Aperitivo a Grado

Riacceso il maxischermo Cosmo allo Stadio Friuli

udinese_juventus-23

Si riaccende la luce allo stadio “Friuli” di Udine. Quella luce che, da una ventina d’anni, non si ammirava più durante le gare interne dei bianconeri. Da oggi, infatti, il “megaschermo” dello stadio è tornato ufficialmente in funzione più moderno, più completo e più al passo con i tempi del passato. Un “Cosmo”, il più grande d’Europa all’interno di un impianto sportivo, che sarà una vera e propria televisione, con un proprio palinsesto e un programma appositamente pensato per i prepartita, e in cui gli spettatori potranno godersi uno spettacolo degno dei migliori stadi del mondo.

Al taglio del nastro, che ha segnato la rinascita ufficiale del megaschermo, hanno partecipato l’azionista di riferimento dell’Udinese Calcio, il patron Gianpaolo Pozzo, presidente e responsabile amministrativo della società, Franco Soldati e Alberto Rigotto, il sindaco di Udine Furio Honsell e l’Assessore cittadino allo sport Kristian Franzil, l’Assessore regionale alle risorse agricole, naturali e forestali Claudio Violino, il segretario generale di palazzo d’Aronco, Carmine Cipriano, Sergio Benedetti, vicecomandante dei Vigili del Fuoco, Giovanni Belmonte, vicequestore aggiunto e Francesco Palazzolo viceprefetto vicario di Udine e l’indimenticato Marcio Amoroso.
“E’ il primo passo verso la modernizzazione dello stadio – ha detto Pozzo – che vogliamo completare entro tre anni. Noi, in passato, avevamo un megaschermo che era un autentico capolavoro di tecnologia e d’avanguardia. Poi i rapporti si sono interrotti e abbiamo iniziato una via crucis più che ventennale che finalmente, grazie all’intervento del sindaco Furio Honsell, è terminata positivamente. Voglio ringraziare personalmente il primo cittadino perché senza il suo intervento il nuovo “Cosmo” non sarebbe stato attivato nemmeno questa volta”.

Pozzo, poi, si è soffermato sull’ammodernamento dello nuovo stadio di Udine. “Dal prossimo giugno cominceremo dalla zona della curva Nord – ha proseguito – poi passeremo ai Distinti e infine alla Curva Sud. L’obiettivo è quello di regalare entro le prossime tre stagioni ai nostri sostenitori un impianto confortevole e adeguato alle esigenze del calcio moderno. Un impianto, in altre parole, sul modello di quelli tedeschi”.

Entusiasta del nuovo Cosmo si è dimostrato anche il sindaco di Udine Furio Honsell. “Da oggi andare allo stadio rappresenterà sempre un’esperienza nuova per tutti – ha spiegato -. Per noi, come amministratori locali, avere a disposizione uno strumento di questo tipo, il più grande d’Europa, che diventa un punto di riferimento mondiale, è motivo di grande orgoglio. Il nuovo “Cosmo” dimostra come anche nel XX secolo un evento sportivo possa diventare un vero e proprio spettacolo in grado di combattere alla perfezione la concorrenza delle televisioni. Il punto è che l’Udinese non ha semplicemente “riacceso” un maxischermo, ma ha offerto una novità incredibile per ogni tipo di manifestazione all’interno del “Friuli”.

Fonte: udinese.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
826