumento della foliazione e la creazione ex novo di nuove guide.

Il progetto sviluppato da TurismoFVG si fonda sull’ottima salute di cui godono le guide turistiche cartacee, ritenute fondamentali dai turisti prima, durante e dopo il viaggio. Qualche dato: un’analisi esposta al World Travel Market afferma che 6 viaggiatori su 10 (59%) usano una copia cartacea di una guida, mentre secondo un’indagine del gruppo RCS, il 44% dei viaggiatori utilizza le guide turistiche cartacee come fonte di informazione per i propri viaggi, con un ulteriore potenziale di ampliamento del 26% di utilizzatori.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
592