Aperitivo a Grado

Mittelfest 2019, superate le 10,000 presenze

facebook
Foto Alice BL Durigatto / Phocus Agency

Un’edizione che si chiude con risultati eccellenti quella di Mittelfest 2019. Anche se il successo di una manifestazione e la qualità delle proposte non possono essere ridotte ai meri numeri, in questo caso l’entusiasmo e il gradimento del pubblico vanno di pari passo con i dati sulla partecipazione e sugli incassi, come sottolinea il Presidente di Mittelfest Federico Rossi:  

“L’ambizioso traguardo approvato all’unanimità dall’assemblea dei soci assieme al rappresentante della Regione, è stato non solo raggiunto, ma superato positivamente e con largo margine. Ma se in un progetto culturale sono importanti i numeri, non lo sono meno i risultati artistici e il calore umano del pubblico. Questi ultimi, confermano Mittelfest come uno dei festival più prestigiosi a livello europeo, gli altri raccontano di un pubblico che ha partecipato con entusiasmo stellare”.

Gli fa eco il Direttore artistico Haris Pasovic: “Il pubblico ha risposto con incredibile riconoscenza e partecipazione al programma, alla sua diversità e complessità. Sono stati 11 giorni di meravigliosa celebrazione della cultura e dell’arte! Persino il meteo quest’anno ha fatto festa con noi ed è stato dalla nostra parte. Ringrazio tutte le persone che lavorano per la realizzazione del festival e che lo hanno preparato impeccabilmente. Ma ringrazio anche la città di Cividale, dagli esercizi pubblici e commerciali alle istituzioni: abbiamo sentito tutti vicinissimi. Un vero Grazie di cuore a tutti”.

“Il dibattito sull’attualità è stato superato – ha dichiarato il sindaco Balloch – da una settimana densa di impegni importanti, commenti positivi, dibattiti interessanti . Da tanti anni al festival non si registravano cosi numerosi sold out, spettacoli per cui si sono rese necessarie diverse repliche straordinarie per le tante richieste… Aggiungo una considerazione mia  personale: sottolineo la lungimiranza degli sponsor istituzionali e in particolare della Regione nel finanziare per 28 anni il festival; si è rivelata una scelta vincente.

Entrando nel dettaglio, sono oltre 10.000 le presenze complessive che si sono registrate a Cividale in questi 10 giorni, tra spettacoli, Mittelforum ed eventi collaterali, suddivise fra i  5.921 biglietti staccati (73 per cento in più del 2018) e oltre 4 mila partecipanti agli altri appuntamenti.

Di grande rilievo anche l’impennata delle vendite degli abbonamenti, per le quali vale la pena fare un raffronto anche con l’edizioni precedenti all’attuale gestione: rispetto al 2017 sono infatti aumentati del 50%, passando da 146 a 218.

In termini economici questo successo si traduce in un incasso lordo di  76.078 euro (netti 68.938). Un risultato economico – ha aggiunto il presidente Rossi – superiore ad edizioni come il 2009, 2010, 2013,2014 e 2015”.

Un esito tanto più soddisfacente considerando che il budget complessivo quest’anno contava su 113 mila euro in meno. Eppure, con questa disponibilità economica ridotta è stato comunque possibile offrire al pubblico 35 appuntamenti a pagamento, e la novità dei 6 Mittelforum di livello internazionale e una grande varietà di attività e eventi intorno alla manifestazione che, come già sottolineato, si è tradotta in oltre 4.000 ulteriori presenze.

Una popolarità, quella raggiunta nel 2019, che si è sposata con gli alti obiettivi di Mittelfest, la cui missione principale resta quella di continuare a rappresentare i grandi cambiamenti che hanno investito l’Europa, raccontandoli con proposte di qualità provenienti dalle migliori produzioni del Continente. In questa edizione 16 sono state le proposte artistiche internazionali, 6 nazionali e 7 del territorio.

Nel cartellone sono stati numerosi anche i debutti, tra i quali 6  spettacoli in prima mondiale e 10 in prima nazionale. E a testimoniare il fatto che Mittelfest è anche occasione di incontro con il territorio, e occasione per il territorio di nuovi incontri, ricordiamo, oltre alla presenza di alcuni dei maggiori artisti regionali, anche la partecipazione di gente del Friuli (per un totale di 90 persone, fra cui molti giovanissimi) a 4 eventi (Antigone, Sissignora, Giulio Cesare, workshop legato a Sentieri di legno).

Il radicamento sul territorio si armonizza con la forte impronta internazionale di Mittelfest, che si è tradotta non solo negli spettacoli ma anche negli importanti contributi alla riflessione sul presente portati da grandi testimonial come l’ex Primo Ministro greco Giorgios Papandreou, l’intellettuale e scrittore italiano Erri de Luca, o l’ex Presidente della Croazia Ivo Josipovic. E del respiro europeo del festival danno conferma anche le collaborazioni con importanti partner internazionali come la Fondazione Onassis Stegi di Atene, fondamentale per il focus sulla Grecia (altra novità di quest’anno), l’olandese Dutch Performing Arts (che ha contribuito a tre progetti musicali di grande livello), il Premio internazionale Teresa Pomodoro – Spazio Teatro No’hma (che ha selezionato uno spettacolo da portare al prestigioso premio a Milano, insieme ad altri di questa e della precedente edizione di Mittelfest),

Si segnalano inoltre le importanti coproduzioni con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, la Fondazione Teatro della Toscana – Teatro Nazionale, Css – Teatro Stabile di Innovazione Fvg, e l’olandese Wonderfeel e la collaborazione con ARLeF (che ha coprodotto il grande spettacolo di chiusura).

Anche quest’anno Mittelfest ha goduto di un’ampia copertura mediatica tra stampa regionale, nazionale e internazionale (testate della Slovenia, Croazia, Ungheria, Grecia, Spagna, Gran Bretagna, Olanda), che ne ha fatto uno degli eventi di maggiore rilievo nazionale e nel panorama europeo. Sono stati 41 i giornalisti accreditati e hanno parlato di Mittelfest 61 testate e 121 siti web.

Importanti anche i dati di utilizzo degli strumenti web e social: il sito di Mittelfest è stato visitato da circa 77.500 persone uniche e sono state 105 mila le pagine visitate; è di circa 100.000 la copertura totale Facebook e Instagram (persone raggiunte da Mittelfest) e sono state 920 mila  le visualizzazioni dei contenuti.

L’attività di Mittelfest ha avuto anche una vetrina durante l’anno, in particolare con la messa in onda di alcuni degli spettacoli dell’edizione 2018 su importanti reti Tv: su Rai 5/ Rai Cultura sono stati trasmessi Ragazzi del ’99 (che, con i suoi 33 mila spettatori si è rivelato record di audience per la prestigiosa rete nazionale) e – quasi prologo dell’edizione che si stava avvicinando – nel maggio scorso il documentario sull’edizione 2018 Visionari da 27 anni e i concerti di Martynas Levickis & Vilnius City Ensemble e Dzambo Augusevi Orkestar. I primi due trasmessi anche da Tv Koper-Capodistria. Una scelta che ha suggellato le scelte artistiche di grande spessore.

523