Aperitivo a Grado
facebook

Anche a Udine una scuola per genitori che ha come direttore scientifico lo psichiatra e sociologo Paolo Crepet. L’iniziativa, voluta da Confartigianato Udine, in collaborazione con la Fondazione Crup, e che gode del patrocinio del Comune, della Provincia e dalla Camera di Commercio di Udine, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa a Udine nella sala della Fondazione Crup in via Manin. “Consapevoli della centralità della famiglia-impresa, e delle difficoltà che i genitori incontrano oggi nell’educazione abbiamo voluto – hanno detto il presidente di Confartigianato Udine Carlo Faleschini e della Fondazione CRUP Lionello D’Agostino – questo progetto che si rivolge sostanzialmente ai “formatori”, cioè ai soggetti coinvolti nella formazione dei bambini e dei giovani, comprendendo in questa categoria tutti gli educatori, famiglie incluse”.

“Se è vero che uno dei più grandi valori della tradizione artigianale è la famiglia – ha aggiunto Faleschini – non potevamo non sposare questo progetto, nato nell’ambito di Confartigianato Vicenza e che si basa sui concetti di impresa e famiglia, intesi in duplice accezione: l’impresa, in quanto espressione economica di molte realtà familiari, famiglia perché la famiglia stessa è un’impresa dal punto di vista della gestione, del rischio e dell’impegno sociale”.

“La Fondazione CRUP – ha aggiunto D’Agostino –  che  nella sua mission ha anche la “crescita e la formazione giovanile”, crede nell’impresa, volano di crescita economica, e crede nella famiglia, valore fondante della nostra comunità e, nei limiti delle sue possibilità, accompagna entrambe nel loro sviluppo. Oggi infatti, mai come prima, le dinamiche familiari sono in profondo e continuo cambiamento, talvolta con esiti positivi, altre volte con risultati che suscitano mille domande e dubbi”.

Il primo appuntamento con la Scuola per Genitori sarà martedì 17 novembre alle 21 al Palamostre di Udine con il direttore scientifico del progetto: lo psichiatra e sociologo Paolo Crepet. Seguiranno altri 5 incontri. Nella prima lezione, quella di  giovedì 21 gennaio, sarà affrontato il tema “Educare nella crisi” che vedrà nuovamente come relatore Paolo Crepet, seguiranno lunedì 8 febbraio quello con lo psicoterapeuta e psicologo Osvaldo Poli, e il 25 marzo quello con la psicoterapeuta e psicologa Rosanna Schiralli, che porranno l’attenzione sulle regole e sull’autorevolezza del genitore. Il tema della serata del 9 aprile riguarderà la sfera della sessualità vista sia dalla parte dei genitori che da quella dei figli e sarà affrontata dallo psichiatra e sessuologo Marco Rossi. Concluderà la prima edizione della Scuola per Genitori Mario Polito, psicologo, psicoterapeuta e pedagogista, con l’appuntamento del 26 maggio dal titolo “Come gestire i conflitti in famiglia e con gli altri”.

Il progetto, che ha ottenuto il riconoscimento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e viene proposto in molte altre province d’Italia, vuole diventare un appuntamento annuale e, possibilmente, allargare il suo raggio d’azione anche alle altre province del Fvg, è rivolto a circa 450 persone fra genitori, giovani e insegnanti, compresi gli imprenditori artigiani e le loro famiglie. Tutti e 5 gli incontri si svolgeranno al  Palamostre di Udine dalle 20.30 alle 22.30 circa.

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche l’assessore al comune di Udine Santoro, l’assessore alla Provincia Piuzzi e la Camera di commercio di Udine e Paolo Crepet al telefono. “Fare il genitore – ha detto – è un mestiere difficile e oggi lo è ancora di più. Noi non abbiamo la presunzione di dare delle risposte, ma un metodo”, riassumendo così l’obiettivo della Scuola per Genitori, quello cioè di essere un sostegno e un’alleata delle famiglie.

535