Aperitivo a Grado

Telefonia 5G a Udine? Sperimentazione TIM

facebook

TIM ha annunciato di essere pronta a portare il 5G alla Dacia Arena di Udine, grazie alla nuova rete XRAN di JMA. L’infrastruttura permette oggi di accedere ad una versione migliorata della attuale connettività 4.5G, raddoppiando le velocità massime che possono essere raggiunte all’interno dello stadio e, allo stesso tempo, abbatte i costi di gestione grazie alla riduzione dei consumi dell’infrastruttura, minori ingombri e una maggior semplicità di installazione e predisposizione.

Dopo aver migliorato il 4.5G, TIM si prepara al prossimo passo, ovvero quello di offrire l’accesso alla rete 5G proprio nella Dacia Arena che ricoprirà il ruolo di vero e proprio laboratorio sperimentale per la nuova generazione. Tutto ciò permetterà agli spettatori – ovviamente se clienti dell’operatore – di accedere a nuovi servizi digitali come la possibilità di scoprire nuovi video a 360° in HD prodotti in tempo reale, sperimentare una nuova interazione con l’ambiente circostante e fruire di prestazioni di rete molto più elevate, anche in presenza di molte connessioni in contemporanea.

Insomma, la sperimentazione del 5G entra nel vivo e si avvicina sempre più agli scenari di vita quotidiana, nei quali la connettività di nuova generazione potrà introdurre tantissimi cambiamenti. Non solo rapidità di accesso alla rete, ma anche tutta una nuova serie di servizi e funzioni che oggi non è possibile replicare con il 4.5G.

La sperimentazione oltre che alla Dacia Arena di Udine coinvolgerà anche lo Stadio Olimpico di Roma

Questa soluzione di rete mobile virtualizzata, pienamente operativa ed integrata nella rete live di TIM, costituisce un importante evoluzione della rete 4.5G dei due stadi di seria A ed è in grado di raddoppiare le performance dei clienti e garantire allo stesso tempo una riduzione di un ordine di grandezza dei costi operativi, tramite una minore occupazione degli ingombri, minori consumi e maggiore semplicità di installazione rispetto agli apparati tradizionali.

Si tratta di un ulteriore primato di TIM, che, grazie ad una consolidata collaborazione con JMA su soluzioni innovative per copertura speciali, rafforza la sua leadership tecnologica mirata ad offrire un’esperienza digitale di massimo livello e alta qualità ai sui clienti, in questo caso specifico ai tifosi che affollano gli stadi italiani di calcio
Tramite la virtualizzazione della rete di accesso, TIM, infatti, ribadisce il suo impegno nell’evoluzione verso il 5G per garantire efficienza e flessibilità e fornire così sempre nuovi servizi digitali, come la fruizione di video 360° in HD e prodotti in tempo reale.

La caratteristica del 5G che lo differenzierà dai precedenti standard comunicativi è la velocità di connessione. Secondo gli operatori il 5G dovrebbe essere tra le 100 e le 1000 volte più veloce rispetto al 4G LTE
I vincoli tecnici riguarderanno comunque anche i dispositivi che dovranno interfacciarsi con la rete 5G. Questi dovranno garantire una velocità minima di 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload, e in più potranno esserci massimo 1 milione di apparati connessi a ogni cella per chilometro quadrato. Ennesimo segno di come questo nuovo standard sia destinato a coinvolgere i settori più disparati.


963