Aperitivo a Grado

Trieste: Trieste loves jazz 2016 – il programma 11 luglio/14 agosto

facebook

 

 

114_Brian-Augers-Oblivion-Express-Alex-Ligertwood_phMassimoGoina-845x321Promosso dal Comune di Trieste nell’ambito di “TriesteEstate” ed organizzato, come nelle precdenti edizioni, dalla “Casa della Musica/Scuola di Musica55” la decima edizione del festival internazionale TriesteLovesJazz inizierà il giorno 11 luglio e terminerà il 25 luglio.
A queste date si aggiungeranno la serata dedicata al Maestro Lelio Luttazzi il 27 luglio, la rassegna “Made in Trieste” e il concerto all’alba sul Molo Audace il 14 agosto.
Sono previsti nella centralissima Piazza Verdi e nel suggestivo parco di Villa Sartorio, 34 concerti con la partecipazione di protagonisti d’oltreoceano della scena del jazz mondiale, di vari artisti italiani, europei ed extraeuropei di primo piano e di numerosi musicisti della nostra città e della regione che testimoniano l’alto profilo musicale e la vocazione internazionale del festival.

LUNEDÌ 11/7
PARCO DEL MUSEO SARTORIO, ORE 21.00
ANSELMO LUISI
Anselmo Luisi: body percussion
Come fare musica con il corpo, da soli su un palcoscenico? Con la voce, il canto, ma soprattutto con la gestualità ed i suoni della percussione sul corpo, la performance di Anselmo Luisi apre la decima edizione di TriesteLovesJazz.

The body is a perfect instrument, making music by itself! Anselmo Luisi is a real artist of the body percussion.

ANGELO COMISSO & GIULIO CENTIS
Angelo Comisso: piano; Giulio Centis: live electronics
Nel progetto del duo, nato nel 2013 in occasione di un concerto alla mostra d’arte della Biennale di Venezia, la performance al piano di Comisso, uno dei musicisti italiani più apprezzati sulla scena internazionale, è “processata” in tempo reale dall’elettronica di Giulio Centis giovane sound designer di grande sensibilità ed intuito.

The duo was founded in 2013 for the Biennale d’Arte in Venice: Angelo is a wherever appreciated piano player and Giulio Centis is a young talented sound designer.

GADJOROM QUARTET
Ionel Fedescu: fisarmonica; Paolo Bernetti: trumpet; Riccardo Morpurgo: piano; Alessandro Turchet: bass
Il Gadjorom Quartet attinge alle più antiche tradizioni musicali rumene e dell’Europa dell’Est per coniugarle con grande forza espressiva alle sonorità, all’armonia e alle ritmiche del jazz.

An explosive mixture of old Rumenian tradition and jazz harmonies and rhythms.

MARTEDÌ 12/7
PARCO DEL MUSEO SARTORIO, ORE 21.00
FRANCESCA BERGAMASCO Omaggi in Jazz
Francesca Bergamasco: vocals; Flavio Davanzo: trumpet; Renato StRUkelj: piano; Mario Cogno: bass
Francesca Bergamasco ed i suoi musicisti rileggono in chiave jazz alcuni grandi classici della canzone italiana: da Mina a Battisti, passando per De Andrè, brani rimasti nella memoria collettiva che rivivono nel sound raffinato ed elegante di questo talentuoso quartetto.

Four elegant musicians play some masterpiece of the italian art song history.

88_4 RUDY FANTIN & MAURO COSTANTINI
Rudy Fantin: piano, fender rhodes; Mauro Costantini: hammond
Un nuovo progetto che vede coinvolti due pianisti del FVG, entrambi con una solida preparazione accademica e legati stilisticamente alla musica moderna. Noti solisti e accompagnatori, hanno deciso di unire le loro esperienze artistiche per formare un duo inedito, 4 mani su 3 strumenti diversi: il pianoforte, l’organo Hammond e il Fender Rhodes.

One common interest for contemporary music, two pianists from Friuli Venezia Giulia, three instruments (piano, hammond and fender rhodes) and four skilled hands. That’s Fantin & Costantini duo.

MERCOLEDÌ 13/7
PARCO DEL MUSEO SARTORIO, ORE 21.00
KIND OF GROOVE
Giuliano Tull: sax; Domenico Lobuono: guitar; Mario Cogno: bass; Andrea D’ostuni: drums
Un quartetto moderno con il cuore nel passato che si muove con disinvoltura tra suggestioni jazz-funk e aperture più contemporanee, per un sound ricco e coinvolgente grazie alle musiche originali di Giuliano Tull e Domenico Lobuono.

The heart in the past, looking at funk, jazz and modern era: the sound of “Kind of groove” is fascinating and rich, thanks to the original scores by Giuliano Tull and Domenico Lobuono.

OMAGGIO A FRANCO CERRI
Luigi Pellissetti: guitar; Fulvio Vardabasso: guitar; Angelo Vardabasso: bass; Federico Chiarion: drums
Franco Cerri, nato nel 1926, padre della chitarra jazz italiana e una delle figure più rappresentative del jazz europeo, è stato protagonista due anni fa di un indimenticabile concerto in piazza Verdi. TriesteLovesJazz gli dedica un affettuoso omaggio da parte di un affiatato quartetto che si rifà alla sensibilità ed al mondo musicale di questo grande maestro.

A tribute to a real genius of the guitar and a master of the European jazz: Franco Cerri. The quartet plays remembering the unforgettable concert that Maestro Cerri had in 2014 on the piazza Verdi stage.

MASSARIADITMAS
Andrea Massaria: guitar; Bruce Ditmas: drums
Un duo d’eccezione. Due instancabili ricercatori ai confini tra jazz e sperimentazione sonora, tra ricerca timbrica e poliritmi, tra armonie dense e frammenti sonori. Massaria, affermato chitarrista della scena europea, si incontra con il drumming di Ditmas che ha collaborato tra gli altri con Gil Evans, Enrico Rava, Pat Metheny, Chet Baker.

A creative duo, between jazz and experimental paths, made of an European well known guitarist and a drummer playing with Metheny, Rava, Baker, Evans.

GIOVEDÌ 14/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
GAIA CUATRO
Carlos Buschini: bass, double bass; Gerardo Di Giusto: piano; Aska Kaneko: violin, vocal; Tomohiro Yahiro: drums, percussions
Gaia Cuatro è il nome di un sorprendente gruppo che unisce due fra i più talentuosi musicisti della scena jazz giapponese a due fra i maggiormente creativi ed innovativi musicisti argentini attivi sulla scena europea. Ne scaturisce un connubio sensazionale dove la passione, il calore ed il cuore della musica argentina si fondono con la raffinatezza e l’eleganza della tradizione musicale Giapponese.

Gaia Cuatro is an astonishing band, putting together two of the most talented musicians from the Japanese scene with two of the most creative and innovative artists from Argentina, who play in the whole Europe. The Argentina passion, energy and warmth deliciously melt with Japanese elegance and grace.

VENERDÌ 15/7
PARCO DEL MUSEO SARTORIO, ORE 21.00
TRIBAL DIALECTS
Patrick Dunst: saxes, bassclarinet, duduk; Grilli Pollheimer: percussion, electronics; Leo Waltersdorfer: marimba, vibraphone
Un giovane trio della scena musicale di Graz assolutamente inedito per l’originalità dell’organico strumentale e per la personale ricerca sonora, arriva a Trieste per presentare, in assoluta anteprima, il loro lavoro discografico in uscita a dicembre. Un progetto che si muove liberamente tra spunti minimalistici e richiami etnici.

A young trio from Graz, really special for the choice of instruments and sound, fluctuating between minimal and ethnic music.

MARCO CASTELLI ORGAN TRIO
Marco Castelli: sax; Matteo Alfonso: organ; Marco Vattovani: drums
Il Trio di Marco Castelli propone una miscela di jazz e di generi musicali diversi, musica ricca di energia, elegante, raffinata ed assolutamente unica! Il repertorio tratto in buona parte dal cd “Porti di Mare” comprende composizioni originali di Marco Castelli, ma anche composizioni di autori provenienti da mondi musicali diversi come Tom Waits, Dollar Brand, Armando Manzanero.

Not “only” jazz for the Marco Castelli project but also a lot of influence from big names like Tom Waits, Dollar Brand, Armando Manzanero: the result is something really refined and full of energy.

SABATO 16/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
BIRÉLI LAGRÈNE, ANTONIO FARAÒ, GARY WILLIS, LENNY WHITE
Biréli Lagrène: guitar; Antonio Faraò: piano; Gary Willis: bass; Lenny White: drums
Un prestigioso progetto di una vera e propria “All Stars Band”. Lagrène e Faraò sono tra più apprezzati strumentisti dell’attuale scena jazz mondiale, Gary Willis, fondatore dei TribalTech, è uno dei maggiori esponenti del basso elettrico al mondo e Lenny White, maestro assoluto della batteria moderna, ha al suo attivo l’immortale “Bitches Brew” di Miles Davis, oltre che la partnership con Chick Corea per “Return to Forever”.

A super high rate level project, made of an All Stars Band: Lagrène and Faraò are phenomenal artists on the nowadays world scene, Gary Willis is the father of Tribal Tech and a supreme electric bass player; Lenny Whyte is an absolute musician, who played in Miles Davis’ “Bitches Brew”, as well as in Chick Corea’s “Return to Forever”.

DOMENICA 17/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
EMANUELE GRAFITTI
Emanuele Grafitti: guitar
Fin dalla giovane età Emanuele Grafitti partecipa a vari concorsi internazionali di musica classica e musica jazz. Nel 2009 vince il premio “Franco Russo” in seno al festival internazionale TriesteLovesJazz, quale miglior talento emergente in ambito jazz. Nel 2010 vince il concorso “Porsche Live Giovani e jazz”. Negli anni successivi pubblica vari cd con diverse formazioni e a breve uscirà a suo nome un nuovo album per chitarra sola.

Grafitti won the “Franco Russo Prize” in 2009, and since then he never stopped growing in his fine guitar art: a new guitar solo album is to be released in a few months.

DANA GILLESPIE & MIKE SPONZA
Dana Gillespie: vocal; Mike Sponza: guitar; Moreno buttinar: drum; Roberto Maffioli: bass; Michele Bonivento: hammond, piano; Giovanni Cigui: sax; Stefano Muscovi: trumpet
Dana Gillespie incontra la band di Mike Sponza. Dana ha iniziato la propria carriera musicale intorno alla metà degli anni ‘60. Ha collaborato a lungo con David Bowie (in “The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars”) che è stato anche suo produttore. Ha interpretato Maria Maddalena in “Jesus Christ Superstar” di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice nel 1973. Nel corso della sua carriera ha pubblicato oltre 45 album che spazio tra il pop, il folk e il blues rock. Mike Sponza, chitarrista di talento, in una carriera davvero fuori dal comune, è riuscito a collezionare, con i suoi progetti originali, collaborazioni prestigiose ed internazionali nell’ambito del blues. La sua ultima produzione discografica uscita nel 2016, “Ergo Sum” è stata registrata al mitico Abbey Road Studio.

The band of Mike Sponza meets a real star of blues universe: Dana Gillespie has been working a long with David Bowie (“The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars”), she was Maria Magdalena in Andrew Lloyd Webber e Tim Rice’s “Jesus Christ Superstar” (1973) and she has 45 cds to her credit, ranging over blues rock, pop and folk. Sponza is an original musician, with a great blues career in the whole world: his last cd “Ergo Sum” has been recorded in the legendary Abbey Road Studio.

LUNEDÌ 18/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
PREMIO FRANCO RUSSO
Appuntamento annuale con il Premio “Franco Russo”, indetto dalla moglie Silvia in ricordo del grande musicista triestino. Vincitori di questa edizione una giovanissima sezione ritmica: il batterista Mathias Butul ed il bassista Simone Lanzi.

The traditional “Franco Russo Prize” goes for the first time to a rhythmic section: two really young players named Mathias Butul (drums) and Simone Lanzi (bass).

FATSLIMS
Robert Mikuljan: trumpet; Jurica Prodan: sax; Luka Vrbanec: sax; Simone Lanzi: bass; Mathias Butul: drums
Fatslims è un quintetto “internazionale” (Italia, Croazia) nato nel dicembre del 2015 e formato da giovanissimi che si sono incontrati all’interno dei corsi di jazz del Conservatorio. Attraverso un’intensa attività live il quintetto ha maturato un suono molto personale e ricco di energia.

This international and really original quintet was born in 2015: it’s made up of Croatian and Italian students coming from Musical Academies Jazz sections.

BUG ORCHESTRA
Denis Beganovic: conduction
Per la prima volta a Trieste una delle big band più importanti della Slovenia e del centro Europa, attiva dal 2001, con oltre 300 concerti in tutto il mondo. Con il recente ingresso del direttore, Denis Beganovic, si rinnova e si apre a diversi generi: swing, funk, house, d’n’b, dubstep, pop e r’n’b. Una miscela musicale esplosiva, originale ed irresistibile.

One of the most active big bands in Europe, Bug Orchestra comes to Italy for the first time! With the new conductor, Denis Beganovic, it’s playing an irresistible repertoire between swing, funk, house, d’n’b, dubstep, pop and r’n’b.

MARTEDÌ 19/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
SHAYNA STEELE & BAND
Shayna Steele: voice; David Cook: piano, keys; Luca Campaner: guitar; Nicholas D’Amato: bass; Ross Pederson: drums
Quello di Shayna Steele è un talento naturale che molti hanno avuto la fortuna di apprezzare nelle numerose collaborazioni internazionali che arricchiscono la sua carriera: Snarky Puppy, George Clinton, Bette Midler e Rhianna … Artista acclamata dal grande pubblico americano: è apparsa nelle trasmissioni di David Letterman e nella serie televisiva “I Soprano”, ha recitato accanto a John Travolta e ha lavorato in celebri musical come “Rent”, “Jesus Christ Superstar” e “Hairspray”. Alla testa di un gruppo assemblato proprio per esaltare al meglio le sue rare doti espressive, Shayna è presente in questa stagione sui palchi più prestigiosi d’Europa con l’implacabile efficacia ritmica del suo originale e magnetico soul.

Shayna Steele is a natural talent and her career is formidable (she sang with Snarky Puppy, George Clinton, Bette Midler e Rhianna). Beloved to the USA audience, she was invited on David Letterman Show and on the “Sopranos” tv series; she was an actress with John Travolta and played into famous musicals like “Rent”, “Jesus Christ Superstar” and “Hairspray”. Leading a fantastic band, who makes her magnetic soul even more powerful if possible. She comes to Trieste during a long tour, among the more important stages in Europe.

MERCOLEDÌ 20/7
PARCO DEL MUSEO SARTORIO, ORE 21.00
GIOVANNI CIGUI “Urban soundscapes”
Giovanni Cigui: sax; Nicolò Ricci: sax; Dario Trapani: guitar; Giuseppe Romagnoli: bass; Tancrède D. Kummer: drums
Giovanni Cigui presenta alla sua città il nuovo progetto musicale, una band di giovani talenti nata nell’ambito dalla residenza artistica e dalle esperienze musicali vissute ad Amsterdam.

Giovanni Cigui comes to Trieste, his city, with a new and young project coming from the fructuous Amsterdam experience.

KA?A, SRAKA IN LEV QUINTET “The labour suite”
compositions by GIOVANNI MAIER
Gabriele Cancelli: cornet; Paolo Pascolo: flute; MimMo Cogliandro: bass clarinet; Giovanni Maier: double bass; Marko Lasi?: drums
Il gruppo nasce nel 2008 come trio: tre diversi animali, chiamati in causa dal nome in lingua slovena (il leone, la biscia e la gazza) vogliono rappresentare il rapporto tra gli strumentisti, senza assegnare però un ruolo fisso ad ognuno di loro. La versione in quintetto è di recente ideazione e si confronta con alcune composizioni di Giovanni Maier.

The ensemble was born like a trio and the name was inspired by the animal names in Slovenian language, like a metaphor of different musical approach of different musicians. Now they increase to five and work on Giovanni Maier composition.

GIOVEDÌ 21/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
JURI DAL DAN TRIO FEAT. BEARZATTI
Juri Dal Dan: piano; Romano Todesco: bass; Alessandro Masutti: drums; Francesco Bearzatti: sax
Il trio si è formato nel 2002 e si è distinto da sempre per un sound di forte sensibilità, energia ed originalità che si è evoluto nel tempo grazie anche all’apporto di Francesco Bearzatti “Top Jazz 2015”. Una delle ultime produzioni discografiche, “Solitudini”, si è classificato nel 2012 come uno dei migliori dischi italiani.

This Trio is appreciated for sensitiveness, intimacy and refinement: thanks to Francesco Bearzatti addition it becomes even more powerful.

VENERDÌ 22/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
RAIMONDI: SANDOVAL DUO “Terra à vista”
Daniele Raimondi: trumpet; Lucas Sandoval: guitar; Feat. Dennis Beganovic: trombone; Mauro Ferrari: trombone
Lucas Sandoval, chitarrista, compositore e cantante brasiliano, risiede a Parigi dal 2011 dove ha incontrato Daniele Raimondi, giovane promessa del Jazz italiano. I due iniziano subito una stretta collaborazione e, grazie alle doti compositive di Lucas ed al virtuosismo di Daniele, danno vita a un repertorio originale arricchito da canzoni che variano da Guinga, Dominguinhos fino ad Hermeto Paschoal. “Terra à vista”, il loro primo cd, uscirà nell’estate 2016.

Put together the italian and the brasilian talent, and the game is done! Lucas is a great composer, Daniele is a real virtuoso and they put together songs by Guinga, Dominguinhos and Hermeto Paschoal in a totally unheard-of way. The first cd is coming soon (Summer 2016).

VENERDÌ 22/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
CUBANAMÁ
Jacques Centonze: congas, percussion; Juan Vladilo: piano, vocals; Diego Antonio Gonzalez Leyton: voice, bongoes; Stefano Muscovi: trumpet, vocals; Aljoša Jeri?: timbales; Marlene Barbara Reyes Vazquez: voice, guiro; Alice Gaspardo: trombone; Francesco Cainero: bass, vocal
La Latin band Cubanamá è formata da musicisti provenienti da Cile, Cuba, Italia, Slovenia, Tunisia e Venezuela. La band propone una selezione di standard di salsa da Cuba, Porto Rico, Colombia, Venezuela e New York, oltre a composizioni originali. Alla formazione dei Cubanamá appartengono alcuni dei fondatori della storica orchestra Ocho Rios, una delle primissime salsa e latino-jazz band in Italia.

The latin-american band Cubanamà is a sort of extraction of Ocho Rios (one of the best salsa band in Europe): it’s made up of musicians from Cile, Cuba, Italia, Slovenia, Tunisia and Venezuela. Their repertoire (impossible not to dance with!) is made of salsa standard from Cuba, Porto Rico, Colombia, Venezuela and New York.

SABATO 23/7
PARCO DEL MUSEO SARTORIO, ORE 21.00
SAXOFOUR “Music for all occasions”
Florian Bramböck, Klaus Dickbauer, Christian Maurer, Wolfgang Puschnig: reeds
Con 25 anni di carriera alla spalle, i Saxofour possono orgogliosamente definirsi uno dei gruppi più importanti della scena jazz europea. Originali e virtuosi, i quattro musicisti rappresentano al meglio la combinazione esplosiva di groove e umorismo, regalando al pubblico concerti sempre di altissimo livello

Groove, humour and super high rate level playing: that’s the 25 years old Saxofour band, four great and virtuoso musicians!

GIORGIO PACORIG & ZENO DE ROSSI “SleepTalking”
Giorgio Pacorig: piano; Zeno de Rossi: drums, percussion
Nel corso degli anni il pianoforte di Giorgio Pacorig e la batteria di Zeno De Rossi si sono incrociati spesso all’interno di svariate formazioni. Con “SleepTalking”, album del 2016, i due musicisti si incontrano e danno voce alle loro passioni. Poetiche ed ipnotiche le improvvisazioni che nascono dai riferimenti a Ornette Coleman, Morton Feldman, Charlie Haden, Newman.

“Sleep Talking” is the first, intensive and poetical album by Giorgio Pacorig and Zeno De Rossi (2016): a yearning revisiting of Coleman, Feldman, Haden and Newman music.

DOMENICA 24/7
PARCO DEL MUSEO SARTORIO, ORE 21.00
DAVANZO GARANO “Lessness”
Flavio Davanzo: trumpet; Anna Garano: guitar
Anna Garano arriva a TriesteLovesJazz forte del suo ultimo album, “Lessness”, e della collaborazione con il talentuoso trombettista Flavio Davanzo. Il duo propone i brani del nuovo disco tratti dalle più disparate tradizioni (yiddish, sefardi, flamenco) e alcune composizioni pensate ad hoc per il duo.

Warm atmosphere between yiddish, sefardi and flamenco tradition, plus some original tracks.

ORCHESTRA LABORATORIO 4.0
Scuola di Jazz del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste
(in collaborazione con il conservatorio G. Tartini)
Robert Mikuljan: trumpet; Giorgio Giacobbi: sax; Efrem Scacco: guitar; Bruno Muzzin: guitar; Piero Iuretig: guitar; Mosè Andrich: piano; Simone Lanzi: bass; Camilla Collet: drums
Otto elementi della scuola jazz del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste riuniti da Giovanni Maier in veste di docente di Musica d’Insieme Jazz che esplorano e approfondiscono le diverse modalità di arrangiamento e composizione.

Eight young musicians from the Conservatorio “G. Tartini” join together thanks to Giovanni Maier, their teacher, and explore new jazz arrangement and composition styles.

RICCARDO MORPURGO MANDALA TRIO
Riccardo Morpurgo: piano; Alessandro Turchet: bass; Luca Colussi: drums
Tre artisti in equilibrio tra brani originali e improvvisazioni. Il ”Mandala” trio trae ispirazione nella tradizione buddista e induista per spiegare la loro musica composta di brani complessi che coesistono accanto a piccole cellule o riff semplici, in un alternarsi di ritmi e melodie alla ricerca del Mandala che si cela dietro ogni strumento.

Between original scores and improvisation, the three artists of Mandala Trio look at Hinduist and Buddhist tradition to create a special music, made of complex pieces and small cells, looking for each instrument’s Mandala.

LUNEDÌ 25/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
THE 10TH ANNIVERSARY CONCERT
MIKE STERN/BILL EVANS BAND Feat. KEITH CARLOCK & DARRYL JONES
Mike Stern: guitar; Bill Evans: sax; Daryll Jones: bass; Keith Carlock: drums
Una super band per festeggiare il decimo anniversario del Festival. Grandissimi musicisti che in questi anni sono stati protagonisti di alcune serate memorabili di TriesteLovesJazz riuniti in un’unica band per un grande evento.

The festival celebrates a really great tenth birthday with a really great super band: Stern, Evans Jones and Carlock come together for the 10th anniversary concert. All of them performed at TriesteLovesJazz Festival during past editions; now they put together their energies to honour the festival. And the festival is honoured as well to have them!

MERCOLEDÌ 27/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
A NIGHT FOR LELIO omaggio a Lelio Luttazzi
Mosè Andrich: piano (in collaborazione con il conservatorio Tartini); Alan Farrington: vocal; Paolo Vianello: piano, music director; Marc Abrams: bass; Mauro Beggio: drums
A sei anni dalla scomparsa dell’ineguagliabile maestro dello swing, attore, cantante, musicista, conduttore tv e tanto altro, la “sua” Trieste gli dedica una serata speciale. Aprirà la serata un giovanissimo pianista del corso di jazz del conservatorio Tartini al quale seguirà il concerto di una band straordinaria formata da Farrington, Vianello, Abrams e Beggio, musicisti di grande spessore ed esperienza, per riproporre le musiche del maestro ed alcuni brani degli autori che Luttazzi amava e che facevano parte del suo repertorio.

A first section with a young pianist from the Conservatorio di Trieste opens the big evening dedicated to the inimitable Lelio Luttazzi, the Master of Swing. Then a sumptuous band made up of skilled and high level international musicians celebrates the Maestro from Trieste. Lelio Luttazzi influenced the Italian music history and he’s been a clever actor, singer, composer, writer and tv compère. One of most fascinating figures in the Italian scenery thanks to his irony, intelligence, versatility, talent and big inventiveness.

MADE IN TS
DOMENICA 31/7
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
THE LEADING GUY
The LeadingGuy (TLG) è considerato dalla stampa di settore uno tra i più interessanti cantautori dell’ultima generazione. Cresciuto in Italia, ha vissuto per molto tempo in Irlanda per poi girare l’Europa a piedi e in autobus, da Copenaghen alla Cappadocia per poi tornare in Italia. Nel suo linguaggio una grande attenzione è affidata alla melodia, che si rifà alla tradizione folk e alla necessità di raccontare e conservare tra i suoi versi personaggi, storie e memorie che rischierebbero altrimenti di sfumare via.

The Leading Guy is a real interesting songwriter, grew up in Italy, emigrated in Ireland then turning the whole Europe walking or by bus. His melodies come from folk and storytelling and he works a lot not to waste the memories.

HISTrio
Stefano Bembi: fisarmonica, piano; Bika Blasko: voice, cello, cajon; TomaŽ Nedoh: sax; Feat. I Virtuosi del Carso
L’HISTrio, reduce da una lunghissima tournée teatrale con Paolo Rossi, è una realtà musicale transfrontaliera (Croazia: H, Italia: I, Slovenia: S) nata dal sodalizio tra teatro, musica, lingue, generi, parole, comicità, poesia, virtuosismi e gioco. “People” è il titolo del nuovo cd di “HISTrio”, una raccolta di musiche tratte da repertorio popolare, balcanico, yiddish, latino e mediterraneo con canti di terre diverse e brani originali.

The HISTrio comes from Italia, Croatia and Slovenia and put together several languages like theatre, music, words, irony, poetry and virtuosity. They have been playing on a long tour on stage with the Italian actor Paolo Rossi and they have a lot of fun with Balcan, Yiddish, Mediterranean and popular music.

LUNEDÌ 1/8
PIAZZA VERDI, ORE 21.00
FRANCO TORO & MANLIO MILAZZI
Franco Toro: guitar, vocals and footstomp; Manlio Milazzi: harmonica and vocals
Il blues del duo si basa sulla solida ritmica della chitarra, del footstomp e della potente vocalità di Franco Toro, coadiuvata dalla sapiente e incisiva armonica a bocca di Manlio Milazzi, considerato, anche negli Stati Uniti, come uno dei virtuosi emergenti dello strumento. Il loro repertorio si basa su pezzi tratti dalla sterminata discografia del blues afroamericano.

Two powerful musicians with great, strong and pleasantly rough energy play the masterpieces of Afroamerican blues.

CHIARA VIDONIS
Il debutto discografico di Chiara Vidonis si intitola “Tutto il resto non so dove”, undici brani totalmente scritti da lei. La produzione del disco, curata dalla stessa Vidonis, si avvale di musicisti in perfetta sintonia con l’universo musicale che la circonda: il rock in tutte le sue declinazioni, da quella che sfiora il punk ad un’intensa attitudine pop.

Chiara Vidonis presents her first cd “Tutto il resto non so dove”: eleven tracks which she wrote herself, declining the rock through the all possible ways (from punk to pop).

CONCERTO ALL’ALBA
DOMENICA 14/8
MOLO AUDACE, ORE 04.50
ENRICO ZANISI
Enrico Zanisi: piano
Il concerto all’alba è diventato nell’estate triestina un appuntamento molto atteso che richiama ogni anno un grande numero di appassionati per ascoltare, nell’ atmosfera ineguagliabile del Molo Audace, le performance, sempre irripetibili, di grandi pianisti. Quest’anno il protagonista è Enrico Zanisi, una delle figure emergenti di spicco del jazz italiano. Pianista e compositore, Zanisi ha recentemente pubblicato “Piano Tales”, undici brani di grande ispirazione e maturità compositiva per il suo primo cd di piano solo.

The most expected stage is for sure the Sunrise Concert on the Molo Audace: hundreds of people likes to sit on the pier and listen to the intimate sound of the piano solo. This year Enrico Zanisi will be at the keyboard, playing his wonderful cd “Piano Tales”: eleven deep and intense small masterpieces.

1.172