Aperitivo a Grado

Udine: l’estate all’arena del Visionario inizia con Doro Gjat live – 7 giugno

facebook

Doro Gjat

Summertime… and the livin’ is easy, cantava Billie Holiday (anche altri diecimila performer, ok, ma adesso non mettiamoci a fare i pignoli!). Sì. È finalmente tempo d’estate, tutto diventa più leggero e mercoledì 7 giugno riapre ufficialmente l’Arena all’aperto del Visionario! Un’oasi verde nel cuore di Udine con un ricchissimo cartellone pronto a scandire i prossimi tre mesi della vita cittadina: musica live, dj set, cene etniche, mercatini, incontri, attività per i più piccoli. La programmazione cinematografica, con tutte le ultime novità e gli eventi speciali (come la rassegna Polvere di stelle: i migliori musical della storia, da La La Land a Un americano a Parigi), continuerà invece senza sosta nelle sale interne (e climatizzate!).
Ad inaugurare ufficialmente Visionario d’Estate sarà, mercoledì 7 giugno alle 20.30, la musica di Doro Gjat, uno dei maggiori artisti hip-hop del Friuli Venezia Giulia, membro dei Carnicats e, di recente, protagonista di una grande performance sul palco del “concertone” del Primo Maggio! L’ingresso all’Arena, ricordiamo, sarà gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili. In caso di maltempo, l’evento d’apertura sarà invece rinviato a data da destinarsi.
Luca “Doro Gjat” Dorotea nasce a Tolmezzo nel 1983 e, fin da adolescente, si appassiona alla musica, in particolare all’hip hop. L’esordio artistico arriva nel 2007 con il primo album omonimo del suo gruppo, i Carnicats, per l’etichetta ReddArmy. Grazie ai consensi ricevuti, Doro Gjat inizia a dedicarsi all’attività live. Nel 2009 pubblica, sempre per Reddarmy, l’EP di mash-up Doro Gjat meets Zion I e nel 2012 il mixtape Nel frattempo insieme ai Carnicats (da cui è tratto Paisàn, singolo del gruppo che è diventato presto una sorta di inno del Friuli Venezia Giulia). Vai Fradi, il suo primo album solista, esce per ReddArmy a novembre 2015 e ottiene ottimi riscontri sia di critica che di pubblico.
Il calendario musicale del Visionario d’Estate si conferma fitto di eventi: dal consueto appuntamento con i dj set, che ogni lunedì vedrà alternarsi Gushi & Raffunk, il Pasta e djCic.1, a Visi(open)air, 6 appuntamenti curati, come sempre, da The Mechanical Tales, passando per Visi(open)jazz, che ogni giovedì porterà nel garden i grandi nomi del jazz nel percorso curato, ancora una volta, da Nevio Zaninotto.
Il martedì vedrà il gradito ritorno del Night Market e delle cene a tema, con i sapori, gli aromi e le tradizioni di paese vicini e lontani. Il viaggio comincerà in Italia con la cucina regionale sarda (20 giugno), per poi spostarsi in Africa con i sapori e i colori delle cucine etiope ed eritrea (27 giugno) e arrivare in India con una cena al profumo di curry (4 luglio). E questo solo per citare i primi appuntamenti in programma!
Non mancheranno ovviamente gli appuntamenti dedicati ai bambini e ragazzi, con laboratori, eventi e proiezioni pensati espressamente per loro, mentre la rassegna gratuita Gli anni in tasca sarà quest’anno dedicata alle false identità, con un ciclo di film scelti come sempre dal critico Giorgio Placereani. Novità del 2017, infine, l’Aperitivo cinematografico. Ogni lunedì incontri, piccole monografie su grandi maestri, presentazioni di libri e ospiti speciali, a cominciare dal 12 giugno: il noto critico Steve Della Casa parlerà del suo applaudito documentario Nessuno mi può giudicare, presentato all’ultimo Torino Film Festival e dedicato al glorioso fenomeno dei “musicarelli”.

1.074