Aperitivo a Grado
facebook

meteo
Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, lunedì 28 gennaio. Nord: maltempo già dalle prime ore del giorno tra Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria e sui settori occidentali di Lombardia ed Emilia Romagna; la nuvolosità associata a tale peggioramento sarà accompagnata da nevicate anche a quote pianeggianti; su queste zone il tempo migliorerà già in tarda mattinata e contemporaneamente le nubi e le nevicate si trasferiranno al resto del Nord; il miglioramento sarà poi deciso e generalizzato nel corso della notte ma con nebbie che andranno ad interessare la Pianura Padana. Centro e Sardegna: nuvolosità diffusa e consistente sulla Sardegna con piogge e rovesci che tenderanno a persistere fino al pomeriggio per poi localizzarsi sul settore orientale dell’isola verso sera e nella notte; molte nubi anche sulle regioni peninsulari con precipitazioni che dalla Toscana, al primo mattino, tenderanno ad interessare rapidamente anche Marche, Umbria e Lazio; i fenomeni assumeranno carattere nevoso a partire dai 500-700 metri per poi attenuarsi dal tardo pomeriggio; soltanto sull’Abruzzo le precipitazioni saranno scarse o del tutto assenti; complessivo miglioramento con decise schiarite durante le ore notturne. Sud e Sicilia: velature sempre più estese dalla Sicilia si porteranno verso tutte le regioni peninsulari nel corso della mattinata generando un cielo molto nuvoloso o coperto, ciò non produrrà fenomeni di sorta se non nel pomeriggio quando le nubi si intensificheranno solo sulla Sicilia dando luogo a precipitazioni che dal settore occidentale si estenderanno alle rimanenti aree dell’isola. Temperature: minime in generale deciso aumento; massime in lieve diminuzione al centro-nord ed in aumento al Sud e sulle due isole maggiori. Venti: deboli settentrionali sulle regioni ioniche in rotazione da sud-ovest nel corso del pomeriggio; di provenienza meridionale sul resto del territorio; moderati al Centro e sulla Liguria, ma su questa regione tenderanno a divenire moderati nordorientali dalla tarda mattinata; deboli altrove ma con tendenza a divenire forti di maestrale sulla Sardegna dal primo pomeriggio; nel corso della notte poi i venti assumeranno direzione di provenienza settentrionale su tutte le regioni peninsulari risultando in genere moderati. Mari: da poco mosso a mosso l’Adriatico; da mossi a molto mossi i rimanenti mari ma con tendenza a divenire agitati Mare e Canale di Sardegna. Temperature: minime in diminuzione sulle regioni adriatiche, al Sud ed in Pianura Padana, stazionarie altrove; massime stazionarie su tutte le regioni ad eccezione della Pianura Padana centrorientale dove risulteranno essere in lieve diminuzione. Venti: moderati settentrionali sulle regioni adriatiche centromeridionali e sulla Sicilia settentrionale; deboli mediamente settentrionali sulle restanti aree del Centrosud, di direzione variabile al Nord. Mari: da molto mosso ad agitato il Canale di Sardegna; da mossi a molto mossi il Mare di Sardegna, lo Stretto di Sicilia, lo Ionio, i settori centromeridionali del Tirreno e dell’Adriatico; da poco mossi a mossi i restanti mari con moto ondoso in attenuazione su tutti i bacini.

293