Aperitivo a Grado

Spilimbergo: prima edizione del festival Le Giornate della Luce

facebook

foto-Spinotti
Dopo l’inaugurazione delle mostre fotografiche collegate al festival e l’omaggio a Chiara Caselli e Dante Spinotti (Presidente onorario della manifestazione), entra ora nel vivo a Spilimbergo la prima edizione del festival “Le Giornate della Luce”, che celebra il ruolo degli Autori della Fotografia del nostro tempo, a cura di Gloria De Antoni con Donato Guerra. Tra venerdì 19 e domenica 21 giugno in programma le proiezioni dei film in concorso, gli incontri con i fotografi di scena, i seminari e i percorsi espositivi, gli eventi collaterali, fino a culminare, domenica, nell’attribuzione del primo Il Quarzo di Spilimbergo-Light Award, premio per la fotografia di un film italiano dell’ultima stagione.
Il riconoscimento al miglior Autore della Fotografia verrà assegnato sulla base delle votazioni di una giuria di esperti, presieduta da Livio Jacob, e composta dall’attore Rocco Papaleo, il regista Ferdinando Vicentini Orgnani, gli Autori della Fotografia Marcello Montarsi e Maura Morales, le critiche cinematografiche Alessandra Levantesi Kezich ed Elisa Grando e il noto fotografo Giuliano Borghesan. La giuria ha visionato una serie di film dell’ultimo anno, scegliendo la terna finalista dei tre autori della fotografia: Luca Bigazzi per Youth – La Giovinezza di Paolo Sorrentino, Fabio Olmi per Torneranno i prati di Ermanno Olmi e Arnaldo Catinari per Mia madre di Nanni Moretti

Attesa per venerdì 19 giugno l’inaugurazione di due ulteriori eventi espositivi, alle 17.00 a Palazzo Tadea “La storia del cinema attraverso le macchine da proiezione”, suggestiva esposizione che illustra la storia della cinematografia attraverso i suoi strumenti più emblematici, con macchine da proiezione di tutte le epoche. Alle 18.00 nella sala Il Caseificio inaugurazione mostra “Il sole tramonta a mezzanotte – Scatti sul set” del fotografo Roberto Marziali. Dalla serata di venerdì cominciano al Cinema Miotto le proiezioni dei film in concorso. Alle 21.00 si comincia con l’ultimo film di Paolo Sorrentino Youth – La Giovinezza, con Michael Caine, Harvey Keitel, Rachel Weisz e Jane Fonda (118 min): Autore della Fotografia Luca Bigazzi. Il film sarà preceduto dal cortometraggio Lignano (1963, ‘11) di Antonio Seguini De Santi, che sarà presente in sala: novantenne, residente a Udine, è il più anziano direttore della fotografia del Friuli Venezia Giulia. Il documentario fa parte di una selezione di quattro lavori proposti al festival dalla Cineteca del Friuli.

Il festival, le proseguirà sabato 20 e domenica 21 giugno con le proiezioni in concorso e tutte le ulteriori iniziative previste per questa prima edizione, tra cui l’attesa masterclass dedicata agli studenti delle scuole di cinema, “Fotografare il Cinema: Trucchi del Mestiere e Nuove Tecnologie”. L’intensa full immersion di domenica mattina vedrà la presenza di Massimo Intoppa, Stella Theodorakis, Ferdinando Vicentini Orgnani e dello stesso Dante Spinotti: un’occasione davvero imperdibile per chi voglia avvicinarsi a questa professione. (prenotazioni online sul sito www.legiornatedellaluce.it, iscrizione 10 euro).
Proclamazione ufficiale dei vincitori di questa prima edizione, con la consegna dei Premi Il Quarzo di Spilimbergo e Il Quarzo dei Giovani – Film Commission FVG (assegnato dagli studenti che assistono alle proiezioni), è fissata per domenica sera, alle 21.30 in Piazza Duomo. Madrina d’eccezione in arrivo domenica mattina a Spilimbergo l’attrice Isabella Ragonese: solo pochi anni or sono una delle più interessanti rivelazioni del cinema italiano, ora una delle interpreti più affermate del nostro cinema e del nostro teatro.

400